HOME

/

PMI

/

METTERSI IN PROPRIO

/

METTERSI IN PROPRIO: AUTORIZZAZIONI E ADEMPIMENTI INIZIALI

Mettersi in proprio: autorizzazioni e adempimenti iniziali

Camera di Commercio, Asl, Comune, Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, Questura: per mettersi in proprio servono autorizzazioni, licenze e vari documenti

L’avvio di un’attività imprenditoriale necessita di una molteplicità di adempimenti che potrebbero scoraggiare, se non si possiede una buona dose di entusiasmo e spirito d’iniziativa. Per chi esercita un’attività d’impresa, oltre agli obblighi di apertura di partita Iva e iscrizione all’Inps, è necessario effettuare l’iscrizione presso il Registro delle imprese, la denuncia d’inizio d’attività e la denuncia di assunzione presso l’Inail.
Agli operatori economici sono richieste, inoltre, licenze, autorizzazioni, concessioni, nulla-osta, iscrizioni alle gestioni previdenziali, denunce al Repertorio Economico Amministrativo (REA).

1) La gestione iniziale dell’attività e la lista di controllo

In genere, per l’apertura di un’attività, ci si affida ad un consulente (commercialista per esempio), che si occupa di preparare e presentare agli uffici competenti, tutti i documenti necessari. Si tratta di Comune, Azienda Sanitaria Locale (ASL), Ufficio entrate, Camera di commercio.
Gli adempimenti costitutivi sono trasmessi agli enti interessati per mezzo del Registro delle imprese presso la Camera di commercio competente, utilizzando la procedura telematica denominata ComUnica (Comunicazione Unica d’impresa). È necessario usare tempestività ma anche rigore e attenzione, poiché, generalmente, il controllo del consulente si limita agli aspetti documentali e formali, senza entrare nel merito. Ciò non vuol dire che si possano o si debbano conoscere a menadito ogni legge e regolamento che riguardi il nostro progetto imprenditoriale, ma è consigliabile averne almeno una visione globale per poter individuare, di volta in volta, le capacità tecnico-professionali o i consulenti cui far riferimento.

2) Gli adempimenti iniziali

Gli adempimenti da eseguire per l’inizio di un’attività di lavoro autonomo sono diversi da quelli necessari per l’inizio di un’attività di impresa (commerciale o artigianale).
Per il lavoratore autonomo vi sono due adempimenti iniziali: l’obbligo di apertura di partita Iva e l’obbligo d’iscrizione all’Inps.
Per l’esercizio di tutte le attività di impresa, oltre agli obblighi di apertura di partita Iva e iscrizione all’Inps, l’imprenditore è tenuto ad effettuare l’iscrizione presso il Registro delle imprese, tenuto presso la Camera di commercio. È necessario che sia effettuata denuncia d’inizio d’attività e di assunzione presso l’Inail.
Mentre buona parte delle comunicazioni sono effettuate dopo l’inizio dell’attività, l’apertura di una posizione Inail e la denuncia di nuovi lavoratori deve avvenire prima che questi inizino la propria opera.
È infine necessario che tutti i locali dove si esercita l’attività (dove avviene l’ingresso del pubblico o dove sono presenti dipendenti e/o collaboratori) siano in regola con la normativa edilizia attualmente in vigore.
Infine, per quanto concerne le attività artigianali, occorre, oltre all’iscrizione al Registro delle imprese, l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane, tenuto anch’esso presso la Camera di commercio.
L’iscrizione a questo albo dà luogo ad una serie di facilitazioni, in materia di accesso al credito, e comporta l’iscrizione all’Inps nella sezione “Artigiani” per il pagamento dei contributi e l’accantonamento della pensione.
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IL CONDOMINIO 2021 · 05/07/2021 Bed and breakfast in condominio e tabelle millesimali

Se il singolo condomino utilizza parte dell’appartamento come bed & breakfast devono essere cambiate le tabelle millesimali per attribuirgli una quota maggiore?

Bed and breakfast in condominio e tabelle millesimali

Se il singolo condomino utilizza parte dell’appartamento come bed & breakfast devono essere cambiate le tabelle millesimali per attribuirgli una quota maggiore?

Guida all'impresa familiare con fac simile atto e raccolta normativa e prassi

Gli aspetti civili e fiscali dell'impresa familiare e un comodo fac simile di atto di impresa familiare da autenticare nelle firme da un notaio

Dieci Idee per ripartire

Telelavoro e smart working, Sharing economy,Business blog, E-commerce, Dropshipping, Stock photography, Traduzioni online, Virtual museum, Home fitness, Webinar

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.