Rassegna stampa Pubblicato il 07/07/2004

Occasionali, «no Inps area» a 5mila

Iscrizione e versamenti alla gestione speciale sono dovuti solo per la parte che eccede la soglia

L'Inps, con la circolare 103 del 6 luglio, scioglie le riserve in tema di applicazione dell'obbligo contributivo per i lavoratori occasionali (introdotto dall'articolo 44 della legge 326/03): tale obbligo scatta solo sul reddito che eccede il limite di 5mila euro, dal momento che questa soglia rappresenta una vera e propria fascia di esenzione.
Pertanto l'iscrizione e i versamenti alla gestione separata sono dovuti solo per la parte di compensi che eccede la soglia critica dei 5mila euro.
L'importo va riferito all'insieme dei compensi percepiti nel periodo di imposta (1° gennaio-31 dicembre) a titolo di lavoro autonomo occasionale, anche se da una pluralità di committenti.

Ti puo interessare il volume "Paghe e contributi "di A. Gerbaldi (libro di carta - Maggioli editore) e l'ebook aggiornato "Pensioni 2019" di L. Pelliccia 

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Segui il Dossier gratuito Voucher e lavoro occasionale con tutte le novità e gli approfondimenti.

Ti potrebbe interessare anche l'e-book " Nuovi voucher lavoro occasionale, co.co.co, intermittente" III edizione 2018, di A. Orlando R. Quintavalle

E' disponibile anche la pratica scheda informativa  "Contratto prestazione occasionale dal 2018

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per Contributi Previdenziali, Lavoro Dipendente, Collaborazioni, Voucher e Lavoro occasionale

16,25 € + IVA
14,90 € + IVA
64,82 € + IVA
42,24 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)