IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 03/05/2021

Bonus Decreto Sostegni bis anche agli operai agricoli

Tempo di lettura: 4 minuti
immigrazione permessi braccianti

Rinnovo del bonus braccianti, cassa integrazione pesca, NASPI, cumulabilità REM 2021: ecco le misure concordate per l'agricoltura. Sospeso lo sciopero del 30.4

Commenta Stampa

Nuovo bonus  per i lavoratori agricoli a termine nel prossimo Decreto Sostegni bis, cassa integrazione per il settore pesca e estensione dell'indennità Naspi da inserire   nella riforma  degli ammortizzatori sociali.

Questi alcuni dei  buoni risultati raggiunti nel confronto che si è svolto tra il Ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli e i Sindacati del settore agricolo  Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil  e che  hanno portato alla sospensione  dello sciopero nazionale  della categoria previsto per venerdì 30 aprile.

In particolare, come si legge nel  tempestivo comunicato sui siti istituzionali, i segretari generali Rota, Mininni e Mantegazza afffermano  di aver ottenuto rassicurazione dal Governo  sul fatto che :

"il prossimo decreto conterrà una risposta concreta che andrà finalmente ad integrare il reddito della categoria. Inoltre, abbiamo ottenuto un chiaro impegno da parte del Governo che a Bruxelles continuerà a battersi a favore dell’ottenimento della clausola della condizionalità sociale nella riforma in corso della nuova PAC (Politica agricola comune")(vedi paragrafo sotto). 

Infine , il Ministro Patuanelli ci ha confermato di aver condiviso con il Ministro del Lavoro Andrea Orlando l’impegno a definire, nel tavolo di confronto sul sistema degli ammortizzatori sociali, una norma in riferimento alla cassa integrazione per il settore della pesca e alla estensione della Naspi per i lavoratori a tempo indeterminato inquadrati con la legge 240. Già nella mattinata di domani, svolgeremo un primo incontro tecnico per realizzare concretamente gli impegni presi. 

Davanti alla disponibilità e agli impegni assunti dal Ministro Patuanelli a condurre un confronto serrato per sanare le ingiustizie che hanno riguardato finora le lavoratrici e i lavoratori agricoli, abbiamo scelto con responsabilità di sospendere la mobilitazione in corso, riservandoci di portare avanti un lavoro di interlocuzione e verifica costante dei testi che verranno presentati nel prossimo provvedimento dal Governo in Parlamento”.

Le novità 2021 per agricoltura e pesca

Bonus operai agricoli : Si ricorderà che nel 2020  solo i decreti Cura Italia n. 182020 e Rilancio  n. 34/2020 avevano assicurato i bonus  agli operai agricoli a tempo determinato, poi "dimenticati" fino al decreto Sostegni  del Governo Draghi. L'importo e le modalità applicative per il nuovo bonus  per i lavoratori del settore saranno definite a breve  con il ministero  ed entrare poi nel nuovo decreto legge "Sostegni bis". Per gli stagionali e i lavoratori a termine  degli altri settori produttivi il bonus oggi  ammonta a 2400 euro  e la  scadenza per le domande è fissata al 31 maggio prossimo. Vedi in merito l'articolo "Indennità 2400 euro - Nuove precisazioni".

Nella bozza  del DL Sostegni  appena uscita l'articolo sul bonus per i braccianti agricoli  è citato ma manca il testo dettagliato, che è  probabilmente ancora in fase di definizione al Ministero. 

Compatibilità REM e bonus agricoltura Da segnalare anche che l'Inps, con la circolare n. 61 , ha chiarito   che c'è  compatibilità tra Reddito di emergenza (Rem) 2021, previsto dal Decreto Sostegni e i bonus percepiti dai lavoratori agricoli a marzo e aprile del 2020. . Anche per il REM la scadenza è stata prorogata al 31 maggio 2021 quindi puo essere ancora richiesto da coloro che pensavano di essere esclusi per aver percepito i bonus  nel 2020. 

Cassa integrazione pesca : la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali anche per il settore pesca è stata stabilita dalla legge di bilancio 2021. I sindacati chiedono pero che lo strumento venga acquisito in forma stabile  per questo settore come succede per la CISOA in agricoltura.

Clausola condizionalità sociale  in agricoltura, cos'è?

La richiesta di inserire la clausola della condizionalità sociale nella normativa comunitaria  viene dai sindacati di categoria e da altri organismi internazionali del settore  e prevede che i contributi pubblici  comunitari alle aziende agricole debbano essere condizionati al rispetto deil diritto  dei lavoratori a un lavoro dignitoso, in condizioni salubri e sicure, con retribuzioni adeguate. 

L'Europa ha già inserito la clausola  della condizionalità  nel patto di Next generation EU  siglato a dicembre 2020: in sostanza la regola subordina l'accesso a tali fondi  al rispetto dello stato di diritto da parte dei governi (anche se Polonia e Ungheria hanno ottenuto dal Consiglio dell’Unione una dichiarazione interpretativa  per cui  il  potere dell’Unione sulle violazioni dello Stato di diritto è stato circoscritto a quelle che incidono sull’obiettivo dell'Unione  di “proteggere il bilancio, la sana gestione finanziaria e gli interessi finanziari”). La Commissione deve ora  adottare delle linee guida chiare sul modo in cui applicare il Regolamento.

In agricoltura  come bene spiega il segretario Fai cCsl Rota:  “la clausola sulla condizionalità sociale, già approvata dal Parlamento europeo nell’ottobre 2020 è una necessità che tutto il governo italiano dovrà sostenere nelle prossime tappe del negoziato, a cominciare da quella prevista per il 30 aprile. È bene ricordare che la nostra posizione è ampiamente sostenuta da tutte le sigle sindacali affiliate all’Effat, il sindacato agroalimentare europeo, e da oltre 300 organizzazioni, associazioni ambientaliste e del volontariato, personalità e accademici... come Caritas, Slow Food, Symbola, Medici per i diritti umani, Fair Watch - Economia solidale, Terra Viva . . Fare in modo che i finanziamenti non cadano a pioggia, ma siano vincolati al rispetto dei diritti e all’applicazione dei contratti, è una battaglia da condurre anche per la concorrenza leale e la valorizzazione delle imprese sane. ... troviamo positiva anche la scelta del Ministro del Lavoro Andrea Orlando di scrivere al Commissario Ue Nicolas Schmit chiedendo attenzione sui diritti dei lavoratori e sulla dimensione sociale della nuova Politica Agricola Comune”.

Fonte: CISL


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE