scuola

Rassegna stampa Pubblicato il 16/11/2018

Pensioni insegnanti: in arrivo le buste arancioni

L'Inps annuncia l'invio delle buste arancioni con l'estratto contributivo per alcune categorie di dipendenti pubblici e l'avvio del servizio online "La mia pensione futura"

L’Istituto ha presentato in questi giorni  in conferenza stampa a Roma il progetto di sistemazione dell’estratto contributivo dei dipendenti pubblici. E previsto anche  entro la fine dell’anno, l’apertura del servizio online “La mia pensione futura” ,  oggi riservata ai lavoratori sel settore privato, anche a un primo gruppo di 500mila dipendenti pubblici appartenenti agli enti locali e, successivamente, a tutti i restanti contribuenti.

Il pubblico impiego infatti , a motivo della fusione delle gestioni INPS con INPDAP ed ENPALS,  ha avuto non pochi problemi nell'aggiornamento degli estratti contributivi dei lavoratori di queste categorie.

Nel corso dell’incontro, inoltre, sono state presentate le nuove platee coinvolte dall’invio di un prossimo lotto di buste arancioni  contenenti l'estratto conto cartaceo in particolare  agli iscritti alla Cassa Pensioni Insegnanti ( CPI). Si tratta di circa  128.000 iscritti che abbiano avuto almeno un periodo di iscrizione alla CPI (Cassa Pension iInsegnanti) . La busta arancione contiene l'invito a consultare l’Estratto  Conto e inoltrare eventuali Richieste di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

Nella presentazione è stato dettagliato lo stato dell'arte del progetto chiamato appunto «Progetto nazionale ECO dipendenti pubblici» che ha due specifiche funzioni:

  1.  Normalizzazione posizioni assicurative dei dipendenti del Ministero dell’Istruzione MIUR e del Ministero della Giustizia MIG;
  2. Definizione delle domande di prestazioni cosiddette «ante subentro»

MIUR e MIG sono stati individuati perché sono le PP.AA. che  hanno una maggiore giacenza di pratiche  pensionistiche di riscatto,  ricongiunzione e computo, presentate rispettivamente entro  agosto 2000 o settembre 2005 e che dovevano essere definite  dagli stessi Ministeri.
 Per accelerare lo smaltimento delle domande più vecchie l’Inps  sta definendo con i ministeri MIG e MIUR delle convenzioni per  acquisire le competenze per la trattazione delle istanze giacenti

Al progetto ECO sono stati assegnati 90 dipendenti reperiti  prevalentemente nell’ambito della Direzione Generale Inps  e verranno assegnati alle Sedi Provinciali dell’Istituto gli Analisti di  processo e consulenti professionali, vincitori dell’ultimo  concorso, per la sistemazione delle posizioni assicurative dei  dipendenti pubblici, dopo apposito percorso formativo.

 

Ti puo interessare  l’ e-book "Pensioni 2018 "  di L. Pelliccia  

Per tutte le notizie e approfondimenti  segui sempre il nostro DOSSIER gratuito: Pensioni, novità 2018

Fonte: Inps





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)