Rassegna stampa Pubblicato il 16/07/2000

Escluse le sanzioni per inadempimenti formali

Statuto contribuente - Escluse le sanzioni per inadempimenti formali

La previsione, contenuta all'articolo 10 dello Statuto del contribuente, che dispone la non applicazione delle sanzioni quando la violazione risulta «formale senza alcun debito d'imposta» comporta sicuramente una vera e propria rivoluzione nei rapporti tra Fisco e contribuente. Lo stesso ravvedimento operoso risulta modificato dallo Statuto in quanto attualmente viene prevista l'applicazione delle sanzioni ridotte se il trasgressore provvede alla regolarizzazione dopo i tre mesi dalla commissione della violazione. È chiaro, quindi, che i contribuenti dovranno valutare con attenzione se è il caso di eseguire il ravvedimento operoso per le violazioni di carattere formale Il Governo dovrà infatti necessariamente provvedere all'eliminazione di tutte quelle sanzioni per le violazioni che non incidono sulla determinazione o sul pagamento del tributo, quali, ad esempio, quelle relative all'omessa o incompleta presentazione degli elenchi Intrastat, alla presentazione di dichiarazioni, sia annuali che periodiche, irregolari e così via.

Ti potrebbe interessare il foglio di calcolo Ravvedimento operoso 2019 - Foglio di calcolo excel per determinare gli importi dovuti in caso di ravvedimento operoso e stampa F24, aggiornato con il tasso di interesse 2019.
Guarda anche tutti i prodotti e utilità contenuti nella sezione Difendersi dal Fisco

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)