HOME

/

FISCO

/

REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021

/

TRASPARENZA FISCALE PER I SOCI DI SOCIETÀ DI CAPITALI SUL MODELLO REDDITI SC 2021

4 minuti, Redazione , 20/10/2021

Trasparenza fiscale per i soci di società di capitali sul modello Redditi SC 2021

L’opzione per la trasparenza fiscale per le società di capitali si esercita attraverso la compilazione del quadro OP del modello Redditi SC

In tema di società, la trasparenza fiscale è il regime naturale di traslazione del reddito, da imputare direttamente in capo ai soci, tipico delle società di persone.

Il reddito realizzato dalla società è imputato a ciascun socio in proporzione alla quota di partecipazione agli utili, a prescindere dalla concreta percezione.

In talune specifiche situazioni e con specifiche modalità, il regime di trasparenza fiscale può essere applicato anche dalle società di capitali, in base alle previsioni degli articoli 115 e 116 del TUIR; per quanto riguarda le modalità d’esercizio dell’opzione la prassi di riferimento è quella contenuta nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate numero 49/E del 2004.

Per le società di capitali, l’esercizio della trasparenza fiscale è opzionale, e richiede determinate condizioni affinché possa essere esercitata.

L’opzione ha validità triennale e si intende tacitamente e automaticamente rinnovata al termine di ogni triennio, salvo revoca, che invece deve essere esplicita.

In base alle previsioni del TUIR, sono due le situazioni che permettono l’accesso al regime, da parte delle società di capitali, ed entrambe riguardano la composizione della compagne sociale:

  • i soci devono essere tutti altre società di capitali;
  • i soci devono essere tutti persone fisiche e la società deve essere a ristretta base societaria.

Per il primo caso, disciplinato dall’articolo 115 del TUIR, non sono richieste particolari condizioni, in quanto si realizza una situazione di fondamentale neutralità fiscale.

Per il secondo caso, invece, l’articolo 116 del TUIR, che lo disciplina, richiede espresse condizioni:

  • i soci devono essere tutti persone fisiche;
  • il numero dei soci non deve essere di numero superiore a 10;
  • i ricavi della società, del periodo di imposta precedente a quello d’esercizio dell’opzione, non devono essere superiori alle soglie previste per l’applicazione degli indici statistici che oggi sono chiamati ISA (attualmente pari a 5.164.569 euro).

Ai fini del requisito dei ricavi va tenuto conto anche degli eventuali maggiori ricavi dichiarati per l’eventuale adeguamento della società agli ISA, dato che la questione ha valenza prettamente fiscale.

Le società neo-costituite, in assenza di un valore di riferimento, possono accedere al regime, fermo restando la decadenza all’eventuale perdita delle condizioni richieste.

In considerazione del fatto che la trasparenza fiscale è una condizione tributaria che condiziona la situazione fiscale dei soci della società, più che della società stessa, la volontà ad esercitare l’opzione da parte di tutti i soci rappresenta una condizione fondamentale per l’accesso al regime. Tale volontà deve essere espressa esplicitamente, con raccomandata (o tramite posta elettronica certificata, che è un equivalente), all’infuori dall’assemblea (dato che rappresenta una scelta estranea alla sfera civilistica), prima del 30 novembre 2021 (data di scadenza dell’invio del modello Redditi SC 2021) ed in ogni caso prima dell’invio della dichiarazione con cui si esercita l’opzione; l’acquisizione del consenso da parte dei soci, in altre parole, deve essere preventivo e dimostrabile.

Fa eccezione il caso dell’unico socio di società unipersonale, il cui consenso può essere acquisito con formalità meno rigide.

Con la compilazione della Sezione III del quadro OP del modello Redditi SC 2021 si esercita l’opzione per il triennio 2021-2023, essendo esclusa la possibilità di esercizio per comportamento concludente.

Il primo ad essere interessato è il rigo OP11, dove sono presenti tre caselle:

  • opzione: da barrare per l’esercizio dell’opzione;
  • revoca: da barrare per la revoca dell’opzione;
  • conferma: da barrare per la conferma dell’opzione in caso di fusione o di scissione societaria.

Il rigo OP12 e i successivi sono destinati a raccogliere i codici fiscali di ognuno dei soci partecipanti alla compagine sociale (e quindi al regime di trasparenza), un rigo per ogni socio; facendo attenzione al fatto che il codice fiscale dovrà essere indicato:

  • al campo 1 in caso di persone fisiche, per la situazione di trasparenza per ristrettezza della base societaria, ex articolo 116 TUIR;
  • al campo 2 in caso di società di capitali, per il caso in cui tutti i soci siano altre società di capitali, ex articolo 115 TUIR.

La Sezione III del quadro OP del modello Redditi SC 2021 è destinato a raccogliere solo i casi di esercizio dell’opzione, della revoca o della conferma; per il differente caso della variazione della compagine sociale o di una qualsiasi fattispecie capace di causare la perdita dell’efficacia dell’opzione precedentemente esercitata sul modello Redditi, la società, entro 30 giorni dall’evento che ha causato la decadenza dell’opzione, dovrà darne comunicazione all’Agenzia delle Entrate tramite la Sezione III del modello “Comunicazioni per i regimi di Tonnage tax, consolidato, trasparenza e per l'opzione IRAP.

Qui, sul rigo CR8, in colonna 1 sarà indicato il codice 1 per comunicare la perdita di efficacia dell’opzione, e in colonna 2 la data dell’evento che l’ha causata.

Sul rigo CR9 e successivi saranno esposti i codici fiscali degli interessati, con la medesime differenziazione già vista per il rigo OP12 del modello Redditi SC.

Tag: REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021 REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 03/12/2021 Credito immobili uso non abitativo e affitto d'azienda: l'utilizzo nella cessione

I chiarimenti delle Entrate sulle modalità di utilizzo del credito d'imposta per i canoni di locazione immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda in caso di cessione

Credito immobili uso non abitativo e affitto d'azienda: l'utilizzo nella cessione

I chiarimenti delle Entrate sulle modalità di utilizzo del credito d'imposta per i canoni di locazione immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda in caso di cessione

Imposta sostitutiva 16% avviamento: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

Affrancamento dei valori di avviamenti, marchi d’impresa e altre attività immateriali: imposta sostitutiva e novità in un nuovo provvedimento

Secondo acconto IRPEF, IRES, IRAP 2021: ecco come calcolarlo

Il 30 novembre 2021 è l'ultimo giorno per il pagamento degli acconti Irpef Ires e Irap, ma anche dei contributi previdenziali e delle addizionali.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.