Domanda e Risposta Pubblicato il 19/03/2015

Spesometro: come indicare gli acquisti Extra-UE e quelli UE?

Nello spesometro bisogna indicare gli acquisti Extra-Ue e UE che già non sono stati comunicati all'Agenzia con altro elenco

Ai fini dello spesometro gli acquisti da fornitori Extra-UE e acquisti da fornitori UE non inseriti in  INTRASTAT devono essere segnalate barrando la casella "Autofattura"  nel quadro FE.
Le istruzioni alla compilazione del modello dicono che "La casella ‘Autofattura’ va selezionata in caso di autofatture emesse in ottemperanza al disposto dell’articolo 17, secondo comma, del dPR n. 633 del 1972 a seguito di un acquisto da un soggetto non residente"
Si ricorda però che nella casella autofattura non vanno comunicate le importazioni vere e proprie soggette a dichiarazione doganale e agli adempimenti relativi al procedimento doganale.
Gli acquisti da non residenti devono essere indicati anche nel quadro SE che accoglie la comunicazione delle prestazioni di servizi documentate da fatture ricevute da soggetti extracomunitari di cui agl’artt. da 7-ter a 7-septies del dPR 633/1972, per le quali, all’atto della registrazione della fattura devono risultare i dati del prestatore. Nel quadro confluiscono altresì gli acquisti di beni ex art. 7-bis dPR 633/1972 e le fatture per servizi ricevuti da prestatori comunitari che non vengono comunicate negli elenchi Intrastat.

Ti potrebbero interessare:

Ti potrebbe interessare l'ebook Spesometro 2018  e l'aggiornatissimo e-book sull'Esterometro 2019

Resta aggiornato seguendo tutte le news pubblicate sul nostro Dossier dedicato all'Esterometro 2019.




Prodotti per Operazioni Extracomunitarie, Operazioni Intracomunitarie, Spesometro ed Esterometro 2019

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)