Speciale Pubblicato il 29/08/2018

La figura del disponente nel Trust

di Dott.ssa Rigato Cristina

soggetti del trust: il disponente

Tra i soggetti del trust, la figura centrale è rappresentata dal disponente, colui che istituisce il trust, vediamola brevemente in questo articolo

Il disponente è colui che istituisce il trust e che definisce il contenuto del regolamento dello stesso, ma non sempre è colui che trasferisce i beni in trust. 
Il disponente è colui che trasferisce al trust il diritto e il dovere di gestire i beni in trust e di trasferirli ai beneficiari nei modi e nei termini indicati nel regolamento.
Hai un quesito sul trust?
Scrivi una mail a [email protected] con la richiesta dettagliata e riceverai un preventivo per la risposta.
 
Segui gli approfondimenti sul Dossier dedicato a Trust e Patrimoni.

La figura centrale del trust: il disponente

Il disponente può trasferire al trustee una qualunque posizione soggettiva.
I disponenti possono naturalmente essere più di uno: ad esempio, due coniugi, o più persone che compiano un investimento congiuntamente. Qualora intendano riservarsi determinati poteri, l’atto istitutivo dovrà disciplinare gli effetti della morte di un disponente e quindi l’eventuale cessazione di tali poteri o il loro esercizio da parte dei sopravvissuti
Va sempre tenuto in evidenza che se in sede di redazione dell’atto istitutivo il disponente si riserva alcuni obblighi o diritti, tale riserve non devono far venir meno la validità del trust.
Si rammenta che, perché si abbia il trasferimento, ciò comporta che il disponente si spogli effettivamente dei propri beni.
Con il conferimento il disponente perde la proprietà dei beni oggetto del trust e gli stessi non sono più rivendicabili da parte dei suoi creditori, fatta salva, in ogni caso, la possibilità di ricorrere all’azione revocatoria qualora ne ricorrano i presupposti.
Il disponente potrà interagire con il trustee attraverso le c.d. letters of wishes che non hanno valore vincolante, nella quale fornisce consigli o delle richieste sull’amministrazione dei beni. Il carattere informare delle lettere consente al disponente di esprimere delle preferenze in merito a qualunque aspetto della gestione del trust. Il disponente, al fine di controllare l’operato del trustee, può nominare uno o più guardiani.




Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)