HOME

/

FISCO

/

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2021

/

SANZIONI POS: I COMMERCIALISTI CONTRO IL DDL

Sanzioni POS: i commercialisti contro il DDL

Sul disegno di legge per l'introduzione delle sanzioni ai professionisti sprovvisti di POS per i propri clienti levata di scudi del CNDCEC

Dallo scorso giugno 2014 professionisti ed esercenti sono tenuti ad offrire ai propri clienti la possibilità di pagamento tramite POS ovvero con il Bancomat e altre carte di debito, per tutti i pagamenti sopra i 30 euro. La norma (D.Lgs 179/2012)  non aveva previsto però le sanzioni in caso di mancato adeguamento. Ora il Disegno di legge del Governo che sana il vuoto legislativo è in discussione alla Commissione Finanze della Camera e prevede forti sanzioni che arrivano alla sospensione dell'attività professionale. Con una nota del Vicepresidente Di Russo, il Consiglio nazionale dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ha fatto sapere la propria fortissima contrarietà e la necessità che prima delle sanzioni si discuta della possibilità di rendere l' obbligo degli strumenti di pagamento elettronico, senza oneri per gli operatori attraverso un totale sgravio fiscale delle spese  connesse a tali operazioni che, dice Di Russo, ricadono " totalmente e indiscriminatamente sugli studi dei professionisti italiani, a vantaggio del sistema bancario"

Ti potrebbe interessare il Pacchetto Atlante Antiriciclaggio (10 eBook)  acquistabili anche singolarmente

o anche l'e-book Attività di Compro Oro: Normativa antiriciclaggio

Tag: ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2021 ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

dawnraptor - 11/06/2015

A dire il vero più che per i professionisti, la mancanza della certificazione dei corrispettivi, della fattura ecc. l'ho riscontrata nel commercio, nei bar e nella ristorazione. Sulla mia pelle, lo vedo tutti i giorni: caffè non "battuti", preconti al ristorante che non vengono convertiti in ricevute fiscali, e così via. Il dentista, normalmente, ti fa lo sconto se non gli chiedi la fattura, e ciò presuppone la complicità del cliente. Da lì a dire che i professionisti sono i peggiori evasori ce ne corre. Anche gli artigiani fanno la loro parte, tanto per dire. D'altronde, a certi livelli è una questione di sopravvivenza per tutti. Non ci vengano a dire: la tassazione attuale è a livello di spoliazione, lavori per lo Stato e per garantire privilegi al tuo vicino. E in più, ad ogni passo ti mettono lacciuoli fra le gambe. Stanno facendo di tutto per distruggere la ricchezza del paese pur di non rinunciare alle loro mangerie, la triste verità è questa. Il resto è tutta fuffa. Le tasse scenderebbero molto, e le si pagherebbe di più se servissero davvero ai cittadini. Così servono principalmente ad una certa fascia di cittadini. Ovvio che chi non beneficia e vede lo scempio e prova tutti i giorni sulla propria pelle cosa significa dibattersi nella rete della burocrazia e avere sempre la mano in tasca per cavarne soldi da bruciare, se può le mani in tasca non ce le mette più o ce le mette meno. Ma non basta avere il pos a disposizione, bisogna anche che il cliente lo usi.

Valerio - 10/06/2015

I professionisti sono i primi evasori d'Italia, sarebbe ora che la moneta cartacea fosse eliminata (per tutte le categorie).. il pos non serve se ti fai pagare con altri metodi tracciabili come i bonifici o gli assegni non trasferibili. Il problema è che i contanti fanno troppo comodo nel paese del nero..

Luigia Lumia - 10/06/2015

E' sicuro della sua affermazione? Io sono una professionista da sempre e non ho mai evaso le tasse, come anche tanti miei colleghi. Nonostante ritengo che la tassazione in Italia sia a un livello espropriativo, pago le tasse... perche' penso che sia giusto fare onestamente la propria parte senza emulare i cattivi esempi che i nostri responsabili ci danno!

alessandro - 04/04/2015

ma il professionista che ha non ha studio ma lavora in parte con una postazione in affitto presso una struttura e in parte a casa propria dove lo installa il POS?

Miky - 07/04/2015

Purtroppo per noi, Alessandro, la risposta alla tua domanda è quasi scontata. Non lo voglio dire ma credo che tutti lo abbiano pensato.

Miky - 24/03/2015

POS = SISTRI Il POS per i professionisti è la più grande str....ta che si potessero inventare. Ma evidentemente, hanno già dilapidato quello che gli è venuto dall'altra grande BUFALA (il SISTRI) e ora hanno trovato qualcuno che vende i POS e qualcun altro che dalla gestione dei POS trarrà profitto (le loro amate banche). Tutti gli oneri ricadranno sui consumatori finali, mentre la senzazione di non essere più in uno Stato Libero aumenta di giorno in giorno.

arianna - 04/04/2015

d'accordissimo!!!!! inoltre vorrei sapere che succede se il professionista concorda, per iscritto col cliente, pagamenti diversi(e tracciabili) come bonifico o assegno

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LEGGE DI BILANCIO 2022 · 23/12/2021 Uso denaro contante: dal 1 gennaio 2022 soglia massima a 1.000 euro

Le nuove regole per l'uso del denaro contante dal 1 gennaio 2022. Cosa prevede il collegato fiscale alla legge di bilancio per i cambiavalute e un chiarimento del MEF

Uso denaro contante: dal 1 gennaio 2022 soglia massima a 1.000 euro

Le nuove regole per l'uso del denaro contante dal 1 gennaio 2022. Cosa prevede il collegato fiscale alla legge di bilancio per i cambiavalute e un chiarimento del MEF

Reato di autoriciclaggio, anche da evasione fiscale: è arrivata la legittimazione dall’UE

La Corte di Giustizia UE, interpretando la Direttiva antiriciclaggio, legittima le norme nazionali sull’autoriciclaggio, come quella italiana

Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate nel 2020

Entro il 12 aprile per i soggetti mensili, e 20 aprile per i trimestrali, invio dati degli acquisti in contante effettuati dai turisti nel 2020 di importo superiore a 1.000 euro

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.