HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

BONUS AMBIENTALE: NUOVA PIATTAFORMA ATTIVA DAL 4 MAGGIO

Bonus ambientale: nuova piattaforma attiva dal 4 maggio

Imprese e persone fisiche possono accedere ad un credito di imposta per erogazioni liberali per bonifica ambientale, le istruzioni nel comunicato MASE

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con un comunicato stampa del 4 maggio 2023 il MASE informa della nuova piattaforma per il bonus ambientale ossia il contributo del Ministero dell'ambiente per effettuare interventi quali:

  • bonifica contro il dissesto, 
  • ristrutturazione di un parco o di un’area verde. 

In particolare, è online la Piattaforma web “Bonus Ambiente” in attuazione del DPCM del 10 dicembre 2021, che disciplina la possibilità di erogazioni liberali in denaro a favore di interventi su edifici e terreni pubblici, nel dettaglio per:

  • la bonifica ambientale anche dall’amianto, 
  • la prevenzione e il risanamento del dissesto idrogeologico, 
  • la realizzazione o ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate,
  • il recupero di aree dismesse di proprietà pubblica.

Il contributo verrà erogato sotto forma di credito d’imposta. (Per approfondimenti leggi anche Credito d'imposta bonifica ambientale: le regole per averlo)

Il Ministro Pichetto ha commentato la nuova piattaforma specificando che: “Con l’avvio della piattaforma diamo forma a un’iniziativa di ampio respiro civile, che permette a tutti di contribuire alla cura della nostra casa comune. Con un meccanismo trasparente e semplice ciascuno può adesso sostenere piccole e grandi opere di risanamento. Non si tratta di sostituire l’impegno pubblico, ma di dare la possibilità, a chi lo voglia, di aggiungere consapevolmente un tassello al futuro dell’ambiente italiano. Vogliamo far conoscere questa opportunità con iniziative dedicate di diffusione e informazione”.

Bonus ambientale: come accedere

Viene specificato che, accedendo dal 4 maggio 2023 alla nuova piattaforma, una volta che gli interventi promossi dalle Pa proprietarie saranno stati approvati e pubblicati, si potrà avere accesso a un elenco di opere e azioni finanziabili, continuamente aggiornato dal Ministero.

Il donatore, attraverso la Piattaforma e una procedura automatizzata, potrà contattare l’amministrazione proprietaria del bene per concordare l’importo e i termini dell’erogazione liberale

Il contributo andrà poi prenotato, comunicando tutti i riferimenti al MASE, che avrà dieci giorni per dare il via libera all’erogazione, mentre entro i successivi dieci dovrà essere fatto il pagamento.

Sul portale, realizzato da Sogei, sono presenti tutte le istruzioni per il riconoscimento del credito d’imposta.

Visita qui la sezione FAQ per ogni dubbio sul credito di imposta ambientale 

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica potrà poi pubblicare sul portale Bonus Ambiente il nominativo e l’entità del contributo, previa autorizzazione del donatore.

Bonus ambientale: a chi è rivolto

Il bonus ambiente è rivolto:

  • alle persone fisiche fiscalmente residenti in Italia;
  • agli enti non commerciali pubblici o privati diversi dalle società, residenti in Italia, non aventi per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali;
  • ai soggetti titolari di reddito d'impresa, di ogni natura giuridica dimensione o regime contabile;

Bonus ambientale: a quanto ammonta

Il credito d’imposta è pari al 65% delle erogazioni liberali in denaro effettuate per gli interventi ammissibili. 

Esso spetta:

  • nel limite del 20% del reddito imponibile per le persone fisiche e Enc,
  • nel limite del 10‰ dei ricavi annui per i titolari del reddito d’impresa.

Il contributo viene ripartito in tre quote annuali di pari importo.

Tag: AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 25/07/2024 Investimenti nelle ZES: codice tributo per la restituzione dei decaduti dall'agevolazione

Recupero IRES per decadenza agevolazioni a favore delle imprese che avviano una nuova attività economica nelle ZES: codice tributo per restituzione somme

Investimenti nelle ZES: codice tributo per la restituzione dei decaduti dall'agevolazione

Recupero IRES per decadenza agevolazioni a favore delle imprese che avviano una nuova attività economica nelle ZES: codice tributo per restituzione somme

Credito Transizione 5.0: quali comunicazioni servono?

Il Decreto MIMIT/MEF con le regole per dare attuazione alla Transizione 5.0 è in dirittura di arrivo. Urso ha annunciato l'arrivo della Piattaforma preposta

Indennità fermo pesca 2024: autorizzati i pagamenti

Pubblicato il decreto di autorizzazione per le indennità di fermo pesca obbligatorio e non obbligatorio. Pagamenti a settembre

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.