IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 08/08/2018

Decreto Dignità: niente Spesometro per i piccoli produttori agricoli

Tempo di lettura: 1 minuto
spesometro piccoli agricoltori

Esonero dalla trasmissione dati fatture emesse e ricevute per tutti i produttori agricoli in regime di esonero Iva

Commenta Stampa

Approvato al Senato, il DL di conversione in legge del cd.DL 87/2018 (Decreto Dignità) di cui ora si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Una delle principali novità introdotta in sede di discussione parlamentare è stata l'eliminazione dallo spesometro per tutti i produttori agricoli assoggettati a regime IVA agevolato, ovvero i piccoli imprenditori agricoli con un volume di affari inferiore a 7.000 euro annui in regime di esonero dal pagamento dell’imposta sul valore aggiunto.

In particolare, a decorrere dal 1° gennaio 2018, l'esonero dell'obbligo di comunicare i dati delle fatture viene esteso a tutti i produttori agricoli ex art. 34 comma 6 del DPR 633/72, ricordiamo infatti che attualmente, l’articolo 21 del decreto legge 78/2010 prevede l’esonero dalla trasmissione dei dati delle fatture emesse e registrate per i soli produttori agricoli in regime di esonero Iva, situati nei territori montani di cui all’articolo 9 del Dpr 601/1973, ovvero nei:

  • terreni situati ad una altitudine non inferiore a 700 metri sul livello del mare e di quelli rappresentati da particelle catastali che si trovano soltanto in parte alla predetta altitudine. L'esenzione decorre dall'anno successivo alla presentazione della domanda all'ufficio delle imposte.
  • terreni compresi nell'elenco dei territori montani compilato dalla commissione censuaria centrale.
  • terreni facenti parte di comprensori di bonifica montana.

Non è necessario che l’attività in detti terreni sia svolta in via esclusiva, per rientrare nell’esonero, ma è sufficiente che l'attività sia esercitata in terreni ubicati in zone montane, in misura maggiore al 50% (vd. Risoluzione Agenzia n. 105/2017).

Alla luce delle nuove modifiche, gli agricoltori minimi non dovranno effettuare neanche la comunicazione dei dati relativi al primo semestre 2018 entro il 1° ottobre 2018, e al secondo semestre 2018 entro il 28 febbraio 2019.

Ti potrebbe interessare l'e-book  Decreto Sostegni (eBook 2021)

Visita il Focus con tutti le utilità dedicate a Emergenza Coronavirus


Fonte: Fisco e Tasse



Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 01/08/2018
Insomma, non se ne esce. Il problema, anzi, si aggrava. Se non hanno il coraggio e/o la preparazione per proporre strumenti più validi in ordine alla lotta contro l'evasione fiscale, sarebbe meglio astenersi dal decretare queste piccole e inutili deroghe alla norma. Il problema rimane, mentre si infoltisce la giungla normativa.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Calcolo IMU 2021: acconto e saldo (excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 18,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE