IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 29/05/2017

Comunicazione periodica IVA:come fare con liquidazioni IVA mensili e trimestrali

Tempo di lettura: 1 minuto
chiarimenti dubbi

In presenza di due attività, di cui una con liquidazioni mensili e l'altra trimestrali, ecco come deve essere compilata la Comunicazione periodica IVA 2017

Commenta Stampa

In caso di anticipazione della liquidazione trimestrale e di compensazione del relativo credito con il debito risultante dalla liquidazione dell'ultimo mese del trimestre deve essere compilato un unico modulo per i predetti periodi e l'eventuale credito residuo va riportato nella prima liquidazione mensile successiva. L'adempimento inizialmente era previsto con scadenza il 31 maggio 2017 per il primo trimestre, ma oggi con decreto MEF la data è stata posticipata al 12 giugno, grazie ad una proroga concessa in extremis.

A chiarire come indicare correttamente le operazioni in presenza di più attività con liquidazioni diverse, sono le FAQ pubblicate dall'Agenzia delle Entrate venerdì 26 maggio 2017.

A maggior chiarimento, si ipotizzino i seguenti casi:
Caso n. 1
Liquidazione di marzo a debito di 500
Liquidazione del 1° trimestre a credito di 300
Il contribuente anticipa la liquidazione trimestrale per compensare il credito del 1° trimestre con il debito di marzo e compila un unico modulo per i predetti periodi con un risultato a debito complessivo di 200.
Liquidazione di giugno a debito
Liquidazione del 2° trimestre a debito
Il contribuente compila due moduli distinti per i predetti periodi.
Tanto premesso, nel rigo VP8 del modulo relativo al 2° trimestre non va riportato il credito del 1° trimestre, in quanto detto credito è già stato utilizzato per ridurre il debito di marzo.
Caso n. 2
Liquidazione di marzo a debito di 300
Liquidazione del 1° trimestre a credito di 500
Il contribuente anticipa la liquidazione trimestrale per compensare il credito del 1° trimestre con il debito di marzo e compila un unico modulo per i predetti periodi con un risultato a credito complessivo di 200.
Liquidazione di giugno a debito
Liquidazione del 2° trimestre a debito
Il contribuente compila due moduli distinti per i predetti periodi.
Tanto premesso, nel rigo VP8 del modulo relativo al mese di aprile va riportato 200 (che corrisponde al credito residuo del 1° trimestre). Pertanto, nel rigo VP8 del modulo relativo al 2° trimestre non va riportato alcun importo, in quanto il credito del 1° trimestre è già stato utilizzato in parte per ridurre il debito di marzo e la quota residua è stata riportata nella liquidazione di aprile.

Ti potrebbero interessare ebook e tool pubblicati sul business center sui nuovi  Adempimenti Iva dal visto di conformità alle liquidazioni

Per tutte le domande e le risposte leggi lo speciale: Liquidazioni periodiche Iva: ecco le risposte dell'Agenzia ai dubbi

Fonte: Fisco e Tasse


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Detrazioni fiscali su immobili (Excel)
In PROMOZIONE a 79,90 € + IVA invece di 99,00 € + IVA fino al 2060-12-31
Pacchetto Dichiarativi 2021
In PROMOZIONE a 219,90 € + IVA invece di 389,30 € + IVA fino al 2060-12-31
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-05-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE