IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 18/11/2011

Fatture e società inesistente: l’onere della prova ricade sul contribuente

In caso di fatture e società inesistente il contribuente deve dimostrare in concreto l’irrilevanza penale dei fatti

Commenta Stampa

Con la Sentenza n. 23626 dell’11 novembre 2011, la Corte di Cassazione ha chiarito che nel caso dell’emissione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti, spetta al contribuente l’onere di provare che siano state realmente effettuate. Non possono, infatti, essere ammessi in deduzione, costi e spese riconducibili a fatti o attività qualificabili come reato.

Ti potrebbe essere utile la guida in pdf su come redigere correttamente un ricorso tributario nell’era del processo telematico, di recente pubblicazione, "Guida pratica alla redazione di un ricorso tributario".

Nel Focus "Difendersi dal Fisco" e-book, libri, formulari per aiutarti a gestire il contenzioso

Fonte: Fisco Oggi


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Detrazioni fiscali su immobili (Excel)
In PROMOZIONE a 79,90 € + IVA invece di 99,00 € + IVA fino al 2060-12-31
Pacchetto Dichiarativi 2021
In PROMOZIONE a 219,90 € + IVA invece di 389,30 € + IVA fino al 2060-12-31
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-05-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE