IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 03/06/2016

L'interpello sui nuovi investimenti in una circolare dell'Agenzia

Tempo di lettura: 1 minuto

L'interpello riguarda i soggetti nazionali o esteri che investono almeno 30 milioni di euro in Italia con un progetto duraturo. Numerosi i chiarimenti forniti sull'istanza dalla Circolare n.25 del 1 giugno

Commenta Stampa

I principali chiarimenti forniti dalla Circolare 25/E del 1 giugno 2016 sull'interpello riguardano:

  • i soggetti che possono partecipare: imprenditori individuali, società di capitali e gli enti residenti, tra cui i trust, le società di persone, escluse le società semplici, e gli altri soggetti residenti ad esse equiparati. L’ammissibilità alla presentazione dell’istanza è stata estesa anche ai soggetti non esercenti attività commerciali nella misura in cui effettuino un investimento che determini la creazione di una nuova attività imprenditoriale, oppure, la partecipazione al patrimonio di un’impresa. Spazio anche alla presentazione dell’istanza per i gruppi di società e i raggruppamenti d’imprese, tra cui: le reti di imprese, i consorzi fra imprese, i distretti produttivi, le joint ventures, le associazioni temporanee di impresa, cosiddette ATI e il Gruppo europeo di interesse economico.
  • le caratteristiche del progetto di investimento: deve realizzarsi nel territorio dello Stato; deve avere ricadute occupazionali significative e durature; deve essere di ammontare non inferiore a trenta milioni di euro.
  •  modalità di presentazione dell'istanza:  redatta in carta libera va presentata all’Agenzia delle entrate, Direzione Centrale Normativa, Ufficio Interpelli Nuovi Investimenti con: consegna a mano; spedizione tramite servizio postale a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento; per via telematica attraverso l’impiego della posta elettronica certificata o tramite l’utilizzo di un servizio telematico ad hoc erogato in rete dall’Agenzia delle entrate e ancora in fase di elaborazione.

La Circolare offre poi numerosi chiarimenti sulle caratteristiche dei progetti sulle aziende in crisi, sui contenuti che deve avere l'istanza; e sull'opportunità dell'interpello anche nel caso di adesione al regime collaborativo.

Scarica anche il testo del Decreto del MEF del 29.04.2016 pubblicato in GU del 12.05.2016 n. 110, sull'individuazione delle modalità applicative dell’interpello sui nuovi investimenti e il testo del Provvedimento del 20.05.2016 n. 77220 che individua gli uffici competenti a trattare le istanze di interpello per i nuovi investimenti effettuati in Italia.

Leggi anche il nostro articolo di approfondimento sul Blog di Diana Pérez Corradini.

Per conoscere le numerose modifiche apportate dal Decreto Internazionalizzazione al TUIR, abbiamo predisposto un utile eBook "Le novità del Decreto Internazionalizzazione (eBook)" che riepiloga le novità introdotte.

Fonte: Agenzia delle Entrate


TAG: Interpello

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GLOBALE
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE