HOME

/

FISCO

/

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

/

CREDITI A RIMBORSO, LA COMPENSAZIONE È BLOCCATA FINO AL 30 APRILE

Crediti a rimborso, la compensazione è bloccata fino al 30 aprile

Per favorire le erogazioni in favore delle imprese, è stata prorogata la sospensione delle compensazioni in presenza di debiti presso l’agente della riscossione

Il decreto Sostegni (d.l. 41/2021) è intervenuto, tra le altre misure, anche sulla sospensione - già disposta dall’articolo 145 del decreto Rilancio (d.l. 34/2020) - della compensazione tra crediti d’imposta e debiti iscritti a ruolo, disciplinata dall’articolo 28-ter del d.p.r. 602/73.

Si tratta di una speciale procedura, sulla base della quale l’Agenzia delle entrate, prima di erogare un rimborso d’imposta, verifica se il beneficiario risulta iscritto a ruolo, trasmettendo nel caso apposita segnalazione all’agente della riscossione, affinché questo notifichi la proposta di compensazione all’interessato. In attesa della risposta, che deve pervenire entro sessanta giorni, le azioni di recupero del credito da parte dell’agente della riscossione restano sospese, per riprendere, in caso di mancata adesione alla compensazione, anche con il possibile pignoramento del credito fiscale chiesto a rimborso. 

Questa procedura era già stata sospesa con il decreto Rilancio (articolo 145) per tutto il 2020, ed ora, con la modifica apportata dall’articolo 5, comma 12, lett. a) del decreto Sostegni, la sospensione è prorogata al 30 aprile 2021.

È il caso di precisare, però, che entrambi i decreti non sono intervenuti tanto sulla procedura, quanto piuttosto sulla sua fase finale, ovvero la compensazione. Come ha illustrato l’Agenzia delle entrate nella circolare n.25/E del 20 agosto 2020 (risposta n.3.6.1), infatti, essa verificherà ugualmente la presenza di debiti a carico del contribuente che abbia maturato il diritto al rimborso, perché i dati forniti dall'agente della riscossione potranno essere utilizzati per procedere alla compensazione legale del credito di cui all'articolo 23 del 472/97.   

A mente di quest’ultima disposizione, che è dunque tutt’ora operativa, l’erogazione di un rimborso può essere sospeso in caso di notifica di atto di contestazione o di irrogazione della sanzione o provvedimento con il quale vengono accertati maggiori tributi, allo scopo di effettuare la compensazione quando il debito risultante dall’atto notificato sia diventato definitivo. Si tratta, quindi, di blocco provvisorio in un primo momento, (pendenza dei termini per il pagamento o ricorso), e di compensazione forzata in un secondo momento. 

Questa norma, però, non riguarda le cartelle di pagamento, che non sono espressamente richiamate nel corpo dell’articolo 23.

Si deve fare attenzione, quindi, alla circostanza che il blocco della compensazione, misura indubbiamente utile per dare ossigeno ai contribuenti in questo momento così particolare e difficile, opera però in modo non completo, restando esclusi i carichi affidati all’agente della riscossione in seguito ad avvisi di accertamento e di irrogazione sanzioni.

Tag: ACCERTAMENTO E CONTROLLI ACCERTAMENTO E CONTROLLI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 05/08/2021 Super ACE 2021 subito disponibile come credito di imposta anche cedibile

La normativa in deroga dell’ACE 2021 prevede la possibilità di usufruire anche subito del beneficio trasformandolo in credito di imposta, anche liberamente cedibile

Super ACE 2021 subito disponibile come credito di imposta anche cedibile

La normativa in deroga dell’ACE 2021 prevede la possibilità di usufruire anche subito del beneficio trasformandolo in credito di imposta, anche liberamente cedibile

Green pass in azienda: il Governo frena

Incontro Draghi sindacati sull'obbligo di Green pass anche per l'ingresso dei lavoratori , chiesto da Confindustria. Per i sindacati una forzatura inaccettabile

Contributo per riduzione canone locazione, attenzione ai dati precompilati dall'Agenzia

Il software web dell'agenzia delle entrate per la richiesta del contributo per la riduzione del canone contiene errori e verrà aggiornato

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.