Rassegna stampa Pubblicato il 28/09/2005

Dichiarazione, revoca silenziosa

Tempo di lettura: 0 minuti

Le Entrate precisano gli obblighi per la comunicazione dei dati per le lettere di intento ricevute

L'Agenzia delle Entrate ha diffuso la circolare n. 41/E del 27 settembre in cui detta importanti chiarimenti sulla trasmissione telematica delle dichiarazioni di intento degli esportatori abituali. La circolare afferma che la dichiarazione omessa o irregolare potrà beneficiare del ravvedimento, con la presentazione della dichiarazione omessa o da rettificare, versando la sanzione ridotta a un quinto del minimo, entro un anno dall'omissione o dall'errore.
Viene confermata l'interpretazione della circolare n. 10/E/2005 secondo cui la sanzione proporzionale all'imposta non si applica, se la dichiarazione di intento non è stata riportata nella comunicazione, ma nel mese di competenza non sono state emesse fatture su tale base. La sanzione è quella fissa, da 258 a 2.065 euro.

Ti potrebbe interessare Modello IVA 2020 (excel) file excel di supporto per la precompilazione automatica della dichiarazione “Modello IVA 2020” (relativa all’anno 2019) e Visto di conformità IVA e altri crediti 2020 - (excel)

Ti potrebbe interessare il foglio di calcolo Ravvedimento operoso 2020 - Foglio di calcolo excel per determinare gli importi dovuti in caso di ravvedimento operoso e stampa F24, aggiornato con il tasso di interesse 2020.
Guarda anche tutti i prodotti e utilità contenuti nella sezione Difendersi dal Fisco

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti consigliati per te

 
60,88 € + IVA
74,90 € + IVA
62,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)