variazione IVA

Domanda e Risposta Pubblicato il 23/01/2017

Come calcolo il volume d'affari nella dichiarazione IVA 2017?

Il calcolo del volume di affari è il riferimento per i regimi contabili e periodicita' dei versamenti: ecco come calcolarlo

Il volume di affari è rappresentato dalla somma di tutte le cessioni e prestazioni in campo IVA effettuate e registrate (o soggette a registrazione)  al netto delle variazioni in diminuzione e dell'imposta addebitata al cliente. Questa grandezza si ricava dalla dichiarazione IVA (campo VE50) e serve, ad esempio, per definire il regime contabile del contribuente e la periodicità per la liquidazione dell'imposta

Vediamo in questo articolo quali valori concorrono e quali non concorrono al calcolo del volume d'affari nella dichiarazione 2017. 

Concorrono alla formazione del volume d'affari

Il volume d'affari va indicato al rigo VE50 della dichiarazione IVA 2017, titolato appunto "volume d'affari". In generale alla formazione del volume d’affari concorrono tutte le operazioni effettuate

  • all’interno dello Stato,
  • quelle intracomunitarie,
  • le esportazioni verso paesi fuori del territorio dell’Unione Europea
  • le operazioni non soggette per le quali è stata emessa la relativa fattura.

Non concorrono alla formazione del volume d'affari

Non concorrono invece alla formazione del volume d’affari:
  • le cessioni di beni ammortizzabili
  • i passaggi interni tra contabilità separate
  • le operazioni effettuate in anni precedenti, ma con imposta esigibile nell’anno in corso.

Il volume d'affari nella dichiarazione IVA 2017

In particolare il rigo VE 50 del modello IVA 2017 è dato da:
  • somma del rigo VE 24: totale degli imponibili relativamente ai conferimenti di prodotti agricoli e cessioni da agricoltori esonerati e delle operazioni imponibili agricole, commerciali o professionisti,
  • somma dei rigi da VE 30 a VE 38:
    • Operazioni che concorrorrono alla formazione del plafond
    • Operazioni non imponibili a seguito di dichiarazione di intento
    • Altre operazioni non imponibili
    • Operazioni esenti (art. 10)
    • Operazioni non soggette all’imposta ai sensi degli articoli da 7 a 7-septies
    • Operazioni con applicazione del reverse charge
    • Operazioni non soggette all’imposta effettuate nei confronti dei terremotati
    • Operazioni effettuate nell’anno ma con imposta esigibile in anni successivi.
  • sottraendo l'importo del rigo VE39 e VE 40 cioè
    • l’ammontare delle operazioni che hanno concorso al volume d’affari dell’anno o degli anni precedenti e per le quali nell’anno 2016 si è verificata l’esigibilità dell’imposta
    • delle cessioni di beni ammortizzabili
    • dei passaggi interni.

 

Segui gratuitamente il  Dossier dichiarazione IVA 2017  per essere sempre aggiornato. Troverai news, approfondimenti, aggiornamenti e la normativa di riferimento.
Ti potrebbero interessare:
Le dichiarazioni integrative a favore (eBook 2017)
Modello IVA 2017 (excel)
Visto conformità nella dichiarazione IVA + Check list
La procedura di rimborso dell'Iva - III edizione 2017

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)