spesometro piccoli agricoltori

Rassegna stampa Pubblicato il 08/08/2018

Decreto Dignità: niente Spesometro per i piccoli produttori agricoli

Esonero dalla trasmissione dati fatture emesse e ricevute per tutti i produttori agricoli in regime di esonero Iva

Approvato al Senato, il DL di conversione in legge del cd.DL 87/2018 (Decreto Dignità) di cui ora si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Una delle principali novità introdotta in sede di discussione parlamentare è stata l'eliminazione dallo spesometro per tutti i produttori agricoli assoggettati a regime IVA agevolato, ovvero i piccoli imprenditori agricoli con un volume di affari inferiore a 7.000 euro annui in regime di esonero dal pagamento dell’imposta sul valore aggiunto.

In particolare, a decorrere dal 1° gennaio 2018, l'esonero dell'obbligo di comunicare i dati delle fatture viene esteso a tutti i produttori agricoli ex art. 34 comma 6 del DPR 633/72, ricordiamo infatti che attualmente, l’articolo 21 del decreto legge 78/2010 prevede l’esonero dalla trasmissione dei dati delle fatture emesse e registrate per i soli produttori agricoli in regime di esonero Iva, situati nei territori montani di cui all’articolo 9 del Dpr 601/1973, ovvero nei:

  • terreni situati ad una altitudine non inferiore a 700 metri sul livello del mare e di quelli rappresentati da particelle catastali che si trovano soltanto in parte alla predetta altitudine. L'esenzione decorre dall'anno successivo alla presentazione della domanda all'ufficio delle imposte.
  • terreni compresi nell'elenco dei territori montani compilato dalla commissione censuaria centrale.
  • terreni facenti parte di comprensori di bonifica montana.

Non è necessario che l’attività in detti terreni sia svolta in via esclusiva, per rientrare nell’esonero, ma è sufficiente che l'attività sia esercitata in terreni ubicati in zone montane, in misura maggiore al 50% (vd. Risoluzione Agenzia n. 105/2017).

Alla luce delle nuove modifiche, gli agricoltori minimi non dovranno effettuare neanche la comunicazione dei dati relativi al primo semestre 2018 entro il 1° ottobre 2018, e al secondo semestre 2018 entro il 28 febbraio 2019.

Per tutte le novità del DECRETO DIGNITA'  dopo la legge di conversione abbiamo preparato un pacchetto con due e-book : Decreto Dignità: Novità Fiscali e del Lavoro

Segui il Dossier Riforme del Governo Conte per restare aggiornato gratuitamente.
Puoi calcolare l'imposta Flat Tax sul tuo reddito usando il Tool On-Line per il calcolo della Flat Tax. E' veloce, gratuito e non serve nessuna registrazione.

Fonte: Fisco e Tasse






Commenti

Insomma, non se ne esce. Il problema, anzi, si aggrava. Se non hanno il coraggio e/o la preparazione per proporre strumenti più validi in ordine alla lotta contro l'evasione fiscale, sarebbe meglio astenersi dal decretare queste piccole e inutili deroghe alla norma. Il problema rimane, mentre si infoltisce la giungla normativa.

Commento di Miky (23:40 del 01/08/2018)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)