Rassegna stampa Pubblicato il 22/05/2000

I redditi diversi

I redditi diversi

I redditi diversi derivano da innumerevoli attività o operazioni, di carattere sostanzialmente residuale, che non generano alcuna fattispecie di reddito esplicitamente disciplinata dal legislatore. Così, la loro individuazione avviene per sottrazione dalle altre categorie: la loro "diversità" consiste nel fatto, ad esempio, che non sono redditi di capitale, né d'impresa, né di lavoro autonomo o dipendente, pur avendo alcuni elementi che li avvicinano a essi.
È così necessario procedere a una loro individuazione precisa e molto analitica, cosa che avviene con le definizioni contenute nell'articolo 81 del Testo unico delle imposte sui redditi, essendo demandata ai successivi articoli la definizione delle diverse ipotesi di base imponibile.

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)