IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 30/07/2012

Società in perdita sistematica: istanze valide fino al 3 luglio

Valide le istanze di interpello disapplicativo presentate dalle società in perdita sistematica entro il 3 luglio 2012

Commenta Stampa

Con la Risoluzione n. 81/E del 27 luglio scorso, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che devono essere considerate valide le istanze di interpello disapplicativo presentate dalle società in perdita sistematica entro il 3 luglio. L’istanza, infatti, deve essere presentata 90 giorni prima del termine ordinario di presentazione della dichiarazione dei redditi. Per i soggetti Ires con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, quest’anno tale termine, che sarebbe il 30 settembre, cade di domenica, pertanto la dichiarazione deve essere presentata entro il 1° ottobre 2012 e da tale data devono essere considerati, a ritroso, i 90 giorni per l’invio dell’istanza di interpello disapplicativo.

Fonte: Fisco Oggi


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 miki miki - 30/07/2012
In un momento di crisi come quello attuale, un governo che emana regolamenti come questo, è lontano anni luce dalla realtà del paese, ha l'unico scopo di fare cassa immediata, e lede la libertà imprenditoriale dei cittadini. Mantenere attiva una impresa, anche se mometaneamente in perdita, in Italia è vietato. Questa norma, al pari di quella sulle società di comodo, e gli studi di settore, sono illiberali e anticostituzionali , in quanto tendono a tassare i cittadini e le attività, in base alla presunzione di un reddito sollevando l'amministrazione finanziara da qualsiasi obbligo di dimostrare l'effettiva percezione dei redditi tassati, non solo, quel che è peggio, una volta imboccata la strada dell'interpello disapplicativo, il reddito effettivamente percepito è del tutto ininfluente, tutto si decide sulla accettazione o meno delle cause che hanno portato alla perdita o alla non congruità. Decisioni che variano da provincia a provincia, a seconda della commissione tributaria, generando anche disparità di trattamento fra cittadini nelle medesime condizioni. Il tutto mentre gli "evasori veri" se "pizzicati", patteggiano l'importo delle tasse e relative sanzioni.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Detrazioni fiscali su immobili (Excel)
In PROMOZIONE a 79,90 € + IVA invece di 99,00 € + IVA fino al 2060-12-31
Pacchetto Dichiarativi 2021
In PROMOZIONE a 219,90 € + IVA invece di 389,30 € + IVA fino al 2060-12-31
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-05-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE