IN PRIMO PIANO:

Speciale Pubblicato il 11/08/2020

Regolarizzazioni in agricoltura e lavoro domestico in scadenza il 15.8

di Staff di Fiscoetasse

Tempo di lettura: 5 minuti
regolarizzazione immigrati agricoltura

Come e dove fare domanda per regolarizzare i rapporti di lavoro in agricoltura e con colf e badanti . Si avvicina la scadenza dei termini

Commenta Stampa

Si avvicina il termine della scadenza per le domande di :

  • regolarizzazione di rapporti di lavoro sommerso o  di nuove assunzioni , da parte dei datori di lavoro, e di
  • permessi temporanei per la ricerca di lavoro da parte di lavoratori immigrati con permesso scaduto .

nei settori  dell'agricoltura e dell'assistenza agli anziani  e del lavoro domestico. Le procedure di richiesta si sono aperte il 1 giugno e la scadenza è stata prorogata  con la conversione del decreto Rilancio dal 15 luglio al 15 agosto.

 La norma ricordiamo,  intende dare maggior sostegno all'occupazione nel settore agricolo per affrontare le difficolta dell'emergenza Coronavirus, contrastando i fenomeni di caporalato e sfruttamento ma garantendo l'assenza di conseguenze per i datori di lavoro che provvedano alla regolarizzazione. 

Il decreto Rilancio  prevede infatti dalla data del 19 maggio e fino alla conclusione dell’esame delle  richieste ,   la sospensione per i procedimenti penali e amministrativi connessi con il lavoro irregolare e la permanenza senza permesso sul territorio nazionale,  ad eccezione di quelli per gravi reati sia nei confronti dei datori di lavoro che dei lavoratori

La sanatoria riguarda solo  alcuni specifici settori economici:

  • agricoltura,
  • zootecnia ,
  • pesca e acquacoltura
  • lavoro domestico e assistenza alla persona (colf e badanti)

In data 31 maggio l'Inps ha emanato a tempo di record la circolare di istruzioni (n. 68) per le procedure che interessano lavoratori italiani o comunitari.

In allegato l'elenco delle attivita comprese , con relativi codici Ateco.

Vediamo di seguito tutte le regole i requisiti e le modalità di domanda e i costi previsti dal Decreto.
 

Ti puo interessare il libro di carta "Il decreto sicurezza" di C. Bedessi e F. Piccioni -  200 pagine Maggioli editore

1) Riepilogo dei requisiti ed esclusioni

La principali novità precisata dal Decreto ministeriale  è la condizione economica richiesta per i datori di lavoro ( ad evitare possibili frodi ) :

  • per essere ammessi alla  procedura di emersione   sia  persona fisica, che ente o società, devono certificare un reddito imponibile o  un fatturato non inferiore a 30mila euro annui;
  • fa eccezione la dichiarazione di emersione  per un rapporto di lavoro  che interessi familiari, conviventi o meno, affetti da patologie o disabilità ( puo essere il caso di una badante che viene assunta dalla persona anziana di cui si prende cura): in questo caso il reddito imponibile del datore  deve essere pari o superiore a 20mila euro annui se il nucleo familiare composto da un solo soggetto percettore di reddito, oppure non inferiore a 27mila euro annui nel caso di famiglia anagrafico con  più soggetti conviventi.

I cittadini extracomunitari possono presentare domanda di permesso temporaneo se in possesso di tutti i seguenti requisiti:

  • in possesso di soggiorno scaduto alla data del 31 ottobre 2019
  •  presenti sul territorio nazionale già alla data dell'8 marzo 2020  . 
  • che abbiano svolto attività di lavoro nei settori  citati  prima del 31 ottobre 2019  sulla base di documentazione riscontrabile dall’Inps.

Va specificato inoltre che :

Sono esclusi dalla regolarizzazione i datori di lavoro e i lavoratori condannati, anche in via non definitiva, per gravi reati tra cui il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, tratta finalizzata alla prostituzione e allo sfruttamento dei minori,  caporalato.
Sono esclusi anche i lavoratori stranieri interessati da provvedimenti di espulsione per gravi motivi,  condannati, anche in via non definitiva  per reati conto la liberta personale , stupefacenti,  terrorismo o segnalati  come minaccia per l’ordine pubblico.

 

2) Domande lavoratori per permesso di soggiorno temporaneo

I cittadini stranieri, in possesso dei requisiti citati possono presentare domanda per un permessoalla Questura,  per il tramite degli Uffici postali Sportello Amico.
Il costo dell’inoltro della domanda è di 30 euro (oltre alla marca da bollo da 16 euro), l’accesso alla procedura di 130 euro.

Per la dimostrazione della presenza in Italia dall'8 marzo 2020 il cittadino straniero deve essere stato sottoposto  a  rilievi  fotodattiloscopici  primadell'8 marzo 2020 ovvero aver soggiornato in  Italia  precedentemente all'8 marzo 2020 in forza della dichiarazione  di  presenza  o  essere  in  possesso  di  attestazioni  di data  certa  provenienti  da organismi pubblici; 

Per la dimostrazione  dei rapporti di lavoro precedenti occorre presentare almeno uno dei seguenti documenti:

  • certificazione rilasciata dal Centro per l’impiego
  • contratto di lavoro; cedolino di paga;
  • estratto conto previdenziale;
  • modello Unilav di assunzione, trasformazione e/o cessazione del rapporto di lavoro;
  • fotocopia di assegno bancario relativo alla  la retribuzione o altre ricevute  relative al pagamento di emolumenti attinenti il rapporto di lavoro;
  • ricevute di pagamento dei contributi per lavoro domestico mediante sistema PagoPa stampata dal portale Inps;
  • comunicazioni  di posta elettronica e/o Sms dal servizio  MyInps, relative a prestazioni di lavoro occasionale in ambito domestico ,
  • qualsiasi corrispondenza cartacea tra  datore di lavoro e lavoratore che possa dare  riscontro dell’attività lavorativa.

3) Domande Datori di lavoro per nuove assunzioni e regolarizzazioni

  1. Le domande di emersione o nuove assunzioni  di lavoratori extracomunitari vanno inviate solo in forma telematica dalle ore 7.00 del 1° giugno 2020 alle ore 22.00 del 15 agosto 2020 sull’applicativo  del Ministero dell'Interno all’indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it, e la procedura sarà gestita dallo Sportello unico per l’immigrazione.
  2.  La sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare già in corso con cittadini italiani o comunitari,  si puo invece  dichiarare  con  istanza telematica all’Inps, sempre dal 1° giugno al 15 agosto  2020, sull’apposita pagina presente su www.inps.it.

L’emersione prevede un contributo  di 500 euro per pratica oltre a un contributo forfettario a titolo contributivo, retributivo e fiscale  non ancora specificato.

L'agenzia delle entrate ha  già istituito, con la risoluzione n. 27/E, i codici tributo per il versamento, tramite F24 dei contributi forfettari :

  • “REDT” denominato “Datori di lavoro - contributo forfettario 500 euro - art.103, comma 1, D.L. n. 34/2020”;
  • “RECT” denominato “Cittadini stranieri – contributo forfettario 130 euro - art.103, comma 2, D.L. n. 34/2020”.

Qui le istruzioni complete


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Affrancamento terreni 2020 (excel)
Scaricalo a 39,90 € + IVA
Valutazione d'azienda e Affrancamento: Pacchetto
In PROMOZIONE a 119,90 € + IVA invece di 159,96 € + IVA fino al 2030-12-31
Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-11-10
Busta Paga Colf 2020 - Foglio di calcolo (excel)
In PROMOZIONE a 29,90 € + IVA invece di 34,90 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE