HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

/

PARTITI GLI ACCREDITI DEI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO “BIS”

Partiti gli accrediti dei contributi a fondo perduto “bis”

Con un comunicato stampa del 7 novembre l’agenzia delle entrate dà il via ai primi accrediti del contributo a fondo perduto stabiliti dal Decreto Ristori

Un miliardo di euro accreditato in automatico a quasi 212.000 imprese, è questo il messaggio che l'agenzia delle entrate, attraverso un comunicato stampa del 7 novembre. 

Bar, pasticcerie, gelaterie e ristoranti che hanno richiesto il contributo a fondo perduto del Decreto Rilancio, saranno fra i primi a ricevere automaticamente il contributo a fondo perduto stabilito dal Decreto Ristori.

Le cifre a disposizione

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha dato disposizione di inviare i mandati di pagamento per un importo totale di circa 965 milioni di euro a favore delle quasi 212.000 imprese fra le più colpite dalle misure di contenimento della seconda ondata dell’epidemia COVID-19.

A ricevere i contributi sono anche 154mila bar, pasticcerie, gelaterie e ristoranti per un importo di oltre 726 milioni di euro e 25mila operatori dell’ospitalità per 106 milioni di euro. Sono 32mila i beneficiari con sede nel territorio della Lombardia, più di 20mila nel Lazio, 17mila circa in quattro regioni: Veneto, Campania, Toscana ed Emilia Romagna. Circa 13mila in Sicilia e Puglia, oltre 5mila in Calabria e Marche.

Nessun adempimento comunicativo è stato necessario

L’accredito sarà automatico, senza che sia necessario alcun adempimento da parte dei contribuenti, i quali si vedranno accreditate le somme come maggiorate dal Decreto Ristori, direttamente sul conto corrente indicato nella domanda relativa al primo contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Rilancio. 

Il primo contributo a fondo perduto

Per ottenere l’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio, era necessario 

  1. aver conseguito nel 2019 un ammontare di ricavi e compensi non superiore a 5 milioni di euro. 
  2. nonchè soddisfare almeno uno tra i seguenti requisiti: 
  • ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’analogo ammontare del mese di aprile 2019,
  • inizio dell’attività a partire dal 1° gennaio 2019,
  • domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi (sisma, alluvione, crollo strutturale), i cui stati di emergenza erano in atto alla data del 31 gennaio 2020 (dichiarazione dello stato di emergenza da Coronavirus). 

Le misure e gli esclusi

Rispetto alle prime cifre ricevute, la nova tornata di contributi, sulla base dell'attività svolta sarà aumentata in una misura che va dal 100 al 400%. 

Non avranno, tuttavia, diritto al contributo i soggetti che hanno attivato la partita IVA dopo il 25 ottobre 2020 e quelli che hanno cessato la partita IVA alla data del 25 ottobre 2020.

Ti puo' interessare l'e-book Decreto Ristori (eBook 2020)

Tag: EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SMART WORKING (LAVORO AGILE) 2022 · 24/05/2022 Lavoratori fragili, tutele prorogate con la conversione del DL 24-2022

Assenze indennizzate smart working ordinaria per i fragili e genitori, comunicazioni semplificate. Nuove scadenze nella conversione del dl 24/2022. Elenco delle patologie

Lavoratori fragili,  tutele prorogate con la conversione del DL 24-2022

Assenze indennizzate smart working ordinaria per i fragili e genitori, comunicazioni semplificate. Nuove scadenze nella conversione del dl 24/2022. Elenco delle patologie

Decreto crisi Ucraina convertito in legge: le misure di contenimento costi energia

Sintesi delle agevolazioni per le imprese al fine di contenere i costi dell'energia elettrica e del gas naturale, il testo coordinato del DL Crisi Ucraina n. 21 convertito in legge

Esonero Autodichiarazione aiuti di stato: chiariti i dubbi con interrogazione parlamentare

Con risposta a interrogazione parlamentare del 4 maggio vengono chiariti alcuni dubbi su scadenza ed esonero della comunicazione aiuti di stato

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.