E Book

Autofatture (eBook 2022)

14,90€ + IVA

IN SCONTO 15,92

E Book

Acquistare immobili all'asta (eBook)

14,90€ + IVA

IN SCONTO 15,90
HOME

/

FISCO

/

SUPERBONUS 110%

/

COMUNICAZIONE PER ECOBONUS ALL'ENEA: È REQUISITO FONDANTE DELL'AGEVOLAZIONE

Comunicazione per Ecobonus all'ENEA: è requisito fondante dell'agevolazione

Una recente ordinanza della Cassazione stabilisce che l'invio della comunicazione dati all'ENEA è requisito fondante per l'agevolazione Ecobonus

Ascolta la versione audio dell'articolo

Entro il 30 novembre, con la remissione in bonis, sarebbe possibile sanare la mancata comunicazione all'ENEA per l'ecobonus (dovuta ai sensi dell'art 6 comma 1 lett g) del Decreto Ministeriale MISE del 6 agosto 2020 contenente Requisiti tecnici per l'accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, Ecobonus).

La Cassazione con Ordinanza n 34151/2022 ha recentemente affermato che tale comunicazione è un requisito sostanziale e fondante della agevolazione e non "meramente formale". Vediamo i dettagli nel caso di specie.

Comunicazione all'ENEA Ecobonus: è requisito fondante

La Cassazione si è trovata dinanzi ad una contribuente che non ha inviato la comunicazione all'ENEA relativamente alla installazione di pannelli fotovoltaici e lavori di riqualificazione energetica oggetto di agevolazioni fiscali previste dall'art 1 legge 296/2006 commi 344 e seguenti. A seguito della contestazione da parte dell'agenzia la stessa contribuente presentava documentazione tardiva. 

Secondo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate, il contribuente può ritardare rispetto ai 90 giorni dalla fine lavori, ma deve provvedere entro i termini per la dichiarazione attraverso la “remissione in bonis” dell’articolo 2 del Dl 16/2012, versando anche la sanzione di 250 euro.

Nella ordinanza n. 34151 del 21 novembre, la Cassazione asserisce che tale adempimento tardivo suggerito dalla prassi non può portare al mantenimento dell'ecobonus. 

In particolare i giudici della suprema corte hanno affermato che:

  •  "l’omessa comunicazione preventiva all’Enea entro un termine specifico costituisce causa ostativa alla concessione delle agevolazioni relative agli interventi di riqualificazione energetica". 

Viene motivato infatti che, la relativa norma ha come obiettivo il controllo della effettiva spettanza dell’agevolazione, consentendo così di effettuare i controlli.

Inoltre, secondo la Cassazione, le comunicazioni all'ENEA per l'ecobonus hanno come obiettivo la tutela dell’ambiente, perché necessarie all'accertamento del collegamento dei lavori effettuati ai benefici che li rendono meritevoli delle agevolazioni.

La Cassazione quindi si allinea alle indicazioni più restrittive fornite in passato.

Tag: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2022 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2022 SUPERBONUS 110% SUPERBONUS 110%

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SUPERBONUS 110% · 23/11/2022 Comunicazione per Ecobonus all'ENEA: è requisito fondante dell'agevolazione

Una recente ordinanza della Cassazione stabilisce che l'invio della comunicazione dati all'ENEA è requisito fondante per l'agevolazione Ecobonus

Comunicazione per Ecobonus all'ENEA: è requisito fondante dell'agevolazione

Una recente ordinanza della Cassazione stabilisce che l'invio della comunicazione dati all'ENEA è requisito fondante per l'agevolazione Ecobonus

Superbonus villette unifamiliari: nel 2023 agevolazione al 90% legata al reddito familiare

Come si calcola la soglia di reddito per poter accedere al superbonus unifamiliari al 90% nel 2023. Alcuni esempi di calcolo per capire chi può accedere all'agevolazione

Superbonus come funzionerà dopo il Decreto aiuti quater

Decreto Aiuti quater in GU n 270/2022: CILAS entro il 25 novembre e delibere assembleari condominiali entro il 24 novembre per avere ancora il 110%

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.