Speciale Pubblicato il 19/02/2018

Legge Sabatini Ter - ecco le scritture contabili

di Dott. Napolitano Nicola

Tempo di lettura: 4 minuti
beni strumentali

Analisi gli aspetti contabili di un’impresa che effettua un investimento in beni strumentali e usufruisce delle agevolazioni della legge Sabatini Ter

La nuova Legge Sabatini istituita dall’ art. 2 D.L. n. 69 del 21/06/2013 e regolata dal Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27/11/2013 e dalla Circolare del 10/02/2014 n. 4567, prevede notevoli agevolazioni finanziarie. Infatti le imprese che intendono effettuare nuovi investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature nuovi di fabbrica, nonché investimenti in hardware e tecnologie digitali, possono usufruire di un finanziamento da euro 20.000,00 a euro 2.000.000,00 erogato da una banca o stipulare un contratto di leasing, su provvista della Cassa Depositi e Prestiti, ed ottenere un contributo sugli interessi erogato dal Ministero dello sviluppo economico ed eventualmente beneficiare di una garanzia del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese fino all’80% del finanziamento ottenuto.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Ti potrebbe interessare il pacchetto contenente l'ebook+ foglio di calcolo:  La nuova Sabatini



Le scritture per l'acquisto di un bene strumentale agevolato con la Sabatini

In questo speciale analizzeremo gli aspetti contabili di un’impresa che effettua un acquisto di un bene strumentale e usufruisce dei benefici della legge in oggetto.

L’agevolazione erogata consiste in un contributo pari all’ammontare complessivo degli interessi su un finanziamento determinato in via convenzionale della durata di 5 anni al tasso di interesse del 2,75%.

Dal punto di vista contabile possiamo dividere l’operazione in fasi diverse:

1^ fase

Acquisto del bene strumentale con ricevimento della fattura

2^ fase

Erogazione del mutuo richiesto alla banca

3^ fase

Approvazione del contributo in conto interessi

4^ fase

Incasso del contributo in conto interessi

5^ fase

Pagamento delle rate del mutuo bancario

È da puntualizzare che il contributo in conto interessi appartiene alla categoria dei contributi in conto esercizio che vengono erogati al fine di integrare i ricavi dell’azienda o ridurre i costi di esercizio. In questo caso infatti il contributo della legge Sabatini va a ridurre il costo degli interessi del mutuo bancario, che potrebbe avere un tasso di interesse anche superiore a quello convenzionale del 2,75%. Inoltre l’art. 2425 del Codice civile prevede che tale categoria di contributi vadano iscritti alla voce A.5 (Atri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizi) del Conto Economico.

Ancora un aspetto contabile importante è  dettato del Principio contabile O.I.C. 12 il quale stabilisce che tali contributi devono essere contabilizzati per competenza e non per cassa, quindi con rilevamento di un risconto alla chiusura dell’esercizio per il rinvio dei ricavi e conferma anche la collocazione in bilancio nella voce A.5 del Conto economico in quanto integra ricavi e rettifica costi della gestione caratteristica.

Casi pratici ed esempi di scritture contabili beni con agevolazioni Sabatini

Caso Pratico 

Una impresa industriale acquista un macchinario del costo di euro 400.000 +IVA e fa domanda per ottenere le agevolazioni previste dalla Legge Sabatini. Si ipotizza che la banca eroga il mutuo alle condizioni convenzionali previsti dalla legge Sabatini.

Si riceve e si contabilizza la fattura di acquisto del macchinario:

IMPIANTI E MACCHINARI

Ricevuta fattura n. xxx

 €   400.000,00

IVA NS/CREDITO

Ricevuta fattura n. xxx

 €     88.000,00

DEBITI V/FORNITORI

Ricevuta fattura n. xxx

 €   488.000,00

Dopo l’istruttoria bancaria la banca eroga il mutuo collegato alla legge Sabatini e per questo si potrebbero intestare dei conti specifici:

BANCA C/C

Ottenimento mutuo L. Sabatini

 €   398.000,00

SPESE BANCARIE

Spese di istruttoria mutuo L. Sabatini

 €        2.000,00

MUTUO PASSIVO L. SABATINI

Ottenimento mutuo L. Sabatini

 €   400.000,00

Successivamente si provvede a richiedere il contributo in conto interessi e nel momento in cui esso viene accordato si rileva il credito verso l’ente erogatore e il ricavo di esercizio:

CREDITI V/ENTE EROGATORE L. SABATINI

Richiesto contributo in c/interessi

 €     35.000,00

CONTRIBUTI C/INTERESSI L.SABATINI

Richiesto contributo in c/interessi

 €     35.000,00

Quando il contributo viene materialmente erogato e incassato si registra:

BANCA C/C

Ottenuto contributo L. Sabatini

 €     35.000,00

CREDITI V/ENTE EROGATORE L. SABATINI

Ottenuto contributo L. Sabatini

 €     35.000,00

Al pagamento della prima rata del mutuo si rileva:

MUTUO PASSIVO L. SABATINI

Pagata rata mutuo L. Sabatini

 €     37.586,00

INTERESSI PASSIVI SU MUTUO L. SABATINI

Pagata rata mutuo L. Sabatini

 €        5.500,00

BANCA C/C

Pagata rata mutuo L. Sabatini

 €     43.086,00

Al termine del primo esercizio occorre rilevare il risconto per il contributo in conto interessi ottenuto, in quanto la sua rilevazione è per competenza. Essendo il contributo pari a euro 35.000 e la durata convenzionale del mutuo di 5 anni, si determina la quota di competenza per ognuno degli anni:

euro 35.000 / 5 anni = euro 7.000 di competenza annuale.

Avendo rilevato contabilmente un contributo complessivo di euro 35.000, il risconto passivo da rilevare nel primo esercizio sarà di euro 35.000 – euro 7.000 = euro 28.000, con la scrittura contabile:

CONTRIBUTI C/INTERESSI L.SABATINI

Rilevato risconto contributo L. Sabatini

 €     28.000,00

RISCONTI PASSIVI

Rilevato risconto contributo L. Sabatini

 €     28.000,00

Si precisa che il contributo in conto interessi ai fini fiscali è considerato un ricavo tassabile ai sensi del comma 1 lett. h) art. 85 del TUIR.




Prodotti consigliati per te

16,90 € + IVA
10,14 € + IVA
122,62 € + IVA
89,90 € + IVA

Commenti

Il contributo viene erogato annualmente per quota di 1/5 del totale. Non vi erogazione in unica soluzione quindi non occorre nessun riscontro.

Commento di Luigi (14:06 del 20/02/2018)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)