nuovi-voucher

Speciale Pubblicato il 10/07/2017

Voucher addio, ecco Libretto famiglia e Contratto di prestazione occasionale

di Susanna Finesso

Le nuove norme sul lavoro occasionale dopo i voucher: LF e CPO. La piattaforma INPS per la registrazione dal 31 .7 anche per gli intermediari

La manovra correttiva  DL n. 50 2017 è stata convertita in legge e pubblicato in  Gazzetta Ufficiale il 23 giugno scorso. E'  diventata quindi legge  la nuova disciplina messa a punto dal Governo per il lavoro occasionale , che  sostituisce i voucher lavoro, abrogati  solo pochi mesi fa.

Lo scorso 5 luglio l'Inps ha emanato l'attesa circolare di istruzioni , n. 107-2017 che fornisce importanti precisazioni. 

Sono stati  istituiti  due strumenti diversi : 

  • Il LIBRETTO FAMIGLIA , in sigla LF per i privati
  • il CONTRATTO DI PRESTAZIONE OCCASIONALE (in sigla CPO nella circolare , o "Prest-O"). E' riservato ad aziende , professionisti lavoratori autonomi, fino a 5 dipendenti, escludendo  però alcuni  settori .

Si tratta ancora, in sostanza di buoni lavoro prepagati all'INPS, con un costo orario  leggermente aumentato rispetto a quello dei voucher,  per prestazioni di lavoro temporaneo, soprattutto in ambito familiare, con limiti  economici simili ai precedenti.

La tracciabilità telematica delle transazioni è totale  in quanto tutte le prestazioni vengono prenotate e comunicate, passando attraverso la piattaforma telematica INPS,  cosi come gli acquisti e l'erogazione dei compensi ai lavoratori .

Vediamo in sintesi le modalità di utilizzo.

LE CARATTERISTICHE COMUNI A LF  e CPO 

  • Vale per tutti il limite economico 5000 euro annui di spesa  per il datore di lavoro e 5000 euro annui di reddito massimo per il lavoratore  ( per pensionati, studenti fino a 25 anni , disoccupati, percettori di prestazioni integrative i compesi si coneggiano al 75%, per cui il limite sale a circa 6666 euro)Ciascun lavoratore  puo ricevere però al massimo 2500 euro dallo stesso datore di lavoro;
  • hanno  forma telematica, gestita esclusivamente  dall'INPS  con  una apposita piattaforma  raggiungibile dal sito ww.inps.it. attiva dal 10 luglio 2017.   Sulla piattaforma gli utilizzatori si registrano con il proprio PIN INPS fornendo i dati propri e del prestatore di lavoro, compreso l'IBAN per l'accredito del compenso. Attraverso la  stessa piattaforma l' INPS  infatti raccoglie i pagamenti  dai datori di lavoro e  accredita le somme  su conto corrente bancario o postale dei prestatori di lavoro, il 15 del mese successivo alla  prestazione, versando  i relativi contributi alla Gestione separata e all'INAIL .
  • I compensi  sono esenti da imposizione fiscale, non incidono sullo  stato di disoccupazione e sono computabili  nel reddito per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno.
  •  Non possono essere utilizzati lavoratori che abbiano avuto, con lo stesso soggetto, rapporti di lavoro dipendente  o collaborazioni coordinate in corso o cessati da meno di  6 mesi.
  • Per utilizzare LF e Cpo, prestatori e utilizzatori devono,  per prima cosa,   registrarsi    al seguente servizio: www.inps.it  / Prestazioni Occasionali. Al  momento  della  registrazione  gli  utilizzatori  dovranno  scegliere  se  accedere  al  Libretto Famiglia  o  al  Contratto  per  prestazioni  occasionali.  

Sul versamento per prestazioni occasionali con F24 vedi "Nuovi voucher ecco le causali per i pagamenti"

 Sul lavoro intermittente vedi la nuova Guida "Il contratto di lavoro a chiamata"

Ti puo interessare il nuovo completo E book : "Nuovi voucher lavoro occasionale, CO.CO.CO, intermittente" - IN PROMOZIONE!

Il Libretto Telematico di buoni lavoro per le famiglie

Il Libretto Telematico  di buoni per lavoro occasionale è riservato ai privati  (persone fisiche non nell'esercizio di arti o professioni) e,  viene definito "libretto famiglia o LF " e  va utilizzato per l'acquisto di  prestazioni  occasionali, SOLO nell'ambito di:

  • aiuto domestico, lavori di giardinaggio  o di manutenzione
  • assistenza domiciliare a bambini anziani o disabili
  • lezioni private 

Puo  essere acquistato online sul sito INPS o presso gli uffici postali e banche con F24 Elide, utilizzando quindi contanti o strumenti di pagamento elettronici. Il versamento parte da un minimo di 10 euro a  importi sempre multipli di 10. Va tenuto conto che in caso di pagamnto con F24 sono ncìecessari almeno 7-0 giorni feriali per avere le somme a disposizione per la prestazione.

Valore economico  dei titoli: 10 euro lordi per un ora di lavoro,   di cui 1,65€  per la contribuzione alla Gestione separata, 0,25€ per INAIL , 0,10€ per le spese di gestione, 8 euro netti per il lavoratore .

Per garantire la tracciabilità della prestazione l'utilizzatore è tenuto a comunicare sulla piattaforma INPS , la prestazione effettuata entro il giorno 3 del mese successivo al momento della prestazione. L'utilizzatore riceverà contemporaneamente un SMS dal sistema, per  doppio controllo sul lavoro effettuato.

NOTA BENE  Questi titoli di pagamento a partire dal 2018 sostituiranno gli attuali voucher anche per  fruire  del "bonus asili nido-baby sitter", previsto dalla L. 92 2012 in alternativa al congedo parentale. Fino alla fine del 2017 l'Inps, solo a questo fine, erogherà ancora i vecchi voucher.

Il contratto di prestazione occasionale per le aziende "Presto"

Il contratto di prestazione occasionale puo  essere utilizzato:

  • le aziende ( compresi lavoratori autonomi e professionisti)  che impiegano fino a 5 dipendenti,

  • enti locali  ma solo   per esigenze temporanee o eccezionali come :

  1.  nell'ambito di progetti speciali  per soggetti in stato di povertà, di disabilità, di detenzione, di tossicodipendenza o che fruiscono di ammortizzatori sociali;

  2.  per lo svolgimento di lavori di emergenza correlati a calamità o eventi naturali improvvisi; 

  3.  per attività di solidarietà, 

  4.  per l'organizzazione di manifestazioni sociali, sportive, culturali o caritative.

  • Le aziende agricole, sempre sotto i 5 dipendenti, possono utilizzare solo lavoratori non iscritti all'elenco dei lavoratori agricoli m che facciano parte di  categorie particolari come pensionati, studenti, disoccupati , percettori di sostegni al reddito. 

Sono invece ESCLUSE totalmente:

  • le aziende  settore edile e minerario
  • le aziende che operano nell'ambito di contratti di appalto. 

L'ATTIVAZIONE DEL CONTRATTO avviene sulla piattaforma telematica INPS.  L'utilizzatore  deve inserire i suoi dati e quelli del prestatore di lavoro,  il compenso previsto, il luogo e  la durata della prestazione., l'IBAN del prestatore di lavoro per l'accredito del compenso o l'indirizzo di recapito della notifica in caso di bonifico  fermo posta.

Il pagamento del dovuto   potrà essere elettronico  direttamente sul sito con il sistema PAGOPA ,   anche telefonando al Contact center, oppure  utilizzando il modello di versamento F24 Elide  o Enti pubblici . E' esclusa pero la compensazione di eventuali crediti .

Sia per la registrazione che per il pagamento è possibile l'assistenza di intermediari come professionisti e  patronati. La modalità informatica  per questi soggetti è  disponibile dal 31  Luglio 2017.

Il contratto ha le seguenti caratteristiche economiche: 

  • Limite minimo di utilizzo  giornaliero  quattro ore 
  •  Retribuzione oraria minima:  9 euro netti  (12,5 lordi  , con contributo previdenziale   pari al 33% e 3,5 % per il premio INAIL,e 1 % per oneri di gestione all'INPS, calcolato sul totale di netto + inps-+ inail ). Per le aziende agricole si utilizza la retribuzione minima del CCNL operai agricoli e florovivaisti
  •  Tetto di spesa  complessivo per il datore di lavoro: 5mila  euro annui , max 2500 allo stesso prestatore di lavoro.
  •  Tetto di reddito per ciascun lavoratore: 5000 euro annuali totali, max 2500 con lo stesso datore di lavoro  (per disoccupati studenti e percettori di sostegni al reddito i compensi vanno conteggiati per il 75%).

TRACCIABILITA' DELLA PRESTAZIONE 

 Vi è ancora l' obbligo di comunicazione preventiva della prestazione almeno un' ora prima   del momento di effettuazione,  e anche dell'eventuale non effettuazione o revoca dell'incarico. 

Il prestatore di lavoro sarà avvisato con un sms e dovrà confermare a sua volta l'effettuazione della prestazione di lavoro, ad evitare abusi da parte degli utilizzatori.

Le sanzioni in materia di prestazioni occasionali

Come SANZIONI restano valide le  norme   già attive con i voucher per lavoro accessorio che  prevedono:

  1. Nel  caso  in  cui  vengano  superati  i  limiti  complessivi   di 5000,00 euro annui o 2.500,00  per   prestazioni   rese  da  un  singolo  prestatore   per singolo  utilizzatore  –  o,  comunque,  il  limite  di  durata  della  prestazione pari a 280 ore nell’arco dello stesso anno civile, il relativo rapporto  di lavoro si trasforma in  un  rapporto  di  lavoro  subordinato  a  tempo  pieno  e  indeterminato.  Tale disposizione non si applica se utilizzatore è una Pubblica Amministrazione. 
  2. Nel caso, invece,  di  violazione  dell'obbligo  di  comunicazione  preventiva  all’Inps  delle  prestazioni  si applica  la  sanzione  amministrativa  pecuniaria  del  pagamento  di  una  somma  da  €  500,00  a  euro  €  2.500,00  per  ogni  prestazione  lavorativa  giornaliera  per  cui  risulta  accertata  la  violazione.
  3. Non si applica la procedura di diffida di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124.    



Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)