HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

LEGGE 104 E INVALIDITÀ: LE NOVITÀ DA GIUGNO 2024

Legge 104 e invalidità: le novità da giugno 2024

Le principali novità introdotte dal Decreto Disabilità per la Legge 104, in vigore dal 30 giugno 2024, e il loro impatto su accertamenti di invalidità, tutele e inclusione sociale.

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 maggio 2024   l'ultimo decreto attuativo della legge delega in materia di disabilità (L. n. 227/2021) approvato definitivamente  dal Governo ad aprile 2024 . Questo decreto n. 62 2024 , denominato Decreto Disabilità, introduce importanti novità per la Legge 104, il principale riferimento normativo vigente in Italia in tema di  disabilità/invalidità-

Il Decreto Disabilità entrerà in vigore il 30 giugno 2024, con alcune disposizioni applicabili dal 10 gennaio 2025. Inoltre, il 2025 vedrà una fase di sperimentazione con l'applicazione a campione delle nuove disposizioni in materia di valutazione di base e multidimensionale.

Vediamo di seguito le principali novità con particolare riguardo alle modifiche alla legge 104 1992.

Ti potrebbero essere utili:

1) Decreto disabilità 62 2024: gli obiettivi

Il nuovo decreto mira a ridefinire la condizione di disabilità riformare le procedure di accertamento delle diverse forme di invalidità e promuovere una valutazione multidimensionale per l'elaborazione e l'attuazione del Progetto di Vita Individuale e Personalizzato.

 La riforma mira a semplificare le procedure di  riconoscimento dell'invalidità , garantire una valutazione accurata e personalizzata delle condizioni di disabilità e promuovere una maggiore integrazione sociale e lavorativa.

Per ulteriori approfondimenti  vedi Decreto disabilità in Gazzetta 

Ti potrebbero essere utili:

2) Le modifiche alla Legge 104/1992

Le principali modifiche riguardano l'articolo 3 della Legge 104/1992, che definisce chi ha diritto alle agevolazioni previste dalla legge. 

Leggi in merito Permessi legge 104 regole e casi particolari

Nello specifico: 

  • Articolo 3, comma 1: La nuova definizione di persona con disabilità include chi presenta problematiche  durature che, interagendo con barriere di diversa natura, possono ostacolare la partecipazione piena ed effettiva nei contesti di vita, accertate attraverso la valutazione di base.
  • Articolo 3, comma 2: La persona con disabilità ha diritto a prestazioni in relazione alla necessità di sostegno, lieve o medio, e sostegno intensivo di livello elevato o molto elevato, individuate tramite la valutazione di base.
  • Articolo 3, comma 3: Qualora la minorazione riduca l'autonomia personale rendendo necessario un intervento assistenziale permanente, il sostegno è intensivo e determina priorità negli interventi dei servizi pubblici.


3) La valutazione della disabilità

Valutazione di Base

La condizione di disabilità, come definita dal nuovo decreto, è accertata tramite una valutazione di base che si svolge in un'unica visita collegiale. Il processo di valutazione si conclude entro 90 giorni dalla ricezione del certificato medico introduttivo, con tempistiche ridotte per patologie oncologiche (15 giorni) e minori (30 giorni).

Prevista anche l'eliminazione delle visite di rivedibilità per semplificare il sistema di accertamento dell'invalidità civile.

Riconoscimento della Condizione di Disabilità

Il riconoscimento della condizione di disabilità porta all'acquisizione di una tutela proporzionata al livello di disabilità, con priorità per le necessità di sostegno intensivo. Questo include prestazioni volte a favorire l'inclusione scolastica e lavorativa.

Competenza Esclusiva INPS

Dal 1° gennaio 2026, la gestione del procedimento per la valutazione di base sarà esclusiva competenza dell'INPS, tramite le Unità Valutative di Base. Le commissioni per l'accertamento della disabilità saranno composte da medici e professionisti sanitari con specifiche competenze in materia di disabilità.

Il Progetto di Vita

Una delle novità più rilevanti è l'introduzione del Progetto di Vita Individuale, Personalizzato e Partecipato. Questo progetto mira a realizzare gli obiettivi personali della persona disabile, migliorando le condizioni di vita e favorendo l'inclusione sociale. La commissione, al termine della valutazione di base, informerà la persona interessata della possibilità di elaborare questo progetto.

4) Concetto di accomodamento ragionevole

Nel decreto si introduce il concetto di Accodamento Ragionevole ai sensi dell'articolo 5-bis della Legge 104/1992, per garantire una maggiore tutela dei diritti delle persone con disabilità.

Questi cambiamenti saranno applicabili dal 30 giugno 2024, segnando l'inizio di una fase di sperimentazione durante il 2025, per testare le nuove disposizioni in materia di valutazione di base e multidimensionale su un campione della popolazione.

L'accomodamento ragionevole è un concetto fondamental che si riferisce a tutte le modifiche e adattamenti necessari e appropriati, che non comportano un onere sproporzionato o eccessivo, per garantire che le persone con disabilità possano godere e esercitare, su base di uguaglianza con gli altri, tutti i diritti umani e le libertà fondamentali.

In pratica, l'accomodamento ragionevole può includere:

  • Modifiche Ambientali:Adattamenti fisici negli edifici, come rampe, ascensori, bagni accessibili e adeguamenti negli spazi di lavoro o studio.
  • Modifiche Procedurali:  Cambiamenti nelle procedure e nei regolamenti per facilitare l'accesso ai servizi, come la possibilità di utilizzare assistenti personali, interpreti o ausili tecnologici.
  • Modifiche nei Tempi e nei Metodi di Lavoro o Studio: flessibilità negli orari , telelavoro, part-time, pause aggiuntive, e modalità di esecuzione delle attività lavorative o didattiche.
  • Ausili Tecnologici:
  • Fornitura di dispositivi tecnologici e software che facilitano l'accesso all'informazione e alla comunicazione per persone con disabilità sensoriali o cognitive.
  • Formazione e Sensibilizzazione: Programmi di formazione per il personale e campagne di sensibilizzazione per promuovere la comprensione e l'inclusione delle persone con disabilità.

L'obiettivo dell'accomodamento ragionevole è eliminare o ridurre le barriere che impediscono alle persone con disabilità di partecipare pienamente alla vita sociale, economica, culturale e politica. Questo concetto è sancito anche dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall'Italia, che obbliga gli Stati membri ad adottare misure appropriate per garantire l'uguaglianza di opportunità e la non discriminazione.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 15/07/2024 DL Agricoltura: banca dati appalti e certificazione INPS obbligatoria

In arrivo diverse misure per il rafforzamento della lotta al caporalato e al lavoro nero negli appalti in agricoltura nella conversione in legge del DL Agricoltura 63 2024

DL Agricoltura:   banca dati appalti e certificazione INPS obbligatoria

In arrivo diverse misure per il rafforzamento della lotta al caporalato e al lavoro nero negli appalti in agricoltura nella conversione in legge del DL Agricoltura 63 2024

Esistenza in vita pensionati esteri: calendario verifiche 2024/25

Calendario verifiche di esistenza in vita dei pensionati Inps che riscuotono gli assegni di pensione all'estero. Scade il 18 luglio 2024 l'attestazione dell'esistenza in vita

Patente a crediti in edilizia: il decreto in discussione

Presentato alle parti sociali il decreto attuativo della patente a punti in edilizia, atteso entro settembre. Aumentano i punti totali . Le critiche dei sindacati

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.