Italia Svizzera accordo siglato

Normativa del 29/03/2017

Frontaliero svizzero: la residenza entro 20 km dal confine con uno dei 3 Cantoni

Sono considerati frontalieri svizzeri i residenti in comuni italiani il cui territorio è compreso nella fascia di 20 km dal confine con uno dei Cantoni del Ticino, dei Grigioni e del Vallese

Forma Giuridica: Prassi - Risoluzione
Numero 38 del 28/03/2017
Fonte: Agenzia delle Entrate

La qualificazione di “frontaliero” svizzero, delineata a livello convenzionale, è da riconoscersi ai lavoratori che siano residenti in un Comune il cui territorio sia compreso, in tutto in parte, nella fascia di 20 Km dal confine con uno dei Cantoni del Ticino, dei Grigioni e del Vallese, ove si recano per svolgere l’attività di lavoro dipendente.

Questo il chiarimento fornito dall'Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 28 marzo 2017 n. 38.

In particolare, gli articoli dell'Accordo stipulato tra l’Italia e la Svizzera il 3 ottobre 1974 prevedono genericamente che i frontalieri “esercitano un’attività dipendente sul territorio di uno dei detti Cantoni” e non richiedono l’ulteriore condizione che l’attività sia prestata in un Cantone “frontista” rispetto al comune di residenza.

Ne consegue che solo qualora il Comune italiano di residenza del lavoratore frontaliero disti più di 20 km dal confine dei tre Cantoni svizzeri, in luogo dell’articolo 1 dell’Accordo del 3 ottobre 1974 troverà applicazione l’articolo 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni stipulata dal nostro Paese con la Confederazione Svizzera.
In tale ultima ipotesi, l’Italia, quale Stato di residenza, esercita la propria potestà impositiva sui redditi di lavoro dipendente prodotti in Svizzera e, ai sensi dell’articolo 75 della legge n. 147 del 2013, applica la franchigia di € 7.500, prevista per i redditi di lavoro dipendente prestato all’estero in zone di frontiera.

Riconosce, inoltre, il credito per le imposte pagate all’estero ed, in particolare, ai sensi dell’articolo 165, comma 10, del TUIR il credito sarà riconosciuto riducendo l'imposta estera in misura corrispondente al reddito all'estero che ha concorso alla formazione del reddito complessivo.

Acquista "Lavoro Estero - 190 Risposte sul lavoro all'estero" un eBook assolutamente unico, nato dalle domande dei frequentatori di Fisco e Tasse che in questi anni hanno posto tante domande nella varie sezioni del sito: Blog - Forum - Portale alle quali l'autore dell'e-book rag. Luigi Rodella con competenza unica e generosità ha dato risposta.

Se non trovi la tua risposta poni il tuo quesito sul Forum: Lavoro all'Estero - Rubrica per i lavoratori espatriati

Segui anche la nostra sezione sul Blog relativa alla tassazione dei redditi dei lavoratori all’estero.



Commenti

Sono un lavoratorr che nel 2016 ha prestato lavoro in svizzera pero'dalmese di novembre 2016 risiedo a cantu' nella fascia dei 20 km dalla frontiera ' quest'anno devo fare la dichiarazione dei redditi?

Commento di Giovanni esposito (11:17 del 07/04/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)