IN PRIMO PIANO:

Speciale Pubblicato il 07/01/2021

Superbonus e legge di bilancio 2021: la mappa delle proroghe del 110%

di Dott.ssa Fiammelli Matilde

Tempo di lettura: 4 minuti
superbonus

La legge di bilancio per il 2021 ha prorogato la detrazione del 110% del superbonus. C’è tempo fino al 30 giugno 2022 e anche oltre in alcuni casi.

Commenta Stampa

Il superbonus, la maxi agevolazione del 110% che permette di detrarre, cedere o richiedere lo sconto in fattura a fronte di taluni interventi sugli immobili è finalmente stata prorogata con la legge di bilancio per il 2021. 

La proroga è per la maggior parte dei casi al 30 giugno 2022 rispetto a quella inizialmente prevista al 31 dicembre 2021 dal DL 34/2020, tuttavia si può parlare di alcune eccezioni a tale spostamento.

1) Le nuove scadenze

  • La regola generale per la totalità dei contribuenti (30/06/2022): tutte le spese rimaste a carico dei contribuenti e connesse agli interventi previsti dall’art. 119, DL 34/2020 e successive modificazioni, possono godere del 110% se sostenute dal 1 luglio 2020 fino al 30 giugno 2022. La ragione per cui la concessione è solo di sei mesi rispetto alla scadenza originaria è connessa al solo fatto di permettere di ultimare i lavori che hanno stentato a partire a causa delle continue modifiche all’impianto normativo (da ultimo le modifiche del Dl 104/2020 ad ottobre 2020). La particolarità di tale proroga prevede che: 
    • le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 (originaria scadenza) e rimaste a carico dei contribuenti, nel caso della detrazione in dichiarazione dei redditi seguono la vecchia regola della detrazione in 5 quote annuali costanti. 
    • Le spese sostenute dall’1 gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022 verranno detratte in 4 quote annuali costanti. Ciò anche se le stesse sono connesse ai medesimi interventi iniziati negli anni 2020 e 2021. 
    • la deroga concessa ai condomini: i condomìni sono, infatti, fra i soggetti destinatari del superbonus ai sensi dell’art. 119, co. 9, DL 34/2020. Per tali soggetti, in particolare e quindi per i loro abitanti, i condòmini, è possibile applicare l'estensione del termine per godere del 110% in tale situazione. 
  • Nel caso dei condomini, se alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione da superbonus spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, derogando quindi di sei mesi al termine prorogato dalla legge di bilancio (in tale caso non è chiaro, per le spese sostenute da luglio a dicembre 2022 quante rate si possano applicare per la detrazione, si presume 4) 

LEGGI ANCHE Superbonus del 110% verso le modifiche nella conversione in legge del DL 104/2020

2) Gli IACP

Diversa scadenza del beneficio è prevista per gli interventi da superbonus posti in essere dagli IACP o dagli enti assimilati che gestiscono o possiedono i complessi di edilizia popolare.

La scadenza originaria per tali soggetti era fissata al 30 giugno 2022, mentre la legge di bilancio 2021 sposta tale ultima scadenza al 31 dicembre 2022. 

Anche in questo caso, qualora si detraggano le spese in dichiarazione la strada sarà duplice:

  • le spese sostenute fino al 30 giugno 2022 e rimaste a carico degli IACP o dei soggetti a loro assimilati verranno detratte in 5 quote annuali costanti
  • le spese sostenute dall’1 luglio 2022 e fino al 31 dicembre 2022 potranno, invece essere detratte in 4 quote annuali costanti
  • per gli interventi per i quali alla data del 31 dicembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione da superbonus spetta anche per le spese sostenute entro il 30 giugno 2023 (in tale caso non è chiaro, per le spese sostenute da gennaio a giugno 2023 quante rate si possano applicare per la detrazione, si presume 4 anche se in realtà nessun riferimento è fatto dalla normativa).

3) Il Sismabonus

  • La regola generale in caso di sismabonus (art. 16, DL 63/2013). Stessa sorte subisce il supersismabonus, cioè gli interventi antisismici effettuati sugli immobili che sorgono nelle zone di pericolosità 1, 2 e 3. In questi casi la detrazione è elevata al 110% per tutti i lavori sostenuti e rimasti a carico dei contribuenti interessati dal 1 luglio 2020 fino al 30 giugno 2022. Per le spese rientranti in questa tipologia di interventi che sono sostenute dal 1 gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022, in caso di detrazione, le quote costanti annuali saranno 4, mentre le spese sostenute in precedenza (2020-2021) verranno detratte in 5 quote annuali. 
  • Ricostruzione di fabbricati danneggiati dal sisma. Il DL 104/2020 aveva introdotto all’art. 119, il comma 4 ter, ammettendo fino al 31 dicembre 2020, l’aumento del 50% del limite massimo di spesa sostenibile, nel caso di lavori di ricostruzione di immobili situati nelle zone previste dagli elenchi allegati ai DL 189/2016 e DL 39/2009. Tale scadenza del 31 dicembre 2020 è ampliata fino al 30 giugno 2022 in conformità con le proroghe in precedenza descritte.

4) Per riassumere...

tipologia di intervento al 110%
scadenza originaria
nuova scadenza
altre informazioni

Interventi previsti dall’art. 119, DL 34/2020
31 dicembre 2021
30 giugno 2022

spese sostenute dal 1/7/2020 al 31/12/2021: 5 rate


spese sostenute dal 1/1/2022 al 30/06/2022: 4 rate


IACP
30 giugno 2022
31 dicembre 2022

spese sostenute dal 1/7/2020 al 30/06/2022: 5 rate


spese sostenute dal 1/7/2022 al 31/12/2022: 4 rate


IACP
30 giugno 2022 
30 giugno 2023
il termine si applica qualora alla data del 31/12/2022 l’ente abbia raggiunto il 60% dei lavori (sarà possibile detrarre anche le spese sostenute da gennaio a giugno 2023)
Sismabonus (DL 63/2013)
31 dicembre 2021
30 giugno 2022

spese sostenute dal 1/7/2020 al 31/12/2021: 5 rate


spese sostenute dal 1/1/2022 al 30/06/2022: 4 rate

Ricostruzione di immobili colpiti da sisma (aumento del limite massimo di spesa del 50%)
31 dicembre 2020
30 giugno 2022
la proroga in questo caso riguarda la maggiorazione del limite massimo di spesa. Per comprendere se si tratta di 4 o 5 rate occorre fare riferimento al nuovo termine per il Sismabonus (DL 63/2013)
Condomini
31 dicembre 2021
31 dicembre 2022
il termine si applica qualora alla data del 30/6/2022 l’ente abbia raggiunto il 60% dei lavori (sarà possibile detrarre anche le spese sostenute da luglio a dicembre 2022)

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Busta Paga Colf 2021 - Foglio di calcolo (excel)
In PROMOZIONE a 29,90 € + IVA invece di 34,90 € + IVA fino al 2021-02-28
Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2021-01-31
Modello IVA 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 69,90 € + IVA invece di 74,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Rimborso trasferte 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 29,89 € + IVA invece di 34,90 € + IVA fino al 2022-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE