carta famiglia

Rassegna stampa Pubblicato il 09/01/2019

Carta Famiglia 2019 solo per i cittadini UE

Novità 2019, requisiti, agevolazioni e funzionamento della Carta Famiglia, la carta sconti per i nuclei con piu di tre figli. In attesa di un nuovo decreto attuativo

La Carta famiglia cambia con le modifiche apportate dalla legge di bilancio 2019, in particolare vengono escluse le famiglie straniere regolarmente soggiornanti in Italia. Vediamo piu in dettaglio  com'era, come cambia e gli aspetti che restano in sospeso sulla Carta Famiglia 2019  per le famiglie numerose.

Ricordiamo innanzitutto che la Carta Famiglia è   una carta sconti per le famiglie  con piu di tre figli, introdotta con la legge di stabilità 2016 ma attuata solo nel 2018 con il decreto del Ministero del lavoro del 20.9.2017.  

La Carta viene rilasciata dal Comune di residenza e  da diritto ad agevolazioni  per le spese familiari come :

  • sconti in determinati negozi convenzionati e
  • condizioni particolari o  riduzioni tariffarie  presso enti pubblici e privati.

COM'ERA : La Carta famiglia 2018 era  destinata ai nuclei  familiari:

  • con almeno tre figli minorenni 
  • di cittadini italiani e stranieri regolarmente residenti in Italia  e
  • ISEE inferiore a 30mila euro. 

COSA CAMBIA: Il comma 487 della legge 145 2018 (legge di bilancio 2019), garantisce invece il rilascio della Carta famiglia 2019:

  • ai cittadini italiani o comunitari residenti in Italia

  • con almeno tre figli conviventi  entro i 26 anni di età

Per il triennio 2019-2121 le agevolazioni sono garantite da uno stanziamento di  3 milioni di euro a valere sul Fondo per le politiche per la  famiglia di cui all’articolo 19, comma 1, deldecreto-legge 4 luglio 2006, n. 223.

COSA RESTA IN SOSPESO. La nuova norma non specifica nulla in merito al requisito economico dell'ISEE ma prevede  un decreto del presidente del Consiglio o del ministero della Famiglia da emanare entro 90 giorni dall'entrata in vigore della legge finanziaria   che stabilità  "nuovi criteri e modalità" per il rilascio . Cio significa che nei prossimi mesi  il Governo potrebbe definire un nuovo requisito economico o altri criteri di accesso. In questa situazione non è escluso che il rilascio di nuove carte famiglia resti sospeso, almeno fino al 31 marzo 2019 o alla data del nuovo decreto ministeriale. La Carta famiglia 2018 aveva comunque durata biennale quindi le convenzioni attuali dovrebbero restare attive. 

Si ricorda che la  la lista delle aziende e enti che garantiscono i benefici , è disponibile online sia sul sito del Ministero del lavoro che  sui siti istituzionali di ogni esercizio convenzionato. Questi si possono distinguere per l'esposizione di un  bollino con il logo dell'iniziativa che  potrà avere due   possibili diciture:

    a) «Amico  della  famiglia»,   dove  siano  essi  sconti  o riduzioni o  agevolazioni  pari  o  superiori  al  cinque  per  cento

    b) «Sostenitore della famiglia»,  dove siano concessi sconti  o riduzioni o agevolazioni pari o superiori al venti per cento rispetto
Come detto la richiesta della Carta secondo il decreto ministeriale del 2017 andava a effettuata al Comune di residenza  da uno dei  genitori o affidatari  dei   minorenni appartenenti al nucleo  familiare.  Questo aspetto non dovrebbe subire modifiche . In caso  di  componenti  del nucleo con diversa residenza anagrafica, la  residenza  familiare era quella dichiarata a fini ISEE.  

La Carta è rilasciata nel  formato  di  tesserino  cartaceo e per avere diritto alle riduzioni va presentata insieme ad un documento di identità. 

Ecco gli elenchi dei beni che possono  essere oggetto di sconti e agevolazioni:

BENI ALIMENTARI

Prodotti alimentari
Bevande analcoliche

BENI NON ALIMENTARI

Prodotti per la pulizia della casa
Prodotti per l’igiene personale
Articoli di cartoleria e di cancelleria
Libri e sussidi didattici
Medicinali, prodotti farmaceutici e sanitari
Strumenti e apparecchiature sanitari
Abbigliamento e calzature

SERVIZI

Fornitura di acqua, energia elettrica, gas e altri  combustibili per il riscaldamento
Raccolta e smaltimento rifiuti
Servizi di trasporto
Servizi ricreativi, musei, spettacoli e  manifestazioni sportive
Palestre e centri sportivi
Servizi turistici, alberghi
Servizi di ristorazione
Servizi socioeducativi

Istruzione e formazione professionale

 

 

Segui il nostro Dossier gratuito ISEE Indicatore della situazione economica equivalente .

Per approfondire ti puo interessare l'e-book ISEE 2017 150 risposte a quesiti di A. Donati (pdf -57 pagine)

Fonte: Governo Italiano





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)