Normativa del 14/09/2019

Privacy: prescrizioni sul trattamento dati lavoratori 2019

privacy prescrizioni garante

Garante Privacy Provv. 5 giugno 2019 Prescrizioni relative al trattamento di categorie particolari di dati dei lavoratori. Adeguamento al GDPR UE entrato in vigore 2018.

Forma Giuridica: Prassi - Parere
Numero 146 del 05/06/2019
Fonte: Gazzetta Ufficiale

 Il Garante per la protezione dei dati personali ha emanato lo scorso 5 giugno 2019 le Prescrizioni relative al  trattamento  di  categorie  particolari  di  dati, ai sensi dell'articolo 21, comma 1 del decreto  legislativo  10 agosto 2018, n. 101.  Si tratta del Provvedimento n. 146, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.176 del 29-7-2019, (che alleghiamo in fodno all'articolo)   con il quale il Garante provvede a uniformare le disposizioni normative precedenti con il nuovo Regolamento Europeo,   e fornisce così un utile riepilogo  delle modalita di trattamento dei dati personali dei lavoratori nel contesto lavorativo 

Questo l'indice degli argomenti trattati:

  • Ambito di applicazione del provvedimento  
  • Interessati ai quali i dati si riferiscono
  • Finalita' del trattamento
  • Prescrizioni specifiche relative alle diverse categorie di dati. 
  • Prescrizioni relative al trattamento dei dati genetici (aut.  gen.n. 8/2016) 
  • Informazioni agli interessati e Consenso 
  • Modalita' di trattamento. 

In particolare , il  provvedimento  si  applica  nei  confronti  di  tutti coloro che, a vario titolo (titolare/responsabile  del  trattamento), effettuano trattamenti per  finalita'  d'instaurazione,  gestione  ed  estinzione del rapporto di lavoro, quindi: 
      a) agenzie per il lavoro e altri soggetti che svolgono,  attivita'   di  intermediazione, ricerca e selezione del personale  o  supporto  alla  ricollocazione professionale ivi  compresi  gli  enti  di  formazione
      b) persone fisiche e giuridiche, imprese, anche sociali,  enti,  associazioni e organismi che sono parte di un rapporto  di  lavoro  o che comunque  conferiscono  un  incarico  professionale
      c) organismi paritetici o che gestiscono osservatori in materia  di lavoro,
      d)  rappresentante  dei  lavoratori  per  la  sicurezza,  
      e) consulenti del lavoro;
      f) associazioni, organizzazioni, federazioni  o  confederazioni  rappresentative di categorie di datori di lavoro
      g) medico competente in  materia  di  salute  e  sicurezza  sul  lavoro,  
   

Le indicazioni si applicano ai trattamenti di  categorie  particolari di  dati  personali,  acquisiti  di  regola  direttamente  presso l'interessato, riferiti a:
      a) candidati all'instaurazione dei rapporti di lavoro, anche in  caso di curricula spontaneamente trasmessi dagli interessati ai  fini  dell'instaurazione  di  un  rapporto  di  lavoro  
      b) lavoratori subordinati, 
      c) consulenti e liberi professionisti, agenti, rappresentanti e  mandatari;
      d collaboratori e  lavoratori   autonomi   
      e) persone  fisiche  che  ricoprono  cariche  sociali  o  altri incarichi nelle persone giuridiche, negli enti, nelle associazioni  e
      f) terzi danneggiati nell'esercizio dell'attivita' lavorativa o  professionale;
      g) terzi (familiari o  conviventi  dei  soggetti  di  cui  alle  precedenti lettere  b)  e  d)  per  il  rilascio  di  agevolazioni  e  permessi. 

Puoi diventare DPO partecipando al corso  di Formazione specializzante per Data Protection Officer e professionisti in materia di protezione dei dati personali organizzato dall'Università di Bologna: per saperne di piu' clicca qui

Ti potrebbe interessare l'eBook in pdf di recente pubblicazione La Privacy negli studi professionali (eBook 2019) e il Pacchetto Tutela della Privacy contenente due ebook in pdf di approfondimento. Per rimanere sempre aggiornato segui il nostro Dossier gratuito sulla Privacy

 





Prodotti per Privacy 2019, Provvedimenti

14,90 € + IVA
12,90 € + IVA
48,00 € + IVA
48,00 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)