HOME

/

LAVORO

/

LA BUSTA PAGA 2022

/

PREVIDENZA COMPLEMENTARE: QUANDO È IMPONIBILE PER IL LAVORATORE

2 minuti, Redazione , 16/09/2021

Previdenza complementare: quando è imponibile per il lavoratore

I chiarimenti dell'Agenzia sul trattamento fiscale dei contributi versati alla previdenza complementare dall'azienda per il lavoratore Interpello n. 589 2021

Con la Risposta a interpello  n. 589 del 15 settembre 2021  l'Agenzia delle Entrate  chiarisce il tema della imponibilità in capo al lavoratore dei contributi di previdenza complementare  versati dal datore di lavoro.

Il quesito veniva posto da un ente  che  chiedeva se sono deducibili i contributi versati alle forme di previdenza complementare, entro il limite di euro 5.164,57, indipendentemente dal soggetto che li sostiene, oppure è deducibile esclusivamente la quota versata dal lavoratore. 

In  merito richiama   l'apparente conflitto tra :

  • l'articolo 8, comma 4, del d.lgs. n. 252 del 2005 , che  afferma la deducibilità   dei " contributi versati dal lavoratore e dal datore di lavoro o committente entro il limite di euro 5.164,57  " e 
  • l'articolo 10, comma 1, lettera e-bis), del Tuir,  per il quale "sono deducibili dal reddito complessivo del contribuente i contributi versati alle forme pensionistiche complementari"

L'agenzia ripercorre nella Risposta , come di consueto  il panorama normativo  sull'argomento.

Specifica in particolare che  a lettera e-bis), come modificata dall'articolo 21, comma 2, del citato decreto legislativo n. 252 del 2005, si limita a prevedere la deducibilità dei contributi senza indicarne i limiti,   per semplice motivo che   questi sono espressi  direttamente nell'articolo 8 dello stesso decreto legislativo.

Ricorda inoltre che con la circolare 18 dicembre 2007, n. 70/E,  è stato chiarito che  l'espressione contenuta nel comma 4 dell'articolo 8, sopracitato ( «somme versate dal lavoratore e dal datore di lavoro», benché utilizzi la congiunzione "e" deve  essere intesa nel senso  che è ammessa  ammettere la deducibilità anche nelle ipotesi di versamento da parte di uno solo dei soggetti (lavoratore, collaboratore ovvero datore di lavoro, committente). 

L'interpretazione conclusiva cui giunge l'Agenzia è dunque la seguente:

" non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente ai sensi dell'articolo 51, comma 2, lettera h), del Tuir i contributi versati alle forme di previdenza complementare, nel limite di euro 5.164,57, anche se versati dal datore di lavoro. Pertanto, entro la predetta soglia, il sostituto d'imposta, trattenendo l'onere dal cedolino del dipendente:

 - deduce i contributi a carico del lavoratore;

 - non effettua la ritenuta su quelli a carico del datore di lavoro."

Oltre tale soglia , che si raggiunge considerando i contributi versati da entrambi i soggetti, la restante contribuzione   concorrerà alla formazione del reddito di lavoro dipendente. 

Allegato

Risposta a interpello del 15.09.2021 n. 589

Tag: REDDITI PERSONE FISICHE 2022 REDDITI PERSONE FISICHE 2022 LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LA BUSTA PAGA 2022 LA BUSTA PAGA 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 28/09/2022 Bonus 200 euro colf e badanti: domande entro il 30 settembre

Le regole per il bonus 200 euro a colf, baby sitter e badanti. Come fare domanda online

Bonus 200 euro colf e badanti: domande entro il 30 settembre

Le regole per il bonus 200 euro a colf, baby sitter e badanti. Come fare domanda online

Taglio cuneo: gli aumenti in busta paga  fino dicembre 2022

Confermate nel decreto Aiuti bis convertito le misure di sconto fiscale a lavoratori e pensionati sotto i 35mila euro . Vediamo il calcolo degli aumenti previsti per gli stipendi

TFR  coefficente agosto 2022: regole e tabelle dal 2017

I coefficienti di rivalutazione del TFR in vigore fino ad agosto 2022 e tabelle dal 2017. Regole di calcolo con esempi . La tassazione del trattamento di fine rapporto.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.