Rassegna stampa Pubblicato il 28/09/2011

Condono 2002: secondo la Cassazione anche gli omessi versamenti Iva sono incompatibili con la UE

Tempo di lettura: 0 minuti

La sanatoria sugli omessi versamenti Iva, prevista dalle norme sui condoni del 2002, è incompatibile con la direttiva comunitaria

Con la Sentenza n. 19681 depositata il 27.09.2011, la Corte di Cassazione ha stabilito l’incompatibilità con la direttiva comunitaria della sanatoria sugli omessi o ritardati versamenti Iva, prevista dalle norme sui condoni del 2002. Questo in quanto le misure con cui lo Stato membro rinuncia ad una corretta applicazione e riscossione dell’Iva devono ritenersi incompatibili con la disciplina comunitaria anche in relazione alle sanzioni per le violazioni che regolano gli obblighi di dichiarazione e versamento dell’Iva. Le sanzioni hanno infatti lo scopo di determinare il corretto adempimento di un obbligo nascente dal diritto comunitario.

Ti potrebbe essere utile la guida in pdf su come redigere correttamente un ricorso tributario nell’era del processo telematico, di recente pubblicazione, "Guida pratica alla redazione di un ricorso tributario".

Nel Focus "Difendersi dal Fisco" e-book, libri, formulari per aiutarti a gestire il contenzioso

Ti segnaliamo il pacchetto Pace Fiscale (Pacchetto eBook + Excel): eBook in pdf di 105 pagine sulle nove sanatorie del decreto 119/2018 ed il saldo e stralcio dei debiti, aggiornato con provvedimento Agenzia del 23.01.2019 + Excel per il calcolo delle sanatorie previste dal DL. 119/2018 (pacchetto pace fiscale) e dello Stralcio cartelle per persone in difficoltà L. 145/18 per "fare pace con il fisco".

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)