e-commerce telecomunicazioni intraUE e IVA

Rassegna stampa Pubblicato il 09/11/2018

Corte UE, indennità ferie non godute trasmissibili a eredi

La Corte di Giustizia UE, sentenza del 6 Novembre 2018, cause riunite C-569/16 e C-570/16

La Corte di Giustizia UE, nella sentenza del 6 Novembre 2018, è stata interpellata nelle cause riunite C-569/16 e C-570/16,  che riguardava il caso di rifiuto dell'ex datore di lavoro di corrispondere agli eredi del defunto lavoratore un'indennità finanziaria per le ferie annuali retribuite da esso non godute.

La Corte rileva che, il diritto di ogni lavoratore alle ferie annuali retribuite deve essere considerata un  principio importante del diritto sociale dell'Unione, dal quale non si può derogare.  Inoltre secondo il diritto dell'Unione, il decesso di un lavoratore non estingue il suo diritto alle ferie annuali retribuite e, quindi, gli eredi del lavoratore deceduto possono chiedere un'indennità finanziaria per le ferie annuali retribuite da lui non godute.

Nel caso in cui il diritto nazionale escluda tale possibilità e quindi ridulti incompatibile con il diritto dell'Unione, gli eredi possono appellarsi nei confronti del datore di lavoro pubblico o privato, invocando direttamente le norme dell'UE.

Ti potrebbe interessare l'ebook Contraddittorio endoprocedimentale preventivo

Visita il Focus dedicato agli ebook per Difendersi dal Fisco

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)