HOME

/

DOSSIER

/

RECENSITI PER VOI

/

FISCALITÀ E ADEMPIMENTI DELLE HOLDING

Fiscalità e adempimenti delle holding

Guida operativa alla costituzione e alla gestione di una holding

Ascolta la versione audio dell'articolo

I principali argomenti del libro Fiscalità e adempimenti delle holding riguardano i seguenti punti:

  • IRAP e IRES;
  • Le holding e la disciplina dalle società di comodo;
  • La holding di famiglia e l’IVA;
  • Il finanziamento della holding alle consociate;
  • Il bilancio delle holding industriali;
  • L’operazione di conferimento per la creazione della holding comune e personale;
  • Creazione della holding estera e la gestione degli aspetti critici;
  • Holding come società semplice: pro e contro;
  • Gli adempimenti iniziali di accreditamento
  • Le comunicazioni all’anagrafe tributaria
  • Le comunicazioni CRS

Il libro giunto alla sua IV edizione, recepisce le seguenti novità normative:

  • Legge di Bilancio 2024
  • D.Lgs. 209/2023
  • R.M. 56/E/2023

Gli autori sono la dott.ssa Silvia Bettiol e il dott. Ennio Vial.

Si ricorda che la holding rappresenta un efficace strumento per gestire in maniera efficiente un gruppo di società, facilitare il passaggio generazionale e prevenire i conflitti interni, tra gli altri benefici. Tuttavia, essendo una società, la holding deve conformarsi alle normative riguardanti le clausole statutarie e non gode della flessibilità di strumenti più complessi come il trust. La holding può accedere a vantaggi come il consolidato fiscale nazionale e il gruppo IVA, ma non riceve particolari agevolazioni fiscali. Al contrario, può incontrare alcuni oneri aggiuntivi, specialmente per quanto riguarda l'IRAP.

Di seguito si illustra la struttura dell’ebook.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Per approfondire ti consigliamo Fiscalità e adempimenti delle Holding 2024 - cartaceo - Guida operativa alla costituzione e alla gestione di una holding

1) Fiscalità e adempimenti delle holding: a chi si rivolge il libro

Il libro "Fiscalità e adempimenti delle holding" si rivolge principalmente a professionisti e imprese interessati ad approfondire tematiche legate alla fiscalità e alla gestione delle holding. In particolare, il testo è ideato per coloro che operano nel settore della consulenza finanziaria, legale e aziendale, includendo commercialisti, consulenti fiscali, avvocati d’azienda, e dirigenti che hanno bisogno di comprendere approfonditamente le implicazioni legali e fiscali legate alla gestione delle holding. Pertanto, il libro può interessare anche gli imprenditori che considerano la strutturazione o la riorganizzazione delle loro attività aziendali attraverso holding, soprattutto in considerazione delle strategie di gestione patrimoniale, di successione aziendale e di ottimizzazione fiscale.

2) Fiscalità e adempimenti delle holding: struttura del libro

Il Capitolo 1 tratta in dettaglio le diverse opportunità e benefici che possono derivare dall'uso di una holding come strumento di gestione aziendale. Il capitolo è suddiviso in diverse sezioni che affrontano vari aspetti delle holding, mettendo in luce i vantaggi e svantaggi specifici di questo tipo di struttura societaria.

Il Capitolo 2 si concentra sulla definizione legale e fiscale delle holding, con particolare attenzione alle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo n. 142/2018. Questo capitolo offre un'analisi approfondita su come le norme influenzano la struttura e la gestione delle holding in Italia.

Il Capitolo 3 si dedica alla "Dichiarazione IRAP 2024 della holding industriale". Si offre quindi una guida dettagliata sulle specificità fiscali che le holding industriali devono affrontare, soprattutto in relazione all'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP).

Il Capitolo 4 si concentra sulla "Holding e IRES" e fornisce una trattazione dettagliata sull'applicazione dell'Imposta sul Reddito delle Società (IRES) alle holding, coprendo vari aspetti da quelli più tecnici a quelli strategici.

Il Capitolo 5 riguarda la "Disciplina delle società di comodo" applicata alle holding. Il capitolo mira a chiarire i criteri e le condizioni sotto cui una holding può essere considerata una società di comodo e quali implicazioni fiscali ne derivano.

Il Capitolo 6 si dedica alla "Holding di famiglia e l'IVA", focalizzandosi su come le holding familiari siano trattate ai fini dell'IVA. Questo capitolo analizza in dettaglio le problematiche relative all'applicazione dell'IVA alle holding di famiglia, offrendo chiarimenti normativi e strategie pratiche.

Il Capitolo 7 tratta del "Finanziamento della holding alle consociate e profili IVA connessi". Questo capitolo esamina le complesse interazioni fiscali e normative che emergono quando una holding fornisce finanziamenti alle sue società consociate, con un particolare focus sul trattamento dell'IVA in queste transazioni.

Il Capitolo 8 si focalizza sul "Bilancio delle holding industriali". In questo capitolo, viene esplorato in dettaglio come le holding industriali debbano preparare i loro bilanci, rispettando specifici principi contabili e normative.

Il Capitolo 9 tratta della "Creazione della holding mediante conferimento". Questo capitolo esamina le procedure e le implicazioni fiscali della costituzione di una holding attraverso il processo di conferimento di beni, che possono includere partecipazioni in altre società, beni immobiliari o altri asset.
Il Capitolo 10 si concentra sulla "Creazione della holding attraverso la scissione mediante scorporo". Offre una panoramica dettagliata su come la scissione mediante scorporo può essere utilizzata per formare una holding, esaminando le procedure, le implicazioni legali e fiscali, e i benefici strategici di questo approccio.

Il Capitolo 11 riguarda il processo di creazione della holding estera e la gestione di aspetti critici. Il capitolo offre una panoramica dettagliata su come affrontare le complessità legali e fiscali associate alle holding estere.

Il Capitolo 12 si focalizza sulla "Holding nella forma della società semplice: pro e contro". In questo capitolo, viene analizzata la struttura della società semplice utilizzata come holding familiare, discutendo i vantaggi e le sfide che tale forma giuridica comporta per la gestione e la pianificazione patrimoniale.

Il Capitolo 13 tratta degli "Adempimenti iniziali di accreditamento della holding per le comunicazioni all’anagrafe rapporti o ai fini CRS". In questo capitolo, viene esaminato il processo necessario per le holding al fine di adempiere agli obblighi di registrazione e comunicazione iniziali richiesti dalle autorità fiscali e regolatorie.

Il Capitolo 14 si concentra sulle "Comunicazioni all’anagrafe tributaria dovute dalle holding". Questo capitolo approfondisce le procedure e gli obblighi che le holding devono rispettare per mantenere la compliance con le normative fiscali, in particolare per quanto riguarda la registrazione e la segnalazione delle transazioni finanziarie e dei rapporti aziendali alle autorità fiscali.

Il Capitolo 15 tratta delle "Comunicazioni CRS e la holding ex art. 162-bis", concentrandosi sulle normative internazionali per lo scambio automatico di informazioni finanziarie e come queste influenzano le holding.

Leggi il libro completo Fiscalità e adempimenti delle Holding 2024 - cartaceo

3) Fiscalità e adempimenti delle holding: indice

1 Le opportunità della holding
 1.1 Introduzione
 1.2 Lineamenti della holding
 1.3 I vantaggi della holding
 1.3.1 Vantaggi nella gestione della liquidità
 1.3.2 Regimi fiscali di favore ai fini delle imposte dirette e indirette
 1.3.3 Gestione di un passaggio generazionale ordinato
 1.3.4 Filtro per gestire i conflitti tra i soci
 1.3.5 Filtro per tenere unito un gruppo di soci
 1.3.6 Mitigazione del rischio delle attività
 1.3.7 Gestione della governance del gruppo
 1.3.8 Maggiore solidità finanziaria spendibile nei confronti del sistema bancario
 1.3.9 La tutela del patrimonio
 1.4 Gli svantaggi della holding: introduzione
 1.4.1 Responsabilità per l’attività di direzione e coordinamento
 1.4.2 Necessità di redazione di un bilancio consolidato
 1.4.3 Rischio di presenza di società di comodo
 1.4.4 Appesantimento IRAP
 1.4.5 Duplicazione di costi societari
 1.4.6 Appesantimento della burocrazia infragruppo
 1.4.7 Problematiche IVA
 1.4.8 Holding discount
2 La definizione di holding ex art. 162-bis del TUIR dopo l’intervento del D.Lgs. 142/2018
 2.1 Introduzione
 2.2 La vecchia disciplina e l’abolizione dell’art. 113 TUB
 2.3 I lineamenti della disciplina attualmente in vigore
 2.3.1 Gli intermediari finanziari veri e propri
 2.3.2 Le società di partecipazione finanziaria (holding che posseggono partecipazioni in intermediari finanziari di cui al punto 1)
 2.3.3 Holding non finanziarie e soggetti assimilati
 2.4 La forma di bilancio
 2.5 La disciplina fiscale - cenni
 2.5.1 La compilazione del modello IRAP per le holding industriali
 2.6 Come si valuta la prevalenza
 2.6.1 L’interrogazione parlamentare e gli interventi di prassi
 2.6.2 Il caso della sub-holding
 2.6.3 Holding mista industriale e finanziaria
 2.6.4 La liquidity company
 2.6.5 Le partecipazioni iscritte nel circolante
 2.6.6 Risvolti FACTA/CRS nelle risposte 266 e 363/2022
 2.6.7 Profili IRAP
 2.7 Entrata in vigore dell’art. 162-bis
 2.8 Le comunicazioni all’anagrafe - cenni
 2.8.1 Le risposte della DRE Piemonte in tema di società semplici
3 La dichiarazione IRAP 2024 della holding industriale
 3.1 Introduzione
 3.2 a base imponibile
 3.3 L’aliquota maggiorata
 3.4 La compilazione del modello IRAP per le holding industriali
 3.5 Alcuni esempi di compilazione
 3.6 Le holding società di persone
4 Holding e IRES
 4.1 Introduzione
 4.2 Oneri finanziari
 4.3 Le perdite su crediti
 4.4 La maggiorazione IRES
 4.5 Società di comodo
 4.6 Altre previsioni minori
5 Le holding e la disciplina delle società di comodo
 5.1 Introduzione
 5.2 Le cause di esclusione
 5.3 Le cause di disapplicazione
 5.4 Le perdite sistemiche non sono più un problema
6 La holding di famiglia e l’IVA
 6.1 Introduzione
 6.2 La holding è un soggetto economico?
 6.3 La holding può detrarre l’IVA?
 6.4 Gli orientamenti dell’Agenzia delle Entrate in tema di IVA
 6.5 Le opportunità offerte dalla disciplina IVA
 6.5.1 Introduzione
 6.5.2 Il Gruppo IVA
 6.5.3 La tenuta di contabilità separate
 6.5.4 Analisi di un caso tratto dalla pratica professionale
 6.6 La cessione delle partecipazioni
7 Il finanziamento della holding alle consociate e profili IVA connessi
 7.1 Introduzione
 7.2 La soggettività IVA della holding
 7.2.1 L’indetraibilità del comma 2 dell’art. 19 e le eccezioni del comma 3: il caso della lettera b)
 7.2.2 L’eccezione della lettera a-bis): i finanziamenti a soggetti extracomunitari
 7.3 Casi di applicazione del pro rata
 7.3.1 I termini della questione
 7.4 Un quadro di sintesi
 7.5 Le possibili soluzioni per la holding che eroga finanziamenti domestici
 7.5.1 Introduzione
 7.5.2 La separazione delle contabilità
 7.5.3 Il gruppo IVA
8 Il bilancio delle holding industriali
 8.1 Introduzione
 8.2 La forma del bilancio ed il principio della derivazione rafforzata
 8.2.1 Gli effetti del principio di derivazione rafforzata
 8.2.2 Le azioni proprie
 8.2.3 I finanziamenti nei confronti delle società appartenenti al gruppo delle micro imprese
 8.2.4 I finanziamenti verso terzi ed il costo ammortizzato
 8.2.5 Il finanziamento alla società controllata
 8.2.6 I finanziamenti infragruppo cui trova applicazione il principio di derivazione rafforzata
 8.3 “Novità” in tema di bilancio per le holding “pure”
 8.3.1 Introduzione
 8.3.2 Le modifiche normative: le norme non applicabili
 8.3.2.1 Impossibilità di redigere il bilancio delle micro imprese
 8.3.2.2 Quali conseguenze sul principio di derivazione rafforzata?
 8.3.2.3 Inapplicabilità del comma 2 dell’art. 2435-bis (Accorpamento dei ratei e risconti)
 8.3.2.4 Inapplicabilità del comma 6 dell’art. 2435-bis
 8.3.2.5 Facoltà di iscrivere i titoli al costo di acquisto, i crediti al presumibile valore di realizzo e i debiti al nominale (comma 7)
 8.3.2.6 Il caso delle azioni proprie
 8.3.3 Entrata in vigore
 8.3.4 Ambito soggettivo della novella
9 La creazione della holding mediante conferimento
 9.1 Introduzione
 9.2 Il conferimento ex art. 177, co. 2 TUIR nella risposta 170/2020
 9.2.1 I principi della risposta
 9.2.2 Requisiti soggettivi dei conferenti
 9.2.3 Il requisito del controllo
 9.2.4 Acquisizione “uno actu”
 9.2.5 Il conferimento di partecipazioni detenute indirettamente
 9.2.6 Il realizzo controllato
 9.3 La non applicabilità della clausola antiabuso ai soci persone fisiche
 9.4 La piena dignità dell’art. 177 co. 2 rispetto all’art. 9
 9.5 La gerarchia tra le norme
 9.6 Il problema della minusvalenza
 9.7 Imposta di registro
 9.8 Imposta sulle transazioni finanziarie.
 9.9 Altri regimi fiscali che interessano l’operazione di conferimento di partecipazioni (art. 177 co. 2-bis, art. 9)
 9.9.1 Ancora sul conferimento ex art. 177 co. 2
 9.9.2 Il conferimento di quote qualificate: un primo inquadramento
 9.9.3 Il requisito partecipativo: la partecipazione qualificata (lett. a) co. 2-bis)
 9.9.4 Il requisito della partecipazione del conferente (lett. b) co. 2-bis)
 9.9.5 Il soddisfacimento dell’effetto demoltiplicativo ai fini del conferimento di partecipazioni in holding
 9.9.6 La creazione abusiva della personal holding
 9.9.7 Le opportunità della personal holding
 9.10 Creazione della holding mediante conferimento: un quadro di sintesi
10 La creazione della holding attraverso la scissione mediante scorporo
 10.1 Inquadramento
 10.2 La scissione mediante scorporo come operazione volta a creare la holding
 10.3 La scissione mediante scorporo come operazione volta a creare la sub-holding
11 La creazione della holding estera e la gestione di aspetti critici
 11.1 Introduzione
 11.2 La scelta del Paese estero
 11.3 Le opportunità dell’intermediate holding
 11.3.1 Le vie per giungere alla nuova configurazione del gruppo
 11.4 Le criticità della holding estera
 11.4.1 Il ventaglio delle criticità
 11.4.2 La disciplina Controlled foreign companies
 11.4.2.1 I casi di discussione: il raffronto dell’imposizione in assenza di applicazione del principio
 11.4.2.2 Applicazione del principio del provvedimento: le regole italiane applicate alla holding estera
 11.4.2.3 Applicazione del principio del provvedimento: le regole estere applicate nel calcolo dell’ETR della holding estera e del VTR
 11.4.2.4 Una riflessione sugli esempi
 11.4.2.5 Il caso della holding lussemburghese
 11.4.2.6 L’esimente
 11.4.3 Il transfer price
 11.4.4 L’esterovestizione
 11.4.5 Il rimpatrio degli utili
 11.4.6 La gestione del rapporto con i consulenti esteri
12 La holding nella forma della società semplice: pro e contro
 12.1 Introduzione
 12.2 Le caratteristiche della società semplice
 12.3 Le opportunità della società semplice
 12.4 La società semplice holding
 12.5 La società semplice può essere una reale alternativa al trust?
 12.6 Alcuni limiti della holding società semplice
 12.6.1 Introduzione
 12.6.2 La fiscalità in sede di conferimento di quote societarie in una società semplice
 12.6.3 La fiscalità dello scioglimento della società semplice
 12.6.3.1 Liquidazione della società semplice: un caso professionale
 12.6.4 La donazione delle quote di società semplice
 12.6.5 La comunicazione all’anagrafe dei rapporti tributari
 12.7 La complessa tassazione dei dividendi percepiti da una società semplice
 12.7.1 Introduzione
 12.7.2 L’iniziale dimenticanza della società semplice
 12.7.3 Il primo intervento riparatore ad opera dell’art. 32-quater D.L. 124/2019
 12.7.4 L’intervento del D.L. 23/2020
 12.8 Aggravi IVIE e IVAFE
 12.9 La società semplice estera
 12.10 Spunti conclusivi
13 Gli adempimenti iniziali di accreditamento della holding per le comunicazioni all’anagrafe rapporti o ai fini CRS
 13.1 Introduzione
 13.2 La comunicazione della PEC al REI “Registro Elettronico Indirizzi-REI”
 13.2.1 Termini per la comunicazione della PEC al REI
 13.2.2 Codici identificativi dei soggetti che devono comunicare la PEC al REI
 13.2.3 Come compilare la comunicazione per trasmettere la PEC al REI
 13.2.4 Come trasmettere operativamente la comunicazione
 13.3 Come dotarsi delle credenziali FiscoOnline
 13.4 Comunicazione PEC al REI - Errori frequenti
 13.5 Richiedere l’accreditamento al SID
 13.6 Eseguire il software SID-Gestione ambiente di sicurezza e creare i certificati di firma
 13.6.1 Gli errori tipici nella generazione dei certificati
 13.6.2 Verifica Certificati - Validità
 13.6.3 Il rinnovo dell’ambiente di sicurezza e del certificato di firma
14 Le comunicazioni all’anagrafe tributaria dovute dalle holding
 14.1 Introduzione
 14.2 Le comunicazioni all’anagrafe tributaria: mensile o annuale?
 14.2.1 Il concetto di “rapporto”
 14.2.2 Le indicazioni del provvedimento 23 maggio 2022
 14.2.3 I rapporti che deve comunicare la holding
 14.2.4 L’oggetto della comunicazione
 14.3 Focus: la comunicazione del titolare effettivo
 14.4 Esempi di compilazione di comunicazioni all’anagrafe rapporti
 14.4.1 La comunicazione di una partecipazione a seguito di “nuova” qualifica di holding
 14.4.2 La comunicazione a seguito di finanziamento socio
 14.4.3 La vendita parziale di una partecipazione
 14.4.4 La chiusura di un finanziamento
 14.4.5 La comunicazione relativa ai rapporti di garanzia
 14.4.6 La comunicazione relativa al cash pooling
 14.4.7 Casi particolari di rapporti
 14.4.8 La fotografia di consistenza
 14.5 Quali comunicazioni trasmettere in presenza di operazioni straordinarie
 14.6 Le sanzioni per mancata comunicazione
 14.7 La sanatoria degli errori formali commessi sino al 2022
 14.8 Documenti di prassi circa le comunicazioni all’anagrafe
15 Le comunicazioni CRS e la holding ex art. 162-bis
 15.1 CRS - cenni
 15.1.1 Quali sono i Paesi che scambiano le informazioni
 15.1.2 Lo scambio CRS ed il recepimento in Italia
 15.2 Definizione atecnica di holding
 15.2.1 La definizione di holding industriale dell’art. 162-bis e gli utilizzi connessi
 15.2.2 La definizione di holding ai fini CRS
 15.2.3 Le risposte ad interpello: holding e CRS sembra proprio di no
 15.3 Un quadro di sintesi delle varie definizioni di holding

Leggi il libro completo Fiscalità e adempimenti delle Holding 2024 - cartaceo
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RIFORMA DELLO SPORT · 23/07/2024 101 domande e risposte per il mondo dello sport dilettantistico

Lavoro sportivo, Volontariato sportivo, Premi, Rimborsi spese, Certificati medici e responsabilità, Safeguarding e MOG

101 domande e risposte per il mondo dello sport dilettantistico

Lavoro sportivo, Volontariato sportivo, Premi, Rimborsi spese, Certificati medici e responsabilità, Safeguarding e MOG

Opere d’arte: gestione legale, fiscale e patrimoniale

Arte e fisco II edizione: nuova sezione sugli aspetti del wealth planning o pianificazione patrimoniale delle opere d'arte

Accertamento parziale integrativo e modificativo

Guida completa all'accertamento dopo le modifiche allo Statuto del Contribuente in attuazione della delega Fiscale

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.