Speciale Pubblicato il 16/04/2012

Lavoratori espatriati: la determinazione della tassazione concorrente e l’attribuzione del credito di imposta

di Rag. Rodella Luigi

I lavoratori inviati all’estero per lunghi periodi, qualora mantengano la residenza fiscale in Italia, sono obbligati a pagare le imposte sia in Italia che all’estero.

Questo principio, in apparenza iniquo, trova però un duplice correttivo:
- il primo consiste nel determinare la tassazione in base a retribuzioni convenzionali,
- il secondo consiste nel attribuire un credito di imposta relativo alle imposte pagate all’estero (art. 165 del Tuir).

Vediamoli nel dettaglio.

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Lavoratori espatriati: la determinazione della tassazione concorrente e l’attribuzione del credito di imposta

Di recente pubblicazione segnaliamo Fiscalità Internazionale - Libro di carta, la guida più completa in circolazione per affrontare, in maniera operativa, tutti i principali temi e problemi della fiscalità internazionale.

Per approfondire consigliamo i nostri ebook disponibili nella sezione dedicata alla Fiscalità Estera - E-Book tra questi:




Prodotti per Il Blog di Fisco e Tasse, Lavoro Dipendente, Redditi esteri

16,90 € + IVA
14,90 € + IVA
16,25 € + IVA
14,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)