Rassegna stampa Pubblicato il 25/05/2017

In arrivo avvisi bonari sui fabbricati rurali non dichiarati al catasto

conti-correnti-controllo-accertamento-68

Fabbricati rurali non ancora dichiarati al catasto edilizio urbano: in partenza oltre 1 milione di avvisi bonari per i proprietari di 800mila immobili

Avvisi bonari per i proprietari dei fabbricati rurali non ancora dichiarati al catasto edilizio urbano. Con un comunicato stampa, ieri l'Agenzia delle Entrate ha annunciato l'invio di oltre un milione di avvisi bonari per permettere agli intestatari catastali di questi immobili di regolarizzare la propria posizione.

I titolari di diritti reali sui fabbricati che possiedono i requisiti di ruralità avevano l’obbligo di dichiararli al Catasto Edilizio Urbano entro il 30 novembre 2012, mentre per i fabbricati che possedevano in passato i requisiti di ruralità, successivamente persi, la dichiarazione in catasto andava presentata entro 30 giorni dalla data di perdita dei requisiti.

Per promuovere la regolarizzazione spontanea delle singole posizioni, nelle prossime settimane l’Agenzia delle Entrate invierà, tramite il servizio postale, avvisi bonari ai proprietari dei circa 800mila fabbricati rurali, o loro porzioni, censiti al Catasto Terreni e da dichiarare al Catasto Edilizio Urbano.

L’avviso bonario consentirà a ciascun soggetto di conoscere la propria posizione e verificare quali immobili sono soggetti all’obbligo di dichiarazione. I proprietari che aderiscono agli avvisi dell’Agenzia, presentando una dichiarazione di aggiornamento catastale, potranno beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni che, ad esempio, si riducono da un importo compreso tra € 1.032 e € 8.264 ad un importo di € 172 (pari ad 1/6 del minimo).

In assenza della dichiarazione, le Direzioni Provinciali/Uffici Provinciali - Territorio dell’Agenzia delle Entrate procederanno all’irrogazione delle sanzioni previste dalla legge e all’accertamento in sostituzione del soggetto inadempiente, con oneri a carico dello stesso.

Nel caso in cui l’avviso bonario dovesse presentare delle inesattezze, il proprietario potrà comunicarle all’Agenzia:

  • compilando l’apposito “modello di segnalazione” allegato all’avviso;
  • utilizzando il servizio online disponibile sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

Ulteriori informazioni sui fabbricati rurali sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione Cosa devi fare > Aggiornare dati catastali e ipotecari > Fabbricati rurali.

Ti potrebbe interessare il Focus sul Business Center su Accertamento e Contenzioso

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per Accertamento e controlli , Catasto

prodotto_fiscoetasse
42,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

29,49 € + IVA

fino al 31/08/2019

prodotto_fiscoetasse
56,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

54,00 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
19,13 € + IVA

IN PROMOZIONE A

14,33 € + IVA

fino al 15/09/2019

prodotto_fiscoetasse
89,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

75,65 € + IVA

fino al 02/02/2020


Commenti

Anche io sono stata contattata dall'Agenzia dell'Entrate tramite avviso sanzionatorio. Con una semplice istanza ho risolto il problema senza incorrere in grosse spese. Se vi può interessare io m sono affidata al sito www.fabbricati-rurali.it

Commento di Francesca Giacometti (10:09 del 06/10/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)