Rassegna stampa Pubblicato il 04/06/2015

ACE: interpello disapplicativo entro il 2 luglio

Dall'Agenzia delle Entrate giungono nuovi chiarimenti inerenti l’agevolazione Ace, l'Aiuto alla Crescita Economica

Con la Circolare n. 21/E di ieri 3 giugno 2015, l'Agenzia delle Entrate è tornata a fornire chiarimenti sull'ACE, l'agevolazione che le imprese possono utilizzare come "Aiuto alla crescita economica". Le Entrate hanno affermato che l'ACE può essere utilizzato come credito d’imposta, non solo ai fini Ires, ma anche ai fini Irap ma solo dal 2014 per effetto del D.L. n. 91/2014. Per quanto riguarda la disciplina antielusiva ai fini ACE, in questo caso essa mira ad evitare che la stessa somma di denaro conferita accresca il capitale proprio di più società che fanno capo ad una holding. I contribuenti che intendono presentare un’istanza di disapplicazione della disciplina devono farlo prima della dichiarazione dei redditi che accoglie gli effetti del comportamento oggetto dell’istanza. Considerata la scadenza del modello Unico 2015 (30 settembre 2015) e il tempo necessario all’istruttoria (90 giorni), le istanze disapplicative dovranno essere presentate entro il 2 luglio 2015.

Ti potrebbe interessare l'ebook Le agevolazioni per imprese e professionisti eBook 2020

Per controllare i requisiti per la spettanza del bonus di 600 euro vai al Calcolo bonus 600 euro per Partite IVA e professionisti Decreto "CoronaVirus"

Per approfondimenti sulla disciplina dell'interpello naviga gratuitamente per il Dossier Interpello 2019

Fonte: Agenzia delle Entrate





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)