Normativa del 18/10/2012

Nuova Strategia Energetica Nazionale: al via la consultazione pubblica on-line

168x126 Nuova Strategia Energetica Nazionale

Il Ministro dello sviluppo economico, il 16.10.2012, ha illustrato al Consiglio la nuova Strategia Energetica Nazionale. Il Governo si propone di avviare un ampio dibattito pubblico e di confrontarsi apertamente su queste scelte con tutte le parti interessate.

Forma Giuridica: Prassi - Comunicato
del 16/10/2012
Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

Obiettivi del documento di strategia energetica che il Ministro dello Sviluppo economico delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera ha presentato il 16 ottobre 2012 al Consiglio dei Ministri sono i seguenti:

- Riduzione dei costi energetici
- Pieno raggiungimento e superamento di tutti gli obiettivi europei in materia ambientale
- Maggiore sicurezza di approvvigionamento e sviluppo industriale del settore energia.

La modernizzazione del settore energia rappresenta un elemento cardine dell’Agenda per la crescita sostenibile del Governo. A oltre vent’anni dall’ultimo Piano Energetico Nazionale, questo documento di programmazione e indirizzo era molto atteso dal settore.

Le azioni proposte nella strategia energetica – che guarda al 2020 come principale orizzonte di riferimento – puntano a far sì che l’energia non rappresenti più per il nostro Paese un fattore strutturale di svantaggio competitivo e di appesantimento del bilancio familiare, tracciando un percorso che consenta al contempo di mantenere e migliorare i nostri già elevati standard ambientali e di sicurezza, grazie a investimenti consistenti attesi nel settore.

A tal proposito, è stata predisposta una consultazione on-line sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, in modo da giungere entro circa due mesi alla definizione di obiettivi, scelte di fondo e azioni prioritarie quanto più possibile condivisi, nell’interesse generale del Paese.
I commenti e le osservazioni possono essere inseriti entro il 30 novembre direttamente nel form, organizzato secondo le principali domande di consultazione, cui si può accedere dal seguente link:
http://adisurv.sviluppoeconomico.gov.it/limesurvey/index.php?sid=94726&lang=it

oppure possono essere inviate per mail all’indirizzo: [email protected].

In allegato:

  • Presentazione della Nuova Strategia Energetica Nazionale
  • Sintesi degli elementi chiave del documento di consultazione pubblica - Ottobre 2012
  • Documento per la Consultazione Pubblica

Potrebbe interessarti l'aggiornatissimo e-book Cessione del credito d'imposta e sconto in fattura  aggiornato con il Decreto Crescita e con il Provvedimento del 31 luglio 2019





Prodotti per Attualità in Pillole, Risparmio energetico

89,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

75,65 € + IVA
599,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

399,00 € + IVA

Commenti

Ormai, in Italia, si parla solo di fonti "rinnovabili" (in particolare di vento e sole !. Ed è vergognoso che ne venga esclusa la fonte nucleare che, propriamente parlando, è la sola vera rinnovabile! Non ci credete? Allora consultate chi ne sa più di voi. Non vi basta assicurare all'umanità tutta l'energia sufficiente per migliaia e migliaia di anni? Allora consultate chi ne sa più di voi. Volete ricoprire l'Italia di mulini a vento e di pannelli solari? Allora affidatevi ai signori ben noti per le "loro conoscenze scientifiche di alto livello", che hanno organizzato i famosi referendum anti nucleari, facendosi scrivere un testo incomprensibile per i cittadini normali,ma ridicolo perchè ha lo scopo di "abrogare l'abrogazione". Ma i signori in questione non se ne sono accorti. Chiedete a loro!! Credete che il nucleare sia poco sicuro, perché Chernobyl e Fukushima siano stati "dei grandi disastri nucleari"? per saperne di più non dovete rivolgervi al signor "Angelo". Rivolgetevi a chi ne sa più di lui! Perché lui non ne sa molto. Anzi, niente! Non ci credete? Bene! Allora chiedetegli di confrontarsi con i numeri, la ragione e l'esperienza. Allora capirete che Chernobyl è stato un incidente "sovietico" e che, a Fukushima, la centrale nucleare era una vittima e non la causa.L'incidente "sovietico" ha fatto un numero di vittime pari a quelle di un solo giorno in Italia e Francia! Non ci credete? Allora chiedete la verità agli Organismi internazionali di sicurezza! Non credete neppure a loro, ma solo ad Angelo? Ma, allora, siete veramente ingenui e meritate Angelo! Non avete capito che, propriamente parlando, i due incidenti in questione non sono "incidenti nucleari". Ma non chiedete spiegazioni ad Angelo. Non potrà darvele, perché non può! Ritenete che la Russia,la Cina, l'India, il Brasile, USA e molti altri Paesi del mondo e l'UE rinunceranno all'energia nucleare per far piacere ad Angelo? Allora chiedete ad Angelo di fare un viaggio in questi paesi, per convincerli a rinunciare al nucleare? Almeno potremo essere sicuri della sua capacità di convincere questi paesi della inutilità del nucleare!! E chiedetegli di fare anche un viaggio in Iran, per verificare la sua libertà di rientrare in Italia! Siete sicuri che lui abbia il coraggio di fare questi viaggi? Allora siete ingenui! Volete avere informazioni corrette ed arricchirvi di qualche conoscenza scientifica? Allora non è necessario spendere molto denaro per viaggi lunghi. Affidatevi alle tariffe ridotte del Touring Club per fare un gradevole viaggio non troppo lontano dalle nostre frontiere, per ottenere questo risultato culturale! Ma anche in Italia ci sono tante persone che possono darvi delle informazioni sufficienti. Non ci credete? Almeno provate? Credete che sia necessario dare competitività al nostro paese Italia? Allora dovete capire che una fonte energetica sicura, a basso costo e non soggetta a condizionamenti politici dei paesi ricchi di materie fossili, sempre in guerra fra di loro,è una ricchezza alla quale non si può rinunciare! Credete ai cambiamenti climatici? Se si, allora dovreste essere pro-nucleare!! Perché non produce CO2! Non ci credete, perché anche nel nucleare si parla sempre di "combustibile"? Allora nessuno vi ha detto che la parola combustibile viene usata anche nel linguaggio nucleare solo per semplificarlo. In realtà la materia fissile non ha niente a che fare con i combustibili che voi conoscete (Carbone, gas, petrolio ,legna,ecc.)! Volete delle risposte ai vostri quesiti nucleari? potete averle da tanti scienziati italiani e stranieri, da tanti Organismi nazionali ed internazionali! non li conoscete? Chiedete informazioni, anche in Italia! Troverete molte persone che potranno darvi tutte le informazioni che desiderate. Basta volere. Avrete certamente sentito parlare del Sulcis, di ALCOA, vero? E non sapete che sono dei problemi nazionali quasi insignificanti, che potrebbero essere risolti facilmente, anche se, purtroppo, molto seri per tanti lavoratori? Ma questo i lavoratori non lo sanno. Non ci credete? Ma, allora, perché non ve lo fate spiegare? Credete solo ai professori (che fanno quello che possono con le "loro conoscenze")? Allora, non dite di essere dei veri democratici! Non lo siete, perché non volete il confronto. Adattatevi al confronto; è necessario! Ma questo confronto non deve essere "di opinioni". Le opinioni non sono "verità", per definizione. La verità scientifica riposa su due gambe : "la Ragione" e l"esperienza"! Sapete perché? E' semplice capirlo. La ragione permette di avere la "certezza logica", l'esperienza l' "evidenza sperimentale". Credete che questo sia una invenzione dei nostri giorni, tanto per perdere tempo? No, è stata inventata da coloro che hanno dato il via alla scienza vera : Pascal, Galilei, ecc. Non chiedete ad Angelo conferma. E' difficile ottenerne conferma.Da lui, poi... Cordiali saluti ed auguri

Commento di Sabino GALLO (11:15 del 29/11/2012)

Dottor Gallo, purtroppo in Italia si da ascolto a chi urla di più. Questa è una deriva che negli ultimi 10 anni sta prendendo il sopravvento. Da questo punto di vista voi dottori ed ingegneri siete carenti. Non potete certo competere con urlatori pseudopolitici di professione. La ragione non è, e mai sarà appannaggio esclusivo della maggioranza. Basti pensare che nel primo "referendum", forse il più famoso della storia, la maggioranza ha liberato Barabba. :)

Risposta di Fabrizio Andreoli (11:19 del 01/12/2012) al commento di Sabino GALLO

Chiarimenti :1) scrivendo degli incidenti di 1 giorno in Italia e Francia, ho omesso di specificare che intendevo parlare dei soli incidenti automobilistici. 2) per quanto riguarda le "rinnovabili" devo sottolineare (anche se il testo mi sembra chiaro) che il mio riferimento è particolarmente riservato, in questa sede, solo al vento ed al sole. 3) Nel commento io metto in evidenza solo alcuni argomenti ricorrenti sul nucleare. Ma, naturalmente, ce ne sono tanti e tanti altri sui quali la gente chiede spiegazioni. In un "commento" ho posto dei limiti! Ma la discussione è aperta. Grazie

Commento di Sabino GALLO (13:59 del 30/11/2012)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)