IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 13/11/2013

Acconti di novembre reddito terreni, rivalutazione 15% o 5%

Per il calcolo dell'acconto di novembre, i redditi dei terreni dovranno essere rideterminati rivalutandoli al 15%, oppure al 5% nel caso di imprenditore agricolo professionale o coltivatore diretto

Commenta Stampa

Si avvicina il termine del 30 novembre per il versamento della seconda o unica rata d'acconto delle imposte dirette. In tale occasione, con riguardo ai redditi dei terreni, si dovrà procedere a rideterminarli rivalutandoli al 15%. L'art. 1, comma 512, Legge n. 228/2012, infatti, prevede la rivalutazione dei redditi fondiari dei terreni nella misura del 15%, sia con riguardo al reddito dominicale che con riguardo al reddito agrario, per gli anni 2013, 2014 e 2015. La rivalutazione deve essere effettuata nella misura del 5%, invece, se il proprietario e conduttore del terreno è un soggetto imprenditore agricolo professionale o un coltivatore diretto iscritto nella previdenza agricola. Le percentuali del 15% e del 5% si applicano sulla tariffa d'estimo risultante in catasto.

Scopri le nostre Promozioni presenti sul Business Center, e-book e utilità per aiutarti nella tua attività

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 13/11/2013
Che dire, questa è l'ennesimo provvedimento vergognoso. Solo statisti completamente estranei alle problematiche del Paese che è nelle loro mani, possono prendere provvedimenti del genere. Il mondo agricolo soffre da tempo una riduzione drastica della redditività, dovuta ad un abbassamento dei prezzi corrisposti al produttore che, ad oggi, sono inferiori a venti anni fa. Il tutto aggravato dall'aumento dei costi di produzione (manodopera - concimi - gasolio - ecc. ecc.) Anche il mercato immobiliare agricolo ha subito una flessione dei prezzi dei terreni agricoli. A fronte di una situazione di questo tipo, che vede gli agricoltori "resistere" ad oltranza, solo per un fatto sentimantale (non si vogliono staccare dalla terra), i nostri "statisti" pensano bene di spremere un pò di tasse in più. Mentre tutti i giorni giungono notizie delle ruberie di denaro pubblico perpetrate a tutti i livelli (comunale-provinciale-regionale-statale)a noi cittadini viene chiesto sempre di più. E' VERAMENTE UNA SITUAZIONE UMILIANTE PER TUTTO IL POPOLO ITALIANO
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Calcolo IMU 2021: acconto e saldo (excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 18,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE