La settimana del fisco dal 23 al 27.10.2017

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,Ben ritrovati! Vediamo insieme la carrellata delle principali notizie fiscali della settimana. Partiamo con la nuova rottamazione  cartelle 2017.

Rottamazione cartelle 2017: pubblicati i modelli
Pubblicati sul sito Agenzia delle Entrate-Riscossione i modelli per la definizione agevolata 2017 prevista dal decreto fiscale 148/2017 collegato alla Manovra 2018. Sul portale è pertanto disponibile il modello per presentare la domanda di adesione per i debiti affidati alla riscossione nei primi nove mesi di quest’anno cioè nel periodo che va dal 01.01.2017 al 30.09.2017 e il modello destinato a quei contribuenti ai quali era stata rigettata l’adesione alla definizione agevolata perché non in regola con i vecchi piani di rateizzazione in corso al 24 ottobre 2016, e intendono presentare una nuova domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle.

Riforma del fallimento 2017: le novità nel concordato preventivo
La riforma alla disciplina del fallimento 2017 estende la sua portata anche al concordato preventivo.
In particolare il Governo è chiamato entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge, ad adottare decreti mediante cui:

¨        procedere all’adozione di concordati di natura liquidatoria e integrare la disciplina del concordato con continuità aziendale;

¨        definire il tetto massimo dei compensi spettanti ai professionisti incaricati dal debitore;

¨        prevedere che i crediti dei professionisti possano essere considerati prededucibili solo ove la procedura sia aperta dal tribunale;

¨        sopprimere l’adunanza dei creditori;

¨        integrare la disciplina dei rapporti pendenti;

¨        estendere il beneficio dell’esdebitazione anche ai soci illimitatamente responsabili;

¨        riordinare la disciplina dei finanziamenti alle imprese in crisi.

Elenchi split payment pubblicati dal MEF: slittano al 31 ottobre
Con un comunicato stampa il MEF ha reso noto che la pubblicazione degli elenchi delle società controllate e quotate soggette allo split payment, è rinviata al prossimo 31 ottobre. Tale rinvio è dovuto all’attivazione di una specifica applicazione informatica presente sul sito MEF che consentirà alle società interessate di segnalare direttamente eventuali incongruenze o errori, oltre che facilitare la consultazione degli elenchi stessi.

Infedeltà nelle dichiarazioni: chiarimenti nella Risoluzione dell’Agenzia
Con la Risoluzione 131 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla circostanza attenuante nelle dichiarazioni infedeli. In particolare, per beneficiare della riduzione prevista in caso di “circostanze attenuanti” è necessario che il componente positivo sia stato già erroneamente imputato e, quindi, abbia concorso alla determinazione del reddito nell’annualità in cui interviene l’attività di accertamento o in una precedente. Con riferimento al componente negativo, invece, è necessario che lo stesso non sia stato dedotto più volte.

Super e iper ammortamento in caso di beni acquisiti in leasing
Forniti chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate su super e iper ammortamento dei beni acquisiti in leasing nella Risoluzione 132.  Le richieste di chiarimenti riguardano la possibilità di fruire della maggiorazione nell’ipotesi in cui, dopo aver effettuato l’ordine e aver versato al fornitore un acconto almeno pari al 20% del costo di acquisizione del bene entro il 31 dicembre 2017, l’investitore decida, successivamente a tale data, di acquisire il bene tramite contratto di leasing. In relazione all’ipotesi di compensazione dell’acconto versato al fornitore con il maxi-canone iniziale da corrispondere alla società di leasing, l’investitore può fruire della maggiorazione in quanto, entro il 31 dicembre 2017, ha effettuato un ordine accettato dal fornitore e ha versato ad esso un acconto almeno pari al 20%. Con riferimento alla restituzione da parte del fornitore dell’acconto versato, l’investitore può, fruire della maggiorazione a condizione che in sede di restituzione dell’acconto da parte del fornitore e di stipula del contratto di leasing venga corrisposto al locatore un maxi-canone in misura almeno pari al predetto acconto e venga inserito nel contratto di leasing stesso il riferimento all’ordine originariamente effettuato con il fornitore del bene.

Etichetta pomodoro: firmati decreti per obbligo di origine per conserve, sughi
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato firmato il decreto interministeriale per introdurre l’obbligo di indicazione dell’origine dei derivati del pomodoro. Il provvedimento introduce la sperimentazione per due anni e si applica ai derivati come conserve e concentrato di pomodoro, oltre che a sughi e salse che siano composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. Il provvedimento prevede che le confezioni di derivati del pomodoro, sughi e salse prodotte in Italia dovranno avere obbligatoriamente indicate in etichetta le diciture “Paese di coltivazione del pomodoro” e “Paese di trasformazione del pomodoro”.

Concludiamo con l’avviso dell’Agenzia delle Entrate di mercoledì 25 ottobre 2017 sulle false email e sms su rimborsi o avvisi di pagamento, per conto di Agenzia delle entrate-Riscossione o Equitalia con l’invito a scaricare file o utilizzare link esterni per effettuare pagamenti o avviare procedure di rimborso. Si tratta di messaggi che potrebbero danneggiare pc, smartphone e tablet, attraverso l’utilizzo di file contenenti virus o collegamenti a siti web esterni potenzialmente pericolosi.


Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *