Rassegna stampa Pubblicato il 30/11/2018

Fatturazione elettronica: esonero per forfettari fino a 65.000 e ASD

chiarimenti dubbi

Decreto fiscale collegato 2019: esonero dagli obblighi di fatturazione elettronica per i contribuenti che rientrano nel regime forfettario e per le associazioni sportive dilettantistiche

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 293 del 18 dicembre 2018, il testo della Legge di conversione del decreto fiscale 119/2018 collegato alla Stabilità 2019. In particolare, in sede di conversione sono state introdotte due modifiche all'articolo 10 del DL in merito alle semplificazioni per la fattura elettronica.

La prima modifica propone di includere fra coloro che sono esonerati dalle disposizioni,che impongono per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi l'emissione esclusiva di fatture elettroniche, anche i soggetti che applicano il regime forfettario (opzionale) di cui agli articoli 1 e 2 della legge 398/1991 e che nel periodo d'imposta precedente hanno conseguito dall'esercizio di attività commerciali proventi per un importo non superiore a euro 65.000.

Attenzione però, poiché il citato regime forfettario opzionale si applica ad associazioni sportive dilettantistiche che conseguono proventi derivanti da attività commerciali non superiori alla soglia di 400.000 euro che sono, tra l'altro esonerati dagli obblighi di tenuta delle scritture contabili, viene introdotta una specifica norma per coloro che hanno conseguito dall'esercizio di attività commerciali un importo superiore a 65.000 euro, prevedendo che gli stessi debbano assicurare che la fattura sia emessa per loro conto dal cessionario o committente soggetto passivo d'imposta.

Infine, il comma 01-bis dispone in ordine agli obblighi di fatturazione e registrazione relativi a contratti di sponsorizzazione e pubblicità dai soggetti che applicano il regime forfettario opzionale di cui agli articoli 1 e 2 della legge 16 dicembre 1991, n. 398, che gli stessi nei confronti di soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato, siano adempiuti dai cessionari.

Ti segnaliamo il commento al decreto legge in un e-book in pdf di 80 pagine: Tutte le novità del Decreto Fiscale per il 2019 e 2020

Per approfondire ti segnaliamo:

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per Legge di bilancio 2020, Fatturazione elettronica 2020

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Quindi, se non ho capito male, se io ho una fattura di acquisto ricevuta da un soggetto esonerato dall'obbligo di fattura elettronica, devo emettere io una autofattura elettronica .

Vorrà dire che, per semplificarci la vita, sceglieremo i nostri fornitori fra quelli che ci fanno la fattura elettronica . E chi è sotto ai 65.000 euro non correrà il rischio di aumentare il suo fatturato.

Poi, quando lo Stato comincerà a fare il suo lavoro (cercare e trovare gli evasori) e la smetterà di vessarci con tutte queste invenzioni fantasiose, il mercato riprenderà il suo corso normale e i fornitori si scegliersanno fra quelli che ti offrono la migliore prestazione al prezzo più vantaggioso.

Se noi contribuenti non fossimo le pecore che siamo, se le nostre associazioni, invece di apprestarsi a pasteggiare nell'ennesimo piatto della burocrazia offerto dal governo tutelassero i nostri diritti, a gennaio NESSUNO emetterebbe fattura elettronica.

Commento di Miky (21:07 del 30/11/2018)

Se io, associazione, faccio spese come mi fatturano?

Commento di Barbara (16:46 del 18/12/2018)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)