IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 17/09/2020

Al via le richieste di finanziamento al Fondo Patrimonio PMI

Tempo di lettura: 2 minuti
Patuanelli

Prendono il via le misure per la patrimonializzazione delle PMI: fino alla fine dell'anno possibile l'invio delle domande per richiedere il finanziamento al Fondo Patrimonio PMI

Commenta Stampa

Dal 16 settembre fino alla fine dell'anno, le imprese di medie dimensioni potranno richiedere l'accesso al Fondo Patrimonio PMI (previsto dall'art. 26 comma 12) che potrà sottoscrivere obbligazioni o titoli di debito di imprese con ricavi superiori a 10 milioni, che effettuano un aumento di capitale non inferiore ai 250.000 euro. La sottoscrizione dei titoli dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2020.

Il MISE sul proprio sito internet informa che sono operative le misure per la patrimonializzazione delle PMI, introdotte dal Governo nel Decreto Rilancio, con l’obiettivo di sostenere le imprese che necessitano di un aumento di capitale e fronteggiare le difficoltà determinate dall’emergenza Covid.

Invitalia ha reso disponibile il modello per la presentazione della domanda per il Fondo Patrimonio PMI e la restante documentazione richiesta ai fini dell’accesso alla misura.

SCARICA QUI LA GUIDA PER LA PRESENTAZONE DELLA DOMANDA

SCARICA QUI IL MODELLO

Il facsimile non va utilizzato per la presentazione della domanda, in quanto la richiesta va presentata previa registrazione ai servizi online di Invitalia, e indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario, e una volta registrati, accedere al sito riservato per compilare la domanda online e scaricare la documentazione da allegare

Ricordiamo che le società che intendono presentare la domanda di richiesta di finanziamento devono:

  • avere un ammontare di ricavi nell’esercizio 2019 compreso tra i 10 ed i 50 milioni di euro e meno di 250 dipendenti
  • aver subito, a causa della pandemia da Covid-19, una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente
  • aver deliberato ed eseguito, dopo il 19 maggio 2020, un aumento di capitale a pagamento pari ad almeno 250.000 euro
  • aver emesso un’obbligazione o un altro titolo di debito con determinate caratteristiche 
  • non risultare, al 31 dicembre 2019, impresa in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria

Nel corso di un evento di presentazione svoltosi al Ministero dell’Economia e delle Finanze alla presenza dei Ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli, nonché dell’Amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, è stato firmato il decreto attuativo del programma denominato “Pari Passu”, che prevede incentivi sotto forma di credito d’imposta per gli aumenti di capitale effettuati dalle imprese, e istituito il Fondo Patrimonio PMI per il co-investimento da parte dello Stato, che potrà contare su una dotazione iniziale di 4 miliardi e che verrà gestito da Invitalia.

Le parole di Patuanelli: “Oggi presentiamo un insieme di strumenti per sostenere le PMI e quindi rafforzare il sistema industriale e produttivo del Paese nella loro patrimonializzazione, il decreto Rilancio ha, infatti, introdotto una serie di importanti misure a supporto delle imprese, proprio con l’obiettivo di tutelare e rafforzare il nostro sistema produttivo, duramente colpito nel corso del periodo di emergenza”.

Secondo quanto riportato sul sito del MISE i destinatari delle misure sono le società di capitali o cooperative (ad esclusione di quelle che operano nei settori bancario, finanziario e assicurativo) che abbiano sede legale in Italia, con ricavi compresi fra 5 e 50 milioni di euro, e che abbiano subito una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente e che per questo motivo abbiano deliberato ed eseguito un aumento di capitale, dopo l'entrata in vigore del decreto Rilancio, il 19 maggio 2020, ed entro il 31 dicembre 2020.

Leggi anche: Rafforzamento patrimoniale PMI: pubblicato il decreto attuativo

Per il calcolo del credito spettante, sia al socio che alla società, della nuova agevolazione per incentivare la ricapitalizzazione delle Imprese (DL Rilancio) acquista il tool Rafforzamento patrimoniale Imprese DL Rilancio (Excel)

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-09-30
Credito imposta affitto immobili - DL Rilancio e Agosto
In PROMOZIONE a 18,90 € + IVA invece di 21,90 € + IVA fino al 2021-12-31
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2020-12-31
Sospensioni fiscali - Calcolo rate (Excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2020-10-01

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE