HOME

/

DIRITTO

/

TERZO SETTORE E NON PROFIT

/

LE DISCIPLINE BIO NATURALI: UN SETTORE PROFESSIONALE IN CERCA DI IDENTITÀ

Le Discipline Bio Naturali: un settore professionale in cerca di identità

Discipline Bio Naturali (o D.B.N.) , Discipline Olistiche o Arte per la Salute, Bio Danza, Bio Fertilità, Shiatsu, Tai Chi Chuan, il punto normativo

Volendo dare una definizione delle Discipline Bio Naturali, possiamo rifarci a uno dei pochi dati normativi presenti nella legislazione nazionale all'interno della Legge Regionale 2/2005 della Regione Lombardia, che le descrive così:

“le Discipline Bio Naturali consistono in attività e pratiche che hanno per finalità il mantenimento e il recupero dello stato di benessere della persona, che non hanno carattere di prestazione sanitaria, che tendono a stimolare le risorse vitali dell’individuo attraverso metodi ed elementi naturali la cui efficacia è stata verificata nei contesti culturali e geografici in cui la singola Disciplina si è sviluppata “.

Con una storia pluridecennale alle spalle, le Discipline Bio Naturali (o D.B.N.), sono state identificate con varie definizioni, tra cui Discipline Olistiche o Arte per la Salute, finché non si è condivisa la scelta di accogliere tutte queste prestazioni sotto il cappello di una definizione che chiarisse che sono frutto di studio e di attento apprendimento (Discipline), che stimolano le risorse vitali (Bio) e si avvalgono di elementi rispettosi della Natura e da essa mutuati (Naturali). Qualsiasi definizione diretta al ripristino della salute è stata evitata, per non generare confusione e sovrapposizione di competenze con l’area professionale Sanitaria. Le D.B.N., infatti, non attengono all’area sanitaria, estetica o sportiva, ma ad un’area che è stata, per comodità e chiarezza, identificata con la definizione di “area vitalistica”.

Ad oggi non esiste una Legge Nazionale che tratti delle Discipline Bio Naturali, ma in tre regioni (Toscana, Lombardia e Veneto) esistono Leggi Regionali sull’argomento, come pure nella Provincia Autonoma di Trento.

L’attività dei Professionisti delle D.B.N. è normata ai sensi della Legge Nazionale 4/2013, assieme a tutte le altre professioni non organizzate in Ordini e Collegi.

1) Le attività dei professionisti delle Discipline Bio Naturali D.B.N.

Potremmo definire Professionista delle D.B.N. chi ha acquisito comprovate competenze relative a una o più D.B.N., incluse o meno negli elenchi tenuti dalle Regioni, in base alle relative leggi. L’attività dell’Operatore in D.B.N. è di libera pratica professionale e la presenza negli elenchi regionali, nati a garanzia della professionalità degli Operatori per la tutela dell’Utenza, non è obbligatoria per esercitare la professione. Stesso discorso vale per l’adesione ad Associazioni Professionale di Rappresentanza, che possono offrire tutele e attestazioni di qualità professionale.

La Lombardia è stata la prima Regione ad aver inserito nel Quadro Regionale degli Standard Professionali (Q.R.S.P.) i percorsi formativi minimi per essere riconosciuti quali Operatori di qualità, con un numero di Discipline sempre in crescita, e ha istituito i Registri Regionali nei quali i Professionisti e gli Istituti di Formazione che ne abbiano i requisiti possono iscriversi per rendersi visibili all’utenza in cerca di affidabilità e competenza.

Ad oggi nel Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio Naturali della Regione Lombardia (C.T.S. delle D.B.N. Reg. Lomb.) sono rappresentate le seguenti Discipline: BIODANZA, BIODINAMICA CRANIOSACRALE, BIOFERTILITÀ, BODYWORK EMOTIVO STRUTTURALE, CINOFILIA ETICO BIONATURALE, DANZA CREATIVA, DANZA ORIENTALE ANTICA, EDUCAZIONE POSTURALE AL LAVORO, EQUITAZIONE ETICO BIONATURALE, ESSENZE FLOREALI, GELOTOLOGIA, JIN SHIN DO, KARATE TRADIZIONALE BIODINAMICO, KINESIOLOGIA, METODO INTEGRATO BOWEN, NATUROPATIA, ORTHO-BIONOMY, PRANIC HEALING, PRANOPRATICA, PRATICA METAMORFICA, QI GONG, RADIESTESIA, REBIRTHING, REIKI, RIFLESSOLOGIA, RIFLESSOLOGIA AURICOLARE FUNZIONALE, SHIATSU, TAI CHI CHUAN, TECNICHE MANUALI AYURVEDICHE, TECNICHE MANUALI OLISTICHE, TECNICHE MUSICALI OLISTICHE, TECNICHE OSTEOPATICHE OLISTICHE, TECNICHE SUONO-VIBRAZIONALI OLISTICHE, TRAINING DEL BENESSERE/BIO-NATUROPATIA, TUINA, VITALITY MANAGEMENT, WATER SHIATSU, YIQUAN-DACHENGQUAN e YOGA.

 

2) Gli Istituti di Formazione nelle Discipline Bio Naturali D.B.N.

Fermo restando che la pratica delle D.B.N. non è subordinata a un iter di studi riconosciuto, la qual cosa apre tristemente il campo a improvvisatori e autodidatti, gli aspiranti professionisti che desiderano acquisire le competenze necessarie per operare cosciente mente e in sicurezza possono affidarsi agli Istituti di Formazione non formale che offrono corsi e seminari sull’argomento.

Si tratta di norma di Associazioni o, più raramente, di Società che offrono percorsi didattici strutturati e condotti da Insegnanti esperti, che di solito sono a loro volta Operatori di lunga esperienza che abbiano attitudine e competenza per “insegnare l’arte” agli allievi, sia nella teoria sia nell’esercizio della pratica, che in queste Discipline è parimenti importante. Queste Associazioni possono rilasciare all’allievo una attestazione di frequenza dell’iter formativo frequentato a testimonianza dell’impegno profuso nel volersi “equipaggiare” delle competenze necessarie all’esercizio della professione.

Qualora l’Operatore desiderasse una attestazione formale delle proprie competenze, una volta terminato l’iter conforme al Q.R.S.P. della Regione Lombardia con un ente di Formazione non formale (Associazione o Società), potrà frequentare un corso di aggiornamento di almeno 48 ore, con prova finale, con un Ente di Formazione Formale riconosciuto dalla Regione e ottenere una Attestazione Formale delle Competenze nella Disciplina padroneggiata.

3) Le Associazioni Professionali delle Discipline Bio Naturali D.B.N.

Un Operatore che abbia terminato l’iter di formazione nella Disciplina preferita può, se lo desidera, associarsi a una Associazione Professionale. Queste Associazioni sono nate in seguito alla necessità di raggruppare gli Operatori coscienziosi che si formano con un iter formativo di buon livello e che desiderano offrire all’Utenza una serie di garanzie, distinguendosi dagli improvvisatori.

Le Associazioni Professionali nelle D.B.N. curano la formazione continua degli Operatori, ossia il loro aggiornamento professionale permanente; esigono che l’Operatore sottoscriva una polizza assicurativa di responsabilità professionale e, spesso, contrattano con le Assicurazioni la migliore polizza possibile per la propria categoria; rappresentano i propri iscritti con il mondo politico e istituzionale, curandone gli interessi e portandone le istanze, e possono fare da interfaccia tra il professionista e l’utenza; offrono consulenze legali e amministrative relative alla professione.

Inoltre la Legge Nazionale 4/2013 - “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” - prevede l’iscrizione delle Associazioni di rappresentanza dei professionisti, purché ne abbiano i requisiti, negli appositi elenchi conoscitivi del MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico), per rilasciare ai propri iscritti un Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale dei servizi di rappresentanza (Art. 7 della Legge), rendendoli più riconoscibili quali professionisti preparati e, di conseguenza, più competitivi sul mercato.

Ricapitolando la Legge 4/2013:

  • consente all’Operatore delle D.B.N. di lavorare liberamente sul territorio nazionale, assumendosi la responsabilità del suo operato e mantenendo la propria attività professionale nell’ambito delle sue competenze, individualmente, senza alcun obbligo di ulteriori attestazioni di qualità;
  • offre all’Operatore la possibilità di ricevere una attestazione di Qualità Professionale, tramite una Associazione di rappresentanza che ne valuti le competenze, per distinguersi sul mercato;
  • consente di certificare la propria professione tramite enti di accreditamento, sulla base della normativa tecnica predisposta dall’UNI (Ente Italiano di Normazione) per la Disciplina specifica.

4) La corretta terminologia in uso nel mondo delle Discipline Bio Naturali D.B.N.

Spesso la mancata conoscenza della normativa di riferimento, oppure l’interpretazione errata o non prettamente conforme al dettato normativo delle regole, comporta un uso arbitrario e fuorviante di quelle che sono le corrette terminologie da utilizzare nel settore delle Discipline Bio Naturali.

  • DIPLOMA

Molti considerano “illegale” usare il termine “diploma“ quale documento attestante la partecipazione ai corsi o al completo iter formativo in una D.B.N., a comprova dell’avvenuta formazione.

Non esistono evidenze normative che attestino inequivocabilmente il divieto di usare tale termine, come pure non esistono esplicite autorizzazioni al suo uso. Spesso si fa semplicemente riferimento a Wikipedia (che fino a prova contraria non è fonte normativa) dove è riportato che il diploma “è un attestato rilasciato da una autorità pubblica idoneo a conferire un titolo di studio o un diritto”.  Leggendo queste poche parole, alcuni hanno maturato la convinzione che non vi sia la possibilità per i soggetti privati di emettere un attestato chiamandolo “ diploma “ e fiumi di polemiche sono state sollevate al riguardo.

Abbiamo fatto una attenta ricerca in normativa e, ad oggi, non risulta esserci nessun divieto a utilizzare tale termine. Ci sentiamo, in ogni caso, di sconsigliare l’uso del termine Diploma non perché costituisca un illecito, ma per evitare contestazioni inutili e non generare confusione con altre forme di attestazione di tipo formale. Di certo la formula che riteniamo più adatta e scevra da fraintendimenti è “Attestato di partecipazione”, che riteniamo possa essere rilasciato, senza timore di fraintendimenti e di polemiche, da qualsiasi istituto di Formazione.

  • ATTESTATO DI QUALITÀ

L’attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi rappresenta, ai sensi dell’art. 7 della L. 4/2013, uno strumento di qualificazione della professione e può essere rilasciato soltanto ai membri delle associazioni professionali iscritte nell’apposito elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico dalle associazioni stesse.

  • ATTESTATO DI COMPETENZA

 È l’attestazione di competenza formale, rilasciato da un Istituto di Formazione Formale accreditato in Regione. Quest’attestazione si consegue dopo corsi formali, della durata di 48 ore, ai quali possono accedere solo coloro che abbiano completato un iter formativo almeno pari a quello relativo al Quadro Regionale per gli Standard Professionali della Regione Lombardia, presso un Istituto di Formazione.

5) La scelta del Codice ATECO per le Discipline Bio Naturali

I codici ATECO

Un breve cenno deve essere dato relativamente al corretto inquadramento dei professionisti del settore relativamente alla problematica dei codici Ateco, che spesso causano problemi anche interpretativi agli operatori del settore nella scelta del codice da utilizzare per svolgere al meglio la propria attività.

Di seguito indichiamo i codici di riferimento, ricordando sempre che un serio lavoro di inquadramento e consulenza non deve essere lasciato al caso ma posto in essere da professionisti a cui affidarsi.

  • Codice 96.09.09 “altre attività di servizi alla persona NCA”

DESCRIZIONE:

- attività di astrologi e spiritisti

- servizi di ricerca genealogica

- servizi di lustrascarpe, addetti al parcheggio di automobili eccetera

- gestione di macchine a moneta per servizi alla persona (cabine per fototessera, bilance pesapersone, macchine per misurare la pressione del sangue, armadietti a chiave funzionanti a moneta)

- assistenza bagnanti (bagnini)

- servizi domestici svolti da lavoratori autonomi

Dalla classe 96.09 sono ESCLUSE:

- attività di veterinari, cfr. 75.00

- attività delle agenzie di collocamento e fornitura del personale, cfr. 78.10

- affissioni di manifesti, cfr.82.99

- macchine per gioco d’azzardo e videogiochi funzionanti a moneta, cfr. 92.00

- lavatrici funzionanti a moneta, cfr. 96.01

  • Codice ATECO 85.59.20 “Corsi di formazione e corsi di aggiornamento professionale”

DESCRIZIONE:

- corsi di formazione in informatica

- corsi di formazione per chef, albergatori e ristoratori

- corsi di formazione per estetiste e parrucchieri

- corsi di formazione per riparazione di computer

- corsi di primo soccorso, antincendio, rls, rspp

  • Codice ATECO 85.59.90 “Altri servizi di istruzione NCA”

DESCRIZIONE:

- centri che offrono corsi di recupero

- servizi di tutoraggio universitario

- corsi di preparazione agli esami di abilitazione professionale

- formazione religiosa

- corsi di salvataggio

- corsi di sopravvivenza

- corsi di lettura veloce

Dalla classe 85.59 sono ESCLUSE:

- programmi di alfabetizzazione per adulti, cfr. 85.20

- istruzione secondaria generale, cfr. 85.31

- istruzione secondaria tecnica e professionale, cfr. 85.32

- istruzione superiore, cfr. 85.4

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

TERZO SETTORE E NON PROFIT · 19/05/2022 Assemblee a distanza enti no profit: i chiarimenti sulla convocazione

Il consiglio notarile di Milano con due massime le n 12 e 13 fornisce orientamento sulle riunioni a distanza delle assemblee delle associazioni e degli organi diversi

Assemblee a distanza enti no profit: i chiarimenti sulla convocazione

Il consiglio notarile di Milano con due massime le n 12 e 13 fornisce orientamento sulle riunioni a distanza delle assemblee delle associazioni e degli organi diversi

Aliquota IRES alla metà per attività di utilità sociale

La circolare delle Entrate n. 15/E del 17 maggio 2022 fornisce chiarimenti sulla riduzione dell'aliquota IRES per gli enti a spiccata utilità sociale

Società benefit: domande di agevolazione dal 19 maggio

Il MISE sblocca il decreto per le agevolazioni alle società benefit. Possibile presentare domanda di credito di imposta c'è tempo fino al 15 giugno

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.