Rassegna stampa Pubblicato il 19/09/2019

Brexit: requisiti contabili e di rendicontazione per le societa’ europee

brexit

Cosa succede alle società UE costituite/registrate nel Regno unito in caso di Brexit senza accordo

Le societa’ controllanti intermedie (“intermediate parent companies”) del Regno Unito che hanno una capogruppo nello Spazio Economico Europeo non verranno molto probabilmente esonerate dall’obbligo di presentare i bilanci di gruppo dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Quanto alle società dormienti registrate nel Regno Unito che hanno la società madre in uno stato dello Spazio Economico Europeo devono presentare alla Companies House, registro delle imprese del Regno Unito, i bilanci annuali relativi ai periodi fiscali che iniziao dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Le società dello Spazio Economico Europeo con una sussidiaria che e’ stata costituita nel Regno Unito, non potranno beneficiare di esenzioni per la preparazione e la presentazione dei bilanci in seguito dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Le esenzioni dalla preparazione delle dichiarazioni relative ad informazioni non finanziarie e le modifiche delle date di riferimento per i bilanci non saranno piu’ previste per i periodi contabili che iniziano il giorno dopo la Brexit.

I gruppi di societa’ costituiti in Europa che emettano titoli che sono ammessi alla negoziazione nel mercato inglese possono continuare ad utilizzare i bilanci preparati con i principi contabili internazionali adottati dall’Unione Europea (international accounting standards - IAS) ai sensi della direttiva sulla trasparenza del Regno Unito (Transparency Directive - TD) e la direttiva sui prospetti (Prospectus Directive - PD).

Quanto alle societa’ di audit registrate nello Spazio Economico Europeo che emettono titoli ammessi alla negoziazione del mercato regolamentato del Regno Unito, con l’avvicinarsi della data d’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sara’ opportuno accertare che i revisori contabili europei siano registrati come:

  • revisori legali nel Regno Unito e
  • revisori contabili di un paese terzo nel registro gestito dal Financial Reporting Council (FRC).

Tali requisiti saranno necessari relativamente ai periodi contabili che inizieranno a partire dal giorno dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e successivamente.

Quanto ai revisori e le societa’ di revisione del Regno Unito, le attuali registrazioni come revisiore o societa’ di revisione di un paese dello Spazio Economico Europeo potrebbero non essere piu’ valide dopo la Brexit.

Fonte:informazioni dal Governo del Regno Unito tradotte e coordinate da Guido Ascheri

Fonte:





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)