Rassegna stampa Pubblicato il 15/11/2019

Welfare aziendale: ecco gli aiuti con il bando "#Conciliamo"

welfare contributi progetti

Riapre il bando per aiuti alle imprese che realizzano progetti di welfare per la conciliazione vita-lavoro. Le modalità per l'ivio della domanda e modulistica

E' stato riaperto il Bando per finanziamenti alle imprese che realizzano progetti di conciliazione vita-lavoro "#CONCILIAMO"  con un aggiornamento del precedente avviso  da parte del Dipartimento delle politiche della famiglia della Presidenza del consiglio dei ministri.

L' avviso #Conciliamo era già stato pubblicato  a fine agosto  ma  poi sospeso per approfondimenti tecnico-giuridici. Ora è stato leggermento modificato ed ampliato.

Si tratta di finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti  di welfare aziendale volti al supporto della conciliazione vita-lavoro, come ad esempio  misure per incentivare la la natalità, la condivisione dei  carichi di cura tra uomini e donne; l'incremento dell’occupazione femminile; c il supporto alla cura di anziani e  disabili; , ecc . Sono disponibili 74 milioni di euro . 

Si prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto con una minima compartecipazione alle spese da parte delle aziende.

L'importo è  graduato  sulla base della dimensione aziendale, con i seguenti scaglioni :

  • da 15mila a 50mila euro per imprese con meno di 10 dipendenti e ricavi fino a 2 milioni di euro nell’ultimo esercizio contabile.  Il richiedente deve contribuire per il 10% dell’importo. 
  • da 30mila a 100mila euro per aziende con meno di 50 dipendenti e ricavi fino a 10 milioni. il richiedente deve contribuire per il 15% dell’importo
  • da 100mila a 300mila euro  per aziende tra 50 e 250 dipendenti e i ricavi fino a 50 milioni, il richiedente deve contribuire per il 20% dell’importo 
  • da 250mila a 1,5 milioni di euro per aziende con  oltre 250 dipendenti e i ricavi superiori a 50 milioni, il richiedente deve contribuire per il 30% dell’importo 

L'avviso chiarisce i criteri con cui saranno valutati i progetti , che devono avere una durata di almeno 24 mesi,   possono essere  del tutto nuovi o  anche di prosecuzione di   progetti  già esistenti

Il contributo può essere chiesto dalle imprese individuate dagli articoli 2082 e 2083 del codice civile aventi sede legale o unità operative in Italia, anche costituite in associazione temporanea di scopo, contratto di rete o associazione temporanea d’impresa e anche i consorzi e i gruppi di società collegate o controllate . Rispetto al bando precedente non sono piu citate le cooperative ma  si fa ancora riferimento a soci lavoratori come destinatari,  quindi su questo punto si attende un chiarimento. 

Le domande vanno presentate entro le ore 12.00 del 18 dicembre, via PEC all’indirizzo: [email protected], utilizzando il modello allegato all'avviso (modello 1), qui è possibile scaricare tutta la Modulistica. La domanda deve essere trasmessa esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata intestato al soggetto proponente.

La domanda dovrà contenere la seguente documentazione:

  • il piano finanziario redatto utilizzando il Modello n. 2  
  • patto di integrità (Modello n. 3) con allegata fotocopia  leggibile di un documento di identità del sottoscrittore, in corso di validità (cfr. Modulistica – Modello
  • copia dell’atto costitutivo o dello statuto)
  • una relazione sulle attività in materia di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro svolte negli ultimi  due anni dal soggetto proponente ovvero una dichiarazione di non aver mai intrapreso azioni di  welfare;
  • il bilancio dell’ultimo esercizio finanziario concluso antecedentemente alla presentazione della  domanda di finanziamento.

Maggiori informazioni sul bando possono essere richieste inviando un'email all'indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) [email protected]

Fonte: Governo Italiano


1 FILE ALLEGATO



Prodotti per La rubrica del lavoro , Conciliazione vita-lavoro, Agevolazioni per le Piccole e Medie Imprese

 

GRATIS

 
12,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)