CNDCEC logo commercialisti

Rassegna stampa Pubblicato il 04/08/2017

Valutazione delle partecipazioni al fair value: il CNDCEC pubblica un documento

Il CNDCEC ha pubblicato il documento “Aspetti metodologici della valutazione delle partecipazioni (al fair value) nel bilancio separato redatto in conformità agli IAS/IFRS"

Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili il 2 agosto 2017 ha pubblicato il documento “Aspetti metodologici della valutazione delle partecipazioni (al fair value) nel bilancio separato redatto in conformità agli IAS/IFRS”.

Come chiarito nel comunicato, lo scopo del documento è fornire i primi chiarimenti "sulle tecniche contabili previste dall’IFRS 9, Strumenti finanziari: rilevazione e valutazione. Il Principio contabile internazionale - omologato dall’Unione Europea dal Regolamento (UE) 2016/2067-  sostituisce, a partire dal 1° gennaio 2018, l’omologo IAS 39. Nello specifico, la pubblicazione ambisce a fornire un supporto operativo per l’adozione delle norme contabili (spesso assai complesse) degli strumenti finanziari nel mondo IAS/IFRS, prendendo in considerazione la valutazione delle partecipazioni, con specifica attenzione alle misurazioni al fair value. “L’intendimento del Consiglio - afferma il Presidente della categoria, Massimo Miani - consiste nel mettere i colleghi nella condizione di poter avere a disposizione un contributo che tende a semplificare l’impostazione articolata e tecnica dei Principi contabili internazionali, cercando anche di fare cultura in un ambito spesso di confine tra contabilità e finanza”."

Il documento è di tipo divulgativo, essendo il primo di una serie di "specifici contributi". Il Consiglio infine chiarisce che "il tema del documento è stato scelto pensando anche ad un suo potenziale utilizzo nel mondo delle società che applicano le disposizioni del codice civile nella predisposizione del bilancio. L’art.2427-bis, c.c. richiede l’esposizione nella nota integrativa del fair value delle partecipazioni immobilizzate che risultano iscritte a un valore contabile superiore al predetto fair value ma che non sono svalutate perché non hanno subito una riduzione durevole di valore. Contestualmente l’OIC 21, Partecipazioni, richiede di verificare l’esistenza di una perdita durevole di valore di una partecipazione immobilizzata iscritta al costo, comparando il valore contabile con il valore recuperabile.".
 

Potrebbe interessarti il Pacchetto Strumenti finanziari derivati  composto da:

  • I derivati in bilancio (Libro) 
  • Strumenti finanziari derivati (fair value):novità 2017: videocorso di 2 ore

Fonte: Fisco e Tasse


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)