ferie_spiaggia_mare_168x126

Rassegna stampa Pubblicato il 06/08/2018

Stop a cartelle e comunicazioni per il mese di agosto

L’agenzia delle Entrate manda in ferie i controlli fino al 31 agosto 2018.

L’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle entrate-Riscossione, in accordo con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, sospendono la notifica di più di un milione tra

  • cartelle,
  • avvisi di liquidazione,
  • richieste di documentazione
  • lettere di compliance.

Questo è quanto annunciato nel comunicato del 3 agosto 2018.

L’amministrazione finanziaria “congela” le cartelle e le comunicazioni nel mese di agosto con l’obiettivo di semplificare i rapporti con i cittadini ed evitare inutili disagi. Nel comunicato stampa vengono forniti i dati del numero di comunicazioni che sono state congelate e che diversamente sarebbero arrivate nel mese di agosto: si tratta di 650 mila comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate e di circa 450 mila cartelle da parte di Riscossione.

Della sospensione di agosto fanno parte anche le richieste agli intermediari e ai contribuenti di esibizione di documenti relativi al controllo formale delle dichiarazioni dei redditi sui dati relativi a deduzioni, detrazioni e ritenute indicati in dichiarazione (36-ter del Dpr n. 600/73) che potranno essere prodotti entro il prossimo 1°ottobre con riferimento alle dichiarazioni del 2016 relative all’anno di imposta 2015

Vi sono poi però quegli atti che vengono definiti inderogabili e che invece non potranno “andare in ferie” e dovranno necessariamente essere inviati.
Vediamo nel dettaglio, attraverso la tabella, i dettagli forniti nel comunicato.

Regione Agenzia delle Entrate Agenzia delle Entrate Riscossione
Lombardia 104 mila 64 mila
Lazio 71 mila 73 mila
Campania 65 mila 42 mila
Sicilia 52 mila non operativa in Sicilia
Toscana 52 mila 38 mila
Veneto 52 mila 44 mila
Emilia Romagna 45 mila 18 mila
Piemonte 45 mila 26 mila
Puglia 39 mila 20 mila
Abruzzo 19 mila 10 mila
Calabria 19 mila 30 mila
Liguria 19 mila 17 mila
Marche 19 mila Poco più di 7 mila
Sardegna 19 mila Poco meno di 20 mila
Basilicata 6 mila Poco più di 7 mila
Friuli Venezia Giulia 6 mila Meno di 11 mila
Umbria 6 mila 7 mila
Molise 1.6 mila 2 mila
Trentino Alto Adige 1.6 mila 6 mila
Valle d’ Aosta 1.6 mila Poco più di mille

 

Ti potrebbe interessare il Focus sul Business Center su Accertamento e Contenzioso

Fonte: Agenzia delle Entrate





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)