IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 18/01/2019

Fatturazione elettronica: come registrare le spese anticipate per il cliente?

Tempo di lettura: 1 minuto
Fatturazione elettronica

Spese anticipate per conto del cliente: come fare con la fatturazione elettronica 2019? I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Commenta Stampa

Come vanno registrate le spese anticipatoe dai professionisti per conto dei clienti con la fatturazione elettronica? La domanda è stata posta all'Agenzia delle Entrate da un avvocato solito ad inserire nelle fatture le spese che anticipate e sostenute in nome e per conto del cliente al fine di farsele rimborsare al momento del pagamento della prestazione.

Con l'entrata in vigore dell'obbligo generalizzato della fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2019, è stato chiesto all'Agenzia delle Entrate come tali spese anticipate in nome e per conto del cliente potessero essere riportate nella fattura elettronica.

Nel rispondere le Entrate hanno chiarito che ai sensi dell’articolo 15 del d.P.R. 633/72, le spese anticipate in nome e per conto del cliente non concorrono alla formazione della base imponibile e quindi al calcolo dell’IVA, purchè opportunamente documentate. Ai fini della corretta fatturazione elettronica è possibile seguire due diverse modalità.

La prima è quella di inserire un blocco “DatiBeniServizi” riportando

  • l’importo delle spese,
  • la loro descrizione
  • al posto dell’aliquota IVA, il codice natura “N1” (“escluse ex art. 15”).

Un’altra modalità per riportare in fattura le spese può essere quella di utilizzare il blocco “Altri dati gestionali”, ricordandosi poi di aggiungere al valore del totale dell’importo del documento quello delle spese in argomento.

Prima di fare i due esempi pubblicati dall'Agenzia delle Entrate  si ricorda che, al contrario delle spese effettuate in nome e per conto del cliente, le spese “forfettarie” previste dalla Legge Forense (art. 13 della Legge n. 247/2012) concorrono – insieme ai compensi – sia all’imponibile, e quindi al calcolo dell’IVA, sia al contributo Cassa Forense. Conseguentemente, tali spese potranno formare oggetto di apposito blocco “DatiBeniServizi” con inserimento dell’aliquota IVA della prestazione.

Di seguito un esempio delle due modalità di compilazione suggerite mediante la procedura web gratuita dell’Agenzia delle entrate:

Per approfondire ti segnaliamo:

Fonte: Agenzia delle Entrate


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 maria.arpino@studiosoft.it [email protected] - 14/03/2019
Con il regime Iva ordinario, Infocert applica il bollo virtuale di 2 euro anche sulle marche da bollo. Non è anacronistico?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

La Circolare Del Giorno

Scadenzario Marzo 2021
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Le novità della Certificazione Unica 2021
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Scopri le Circolari del Giorno!

Tools Fiscali

Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Consolidato nazionale 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 64,90 € + IVA invece di 74,90 € + IVA fino al 2021-03-02
Impairment test OIC 9 - perdite durevoli (Excel)
In PROMOZIONE a 49,90 € + IVA invece di 57,30 € + IVA fino al 2021-03-31
Quadro RG e Irap 2021 ditte individuali in semplificata
In PROMOZIONE a 17,90 € + IVA invece di 18,90 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE