HOME

/

PMI

/

LA TASSAZIONE DELLE PMI

/

TRASPARENZA FISCALE: IL RAVVEDIMENTO DEL QUADRO OP DEL MODELLO REDDITI SC

Trasparenza fiscale: il ravvedimento del quadro OP del modello Redditi SC

La comunicazione dell’esercizio dell’opzione è necessaria per la sua validità; se dimenticata, la posizione può essere regolarizzata tramite “remissione in bonis”

Il regime di trasparenza fiscale costituisce un regime naturale per alcune tipologie di contribuenti, come i soci delle società di persone, oppure un regime opzionale per altri, come i soci di società di capitali.

I soci di società di capitali, se unanimamente concordi, possono esercitare l’opzione per la trasparenza fiscale solo in lacune specifiche situazioni: 

Assunto che la società di capitali sia idonea ad esercitare l’opzione per la trasparenza fiscale, affinché questa assuma valore, l’opzione dovrà essere esercitata nella dichiarazione dei redditi dell’anno per cui si richiede l’inizio della trasparenza. Ad esempio, se la società vuole attivare l’opzione per la trasparenza fiscale dall’anno fiscale 2021 dovrà esercitare l’opzione con la trasmissione del modello Redditi SC 2021.

Nel caso in cui la società abbia acquisito il consenso espresso da parte di tutti i soci, ma non abbia comunicato l’esercizio dell’opzione con la dichiarazione dei redditi dell’anno di riferimento, l’opzione non potrà essere considerata attiva per comportamento concludente; tuttavia la situazione potrà essere regolarizzata grazie allo strumento della remissione in bonis.

La remissione in bonis è quell’istituto giuridico, introdotto dall’articolo 2 comma 1 del DL 16 del 2012; questo prevede la possibilità, per il contribuente che non ha adempiuto agli adempimenti formali richiesti per fruire di benefici fiscali, che possa comunque usufruirne se provvede a regolarizzare la sua posizione effettuando la comunicazione richiesta “entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile”, e contestualmente provvede a versare la sanzione prevista.

Anche nel caso in trattazione, la regolarizzazione del mancato esercizio dell’opzione per la trasparenza fiscale potrà essere regolarizzata entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile, che è quella dell’anno successivo all’anno in cui avviene l’esercizio dell’opzione; la regolarizzazione avverrà attraverso la trasmissione del modello Redditi SC integrativo, dell’anno di riferimento.

Ad esempio, se l’esercizio dell’opzione doveva essere esercitata a partire dall’anno fiscale 2020, l’opzione doveva essere comunicata con il modello Redditi SC 2020; la regolarizzazione potrà avvenire entro il 30 novembre 2021 (attuale data di scadenza per l’invio del modello Redditi SC 2021) trasmettendo il modello Redditi SC 2020 integrativo.

Contestualmente il contribuente dovrà versare la sanzione prevista, pari a 258 euro, con modello F24 utilizzando il codice tributo 8114 e inserendo come anno di riferimento quello per il quale si effettua il versamento.

La medesima procedura potrà essere esercitata per il caso della revoca del regime di trasparenza non comunicata per tempo.

Tag: REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021 REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021 REDDITI DI IMPRESA REDDITI DI IMPRESA LA TASSAZIONE DELLE PMI LA TASSAZIONE DELLE PMI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA TASSAZIONE DELLE PMI · 03/11/2021 Contributo perequativo: il caso delle dichiarazioni dei redditi correttive e integrative

Le conseguenze della correzione della dichiarazione dei redditi del contribuente dopo l’invio dell’istanza per usufruire del contributo perequativo

Contributo perequativo: il caso delle dichiarazioni dei redditi correttive e integrative

Le conseguenze della correzione della dichiarazione dei redditi del contribuente dopo l’invio dell’istanza per usufruire del contributo perequativo

Trasparenza fiscale: il ravvedimento del quadro OP del modello Redditi SC

La comunicazione dell’esercizio dell’opzione è necessaria per la sua validità; se dimenticata, la posizione può essere regolarizzata tramite “remissione in bonis”

Rimanenze: il formulario rifiuti è sufficiente a dimostrare la distruzione ai fini fiscali

La Corte di Cassazione stabilisce che il formulario predisposto dai soggetti autorizzati allo smaltimento dei rifiuti è sufficiente per dimostrare la distruzione delle giacenze

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.