Rassegna stampa Pubblicato il 06/09/2006

La mobilità lunga somma i contributi

Secondo le sezioni unite, per la valutazione del requisito dell'anzianità rilevano anche i periodi di attività non subordinata

Per ottenere il riconoscimento del diritto alla mobilità lunga previsto dalla legge 223/91 8art. 7 comm. 7), il requisito dell'anzianità contributiva deve essere valutato contando anche eventuali periodi di lavoro non subordinato, ma autonomo. E' necessaria, comunque, la domanda di ricongiunzione dei rispettivi periodi, per arrivare alla pensione di anzianità.

E' il principio stabilito dalle Sezioni unite civili della Cassazione nella sentenza 16749 del 21 luglio.

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Segui il Dossier gratuito Voucher e lavoro occasionale con tutte le novità e gli approfondimenti.

Ti potrebbe interessare anche l'e-book " Nuovi voucher lavoro occasionale, co.co.co, intermittente" III edizione 2018, di A. Orlando R. Quintavalle

E' disponibile anche la pratica scheda informativa  "Contratto prestazione occasionale dal 2018

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)