IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 20/02/2020

Convenzione Italia-Bulgaria: chiarimenti INPS

Tempo di lettura: 1 minuto
pensionati

Chiarimenti sulla convenzione contro le doppie imposizioni Italia Bulgaria nel messaggio INPS 612 del 18.2.2020

Ascolta la versione audio dell'articolo
Commenta Stampa

L’INPS ha emanato il messaggio n. 612 del 18 febbraio 2020 diretto ai propri uffici  territoriali,  con indicazioni sulle  certificazioni  da allegare alle domande  , da parte di pensionati residenti in Bulgaria, per la detassazione di pensioni italiane private, in applicazione della convenzione italo-bulgara contro le doppie imposizioni fiscali.

Come noto i pensionati residenti in uno dei Paesi con cui l’Italia ha stipulato una convenzione contro le doppie imposizioni fiscali, se in possesso dei requisiti possono chiedere all'INPS  l’applicazione della normativa prevista  di esenzione fiscale, utilizzando  l’apposito modulo della serie “EP-I” con cui  l’Autorità fiscale del Paese di residenza deve attestare che il richiedente è fiscalmente residente nel Paese . 

Alcune Autorità fiscali estere, come  appunto quella bulgara,   non utilizzano il suddetto modulo “EP-I”, ma modulistica propria.

Il messaggio  chiarisce che l’Autorità fiscale bulgara   attualmente  rilascia due tipologie di certificati :

  1.     certificato attestante la qualità di “residente fiscale”, ai sensi della convenzione per evitare la doppia imposizione fiscale in vigore tra la Repubblica di Bulgaria e uno Stato straniero;
  2.     certificato attestante la qualità di “residente fiscale”, ai sensi dell’articolo 4 della legge interna bulgara sui redditi delle persone fisiche.

che non hanno la stessa validita ai fini dell'esenzione fiscale della pensione in Italia  .

 Viene quindi sottolineato che  gli uffici dell'istituto sono tenuti a  considerare utili  per  domande di esenzione dall’imposizione in Italia soltanto le certificazioni attestanti espressamente la qualità di residente fiscale ai sensi della convenzione per evitare la doppia imposizione in vigore tra l’Italia e la Repubblica di Bulgaria, come da esempio allegato  al messaggio.

I pensionati interessati sono quindi tenuti a richiedere e allegare alla domanda  il certificato esclusivamente della tipologia specificata.

Ti potrebbero interessare gli ebook:

Se non trovi la tua risposta poni il tuo quesito sul Forum: Lavoro all'Estero - Rubrica per i lavoratori espatriati  

oppure utilizza il servizio personalizzato del nostro esperto dott. Luigi Rodella: Servizio Quesiti online

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2020-12-31
Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 59,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-09-20
Sospensioni fiscali - Calcolo rate (Excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2020-10-01
Usura Extra 2020 - Calcolo usura con perizia automatica
In PROMOZIONE a 53,20 € + IVA invece di 61,48 € + IVA fino al 2021-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE