IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 09/11/2020

Partiti gli accrediti dei contributi a fondo perduto “bis”

di Redazione Fisco e Tasse

Tempo di lettura: 2 minuti
decreto ristori

Con un comunicato stampa del 7 novembre l’agenzia delle entrate dà il via ai primi accrediti del contributo a fondo perduto stabiliti dal Decreto Ristori

Commenta Stampa

Un miliardo di euro accreditato in automatico a quasi 212.000 imprese, è questo il messaggio che l'agenzia delle entrate, attraverso un comunicato stampa del 7 novembre. 

Bar, pasticcerie, gelaterie e ristoranti che hanno richiesto il contributo a fondo perduto del Decreto Rilancio, saranno fra i primi a ricevere automaticamente il contributo a fondo perduto stabilito dal Decreto Ristori.

Le cifre a disposizione

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha dato disposizione di inviare i mandati di pagamento per un importo totale di circa 965 milioni di euro a favore delle quasi 212.000 imprese fra le più colpite dalle misure di contenimento della seconda ondata dell’epidemia COVID-19.

A ricevere i contributi sono anche 154mila bar, pasticcerie, gelaterie e ristoranti per un importo di oltre 726 milioni di euro e 25mila operatori dell’ospitalità per 106 milioni di euro. Sono 32mila i beneficiari con sede nel territorio della Lombardia, più di 20mila nel Lazio, 17mila circa in quattro regioni: Veneto, Campania, Toscana ed Emilia Romagna. Circa 13mila in Sicilia e Puglia, oltre 5mila in Calabria e Marche.

Nessun adempimento comunicativo è stato necessario

L’accredito sarà automatico, senza che sia necessario alcun adempimento da parte dei contribuenti, i quali si vedranno accreditate le somme come maggiorate dal Decreto Ristori, direttamente sul conto corrente indicato nella domanda relativa al primo contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Rilancio. 

Il primo contributo a fondo perduto

Per ottenere l’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio, era necessario 

  1. aver conseguito nel 2019 un ammontare di ricavi e compensi non superiore a 5 milioni di euro. 
  2. nonchè soddisfare almeno uno tra i seguenti requisiti: 
  • ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’analogo ammontare del mese di aprile 2019,
  • inizio dell’attività a partire dal 1° gennaio 2019,
  • domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi (sisma, alluvione, crollo strutturale), i cui stati di emergenza erano in atto alla data del 31 gennaio 2020 (dichiarazione dello stato di emergenza da Coronavirus). 

Le misure e gli esclusi

Rispetto alle prime cifre ricevute, la nova tornata di contributi, sulla base dell'attività svolta sarà aumentata in una misura che va dal 100 al 400%. 

Non avranno, tuttavia, diritto al contributo i soggetti che hanno attivato la partita IVA dopo il 25 ottobre 2020 e quelli che hanno cessato la partita IVA alla data del 25 ottobre 2020.

Ti puo' interessare l'e-book Decreto Ristori (eBook 2020)

Fonte: Agenzia delle Entrate


TAG: Attualità

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Credito di imposta nuovi investimenti (excel)
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 49,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Affrancamento partecipazioni 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 34,90 € + IVA invece di 39,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Valutazione d'azienda e Affrancamento: Pacchetto
In PROMOZIONE a 119,90 € + IVA invece di 159,96 € + IVA fino al 2060-12-31
Affrancamento terreni 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 34,90 € + IVA invece di 39,90 € + IVA fino al 2021-02-15

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE